La piccola molecola può indurre l'autodistruzione delle celle di cancro del pancreas, ritrovamenti di studio

Il cancro del pancreas è resistente a tutti i trattamenti correnti. I pazienti hanno probabilità estremamente difficili della sopravvivenza per cinque anni dopo la diagnostica.

Uno studio nuovo dell'università di Tel Aviv trova che una piccola molecola ha la capacità di indurre l'autodistruzione delle celle di cancro del pancreas. La ricerca è stata condotta con gli xenotrapianti -- trapianti di cancro del pancreas umano nei mouse immunocompromised. Il trattamento ha ridotto il numero delle cellule tumorali di 90% nei tumori sviluppati un il mese dopo l'amministrazione.

La ricerca tiene il grande potenziale per lo sviluppo di nuova efficace terapia di trattare questo cancro aggressivo in esseri umani.

Lo studio piombo da prof. Malca Cohen-Armon ed il suo gruppo alla facoltà del Sackler della tau di medicina, in collaborazione con il gruppo del Dott. Talia Golan al centro di ricerca sul cancro al centro medico di Sheba. È stato pubblicato nel giornale Oncotarget il 22 ottobre.

Nella ricerca pubblicata nel 2017, abbiamo scoperto un meccanismo che causa l'autodistruzione delle cellule tumorali umane durante la loro duplicazione (mitosi) senza pregiudicare le celle normali. Ora abbiamo sfruttato questi informazioni per sradicare efficientemente le celle di cancro del pancreas umane in xenotrapianti. I risultati attuali sono stati ottenuti facendo uso di piccola molecola che evoca questo meccanismo di autodistruzione in varie cellule tumorali umane.

I mouse sono stati trattati con una molecola chiamata PJ34, che è permeabile in membrana cellulare ma cellule tumorali umane di influenze esclusivamente. Questa molecola causa un'anomalia durante la duplicazione delle cellule tumorali umane, provocante la loro morte rapida delle cellule. Quindi, la moltiplicazione stessa delle cellule ha provocato la morte delle cellule nelle cellule tumorali curate.„

Prof. Malca Cohen-Armon, facoltà del Sackler della tau di medicina

Un mese dopo l'iniezione con PJ34 giornalmente per i 14 giorni, le celle di cancro del pancreas nei tumori dei mouse trattati hanno avvertito una goccia relativa di 90%. In un mouse, il tumore completamente è scomparso.

“È importante notare che nessun effetto contrario è stato osservato e non c'erano cambiamenti nell'obesità dei mouse, né nel loro comportamento,„ dice prof. Cohen-Armon.

Questo meccanismo agisce efficientemente in altri tipi di cancri resistenti alle terapie correnti. La molecola PJ34 sta provanda nelle prove precliniche secondo i regolamenti di FDA prima che i test clinici comincino.

Source:
Journal reference:

Visochek, L., et al. (2019) The phenanthrene derivative PJ34 exclusively eradicates human pancreatic cancer cells in xenografts. Oncotarget. doi.org/10.18632/oncotarget.27268.