I pazienti che si qualificano per Assistenza sanitaria statale dovuto l'inabilità hanno più alte tariffe delle morti della dose eccessiva dell'opioide

I nuovi risultati dal ramo medico dell'università del Texas a Galveston indicano che i pazienti che si qualificano per Assistenza sanitaria statale a causa di un'inabilità hanno le più alte tariffe delle morti della dose eccessiva dell'opioide rispetto ai beneficiari più anziani di Assistenza sanitaria statale ed ai beneficiari commerciali di assicurazione. I risultati ora sono disponibili nella rete di JAMA aperta. Lo studio, piombo dalla Yong-Zanna Kuo, da professore di UTMB nel ministero di medicina preventiva e della sanità della popolazione, trovato che i beneficiari di Assistenza sanitaria statale che si qualificano a causa di un'inabilità sono un gruppo crescente di pazienti ospedalizzati per l'opioide o la dose eccessiva dell'eroina e rappresentano 25 per cento delle morti dalla dose eccessiva dell'opioide di prescrizione ogni anno. La ricerca precedente indica che non molti di questi pazienti usano i programmi di trattamento dell'opioide.

Nello studio, i ricercatori hanno analizzato un campione nazionalmente rappresentativo dei dati di Assistenza sanitaria statale, compreso 1,766,790 persone che si sono qualificate per Assistenza sanitaria statale a causa di un'inabilità per valutare la tariffa delle morti della dose eccessiva dell'opioide e per identificare i sui fattori di rischio associati. Sebbene questi pazienti di inabilità rappresentino soltanto 14,9 per cento di intera popolazione di Assistenza sanitaria statale, egualmente sono stati trovati per rappresentare 81 per cento di tutte le morti in relazione con l'opioide fra questo gruppo.

Abbiamo trovato che fra i pazienti che hanno Assistenza sanitaria statale a causa dell'inabilità, le tariffe delle morti della dose eccessiva dell'opioide erano più alte fra la gente che affronta with uso improprio della sostanza, le malattie psichiatriche o il dolore cronico. Ora, c'è una grande spinta federale per aumentare l'accesso ai programmi di trattamento di uso improprio dell'opioide e questi sforzi funzionano più efficacemente con l'ottimizzazione accurata delle popolazioni ad alto rischio. I nostri risultati suggeriscono che i dati di Assistenza sanitaria statale possano contribuire ad identificare la gente che può realmente trarre giovamento da questi programmi.„

Yong-Zanna Kuo, professore di UTMB ed autore senior