I ricercatori di SDSU mostrano il potenziale d'inibizione di metabolita flavonoide

Il cibo le frutta e delle verdure è più importante che mai.

I composti naturali in frutta ed in verdure, conosciute come i flavonoidi, possono contribuire ad impedire il cancro colorettale. Comunque gli studi intrapresi durante i 20 anni ultimi hanno stabilito questo, scienziati hanno lottato per determinare come i flavonoidi sono responsabili di prevenzione del cancro.

Il professore associato Jayarama Gunaje di South Dakota State University ed il suo gruppo nel dipartimento delle scienze farmaceutiche hanno scoperto uno dei meccanismi attraverso cui i flavonoidi impediscono il cancro colorettale. Hanno trovato che 2,4,6 l'acido trihydroxybenzoic, uno dei composti prodotti quando l'organismo metabolizza o riparte i flavonoidi, può inibire la crescita della cellula tumorale nelle circostanze specifiche.

I ricercatori di SDSU sono i primi per esplorare il potenziale d'inibizione di 2,4,6-THBA come metabolita prodotto con degradazione flavonoide. La loro opera è stata pubblicata questo anno nei Cancri.

Il Cancro colorettale Alliance stima che più di 135.000 Americani siano diagnosticati con il colon o il cancro rettale e più di 50.000 pazienti moriranno dai cancri colorettali questo anno. Ancora, le tariffe colorettali del cancro fra quelle al di sotto di 50 anni sono aumentato più di 50% da dal 1994, secondo l'associazione del cancro americana.

Non ne abbiamo tante droghe per trattare il cancro, ma quasi impedirlo. Di conseguenza, dimostrare 2,4,6-THBA come agente protettivo contro cancro colorettale ha indennità-malattia potenziali immense.„

Jayarama Gunaje, professore associato, South Dakota State University

I ricercatori ora stanno identificando i batteri responsabili della degradazione dei flavonoidi. Quello può poi piombo al probiotics di sviluppo che può contribuire ad impedire il cancro colorettale.

Il progetto di ricerca è costituito un fondo per con il fondo di sostegno della ricerca e di borsa di SDSU ed il dipartimento delle scienze farmaceutiche.

Individuazione dei composti naturali

Mentre studiava come l'aspirina fa diminuire il cancro colorettale, il gruppo di Gunaje ha documentato quel 2,4,6-THBA, un derivato di acido salicilico, ha la capacità di inibire la crescita della cellula tumorale. Una ricerca delle sorgenti naturali con questo composto d'impedimento piombo alla focalizzazione sui flavonoidi polifenolici.

“Abbiamo supposto che i flavonoidi facessero diminuire il cancro colorettale dovuto l'atto della degradata di, o ripartita, prodotti piuttosto che i composti del genitore. Queste aree underexplored,„ Gunaje ha detto. Uno di questi prodotti è 2,4,6-THBA.

“Il metabolita è presente in vino rosso nelle piccole quantità,„ ha spiegato lo studente di laurea Ranjini Sankaranarayanan, indicante la classe A di flavonoidi chiamati antociani, che danno il colore alla frutta, quali l'uva, i mirtilli e le more.

I flavonoidi sono relativamente stabili nell'ambiente acido dello stomaco, ma si degradano negli intestini, che sono più alcalini, lei sono continuato. I batteri che vivono nel colon più ulteriormente degradano questi composti. “Questo trattamento poi espone il tratto gastrointestinale a questi composti nelle più alte concentrazioni,„ Gunaje ha detto.

Cellule tumorali penetranti

Sankaranarayanan ha confermato le legature 2,4,6-THBA a tre enzimi richiesti per divisione di cellula tumorale. “Questo può contribuire a prevenzione del cancro,„ Gunaje ha detto. Tuttavia, quando i ricercatori hanno curato le celle di tumore del colon con 2,4,6-THBA, sorprendente non ha avuta effetto.

Ritornando a letteratura, i ricercatori hanno trovato che 2,4,6-THBA ha bisogno di una proteina del trasportatore sulla membrana di plasma di entrare nella cella. Tuttavia, Gunaje ha precisato, “cellule tumorali rende alla proteina del trasportatore SLC5A8 la mutazione genetica diretta disfunzionale; è un fattore protettivo affinchè le cellule tumorali si sviluppi.„

I ricercatori poi hanno ottenuto una linea cellulare artificialmente creata del cancro al seno che esprime la proteina del trasportatore per fare ulteriore prova. Gli studi svolti Valiveti di laurea di assorbimento delle cellule di Chaitanya dello studente che hanno confermato 2,4,6-THBA stavano ottenendo dentro le celle che esprimono il trasportatore ma non avevano entrato nelle celle che non avessero la proteina del trasportatore.

“Questo prova che il trasportatore è richiesto; 2,4,6-THBA ha la capacità di inibire la crescita del cancro se la cella esprime un trasportatore autentico,„ Gunaje ha detto. “Gli enzimi probabili degli obiettivi del meccanismo in questione nella divisione cellulare quindi che inibisce la crescita della cellula tumorale,„ Valiveti hanno spiegato.

Il metabolita flavonoide può contribuire ad impedire il cancro in due modi, Gunaje ha spiegato. In primo luogo, rallentando la tariffa di proliferazione, 2,4,6-THBA dà le celle di T e le celle di uccisore naturali che sorvegliano l'organismo una maggior opportunità di distruggere le cellule tumorali. In secondo luogo, quando una cella normale contiene il DNA nocivo, le mutazioni possono accadere. Il rallentamento nella proliferazione delle cellule fornisce il tempo affinchè le celle ripari il loro DNA, quindi impedente la capitalizzazione delle mutazioni.

“Il Cancro non sta andando via, in modo da dobbiamo trovare i modi impedirlo. Ecco perché siamo eccitati circa la scoperta di 2,4,6-THBA come inibitore della crescita della cellula tumorale,„ Gunaje ha detto.

Source:
Journal reference:

Sankaranarayanan, R., et al. (2019) The Flavonoid Metabolite 2,4,6-Trihydroxybenzoic Acid Is a CDK Inhibitor and an Anti-Proliferative Agent: A Potential Role in Cancer Prevention. Cancers. doi.org/10.3390/cancers11030427.