Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I media sociali hanno potuto essere sfruttati per identificare la gente con i sintomi della depressione

I media sociali è stato identificato da una serie di studi come essendo un fattore significativo nei problemi sanitari di salute mentale, particolarmente in giovani. Ma immagini se la potenza di Twitter, di Facebook e di Instagram potesse anche essere sfruttata per identificare quelli con i sintomi della depressione e per munirli di segnaletica ai servizi di sostegno.

Analizzando il contenuto sociale (SM) di media facendo uso delle tecniche di apprendimento automatico, può essere possibile identificare che gli utenti di MP corrente stanno avvertendo l'umore basso e poi usare questo per mostrare gli annunci per i servizi medico-sanitari di salute mentale alla gente che le ha bisogno di.

Ma un nuovo studio piombo dai ricercatori alla facoltà di medicina di Sussex e di Brighton (BSMS) indica che mentre gli utenti sociali di media potrebbero vedere i vantaggi di questo genere di analisi per la depressione in linea di principio, non hanno creduto i vantaggi ha superato i rischi in peso alla segretezza.

Più di 180 persone, di cui 62% precedentemente aveva avvertito la depressione, completata un questionario per capire le loro reazioni e punto di vista al loro contenuto di MP che è profilato per la depressione. I dichiaranti erano difficili con il concetto e sono stati interessati che usando il MP in tale maniera avrebbe aumentato lo stigmatization, piombo alla gente “che è outed„ come avendo depressione o avrebbe identificato la gente che lotta per cercare la guida in realtà.

Mentre una maggioranza ha supportato l'idea che l'analisi del contenuto di Facebook potrebbe migliorare l'ottimizzazione dei servizi mentali caritatevoli di sanità, meno mezzo dare il consenso affinchè il loro proprio MP siano analizzati e perfino meno stavrebbero bene senza in primo luogo dare il consenso esplicito - malgrado il fatto che il delineamento dei dati demografici e di determinato contenuto degli utenti sociali di media accadesse già senza consenso esplicito, per l'ottimizzazione della pubblicità all'interno delle alimentazioni di notizie ed attraverso i motori di ricerca.

Di interesse particolare per gli utenti sociali di media era il potenziale per i dati che sono stati raccolti per essere venduti sopra alle società con i motivi inaffidabili. Alcuni dichiaranti sono stati preoccupati il software potrebbero essere ipersensibili o mal interpretaree l'umore di un manifesto e potenzialmente il contrassegno dei coloro che non sta soffrendo con la depressione con una diagnosi.

Commentando lo studio, il Dott. Elizabeth Ford, professore di seconda fascia nella ricerca di pronto intervento a BSMS e studio piombo, detto:

Alcuni dichiaranti alla nostra indagine hanno ritenuto che annunciare sui media sociali fosse mirata a comunque agli utenti, profilando gli utenti contenti per uno scopo utile come miglioramento dell'accesso ai servizi medico-sanitari di salute mentale, sarebbero una buona cosa. Tuttavia, altri utenti ritenuti là erano troppi modi in cui il delineamento della salute mentale degli utenti potrebbe essere abusato e pochi si sono fidati delle società sociali di media quale Facebook per essere trasparenti ed onesti circa come i loro dati stavano usandi.

Un altro problema possibile è che i nostri dichiaranti non hanno ritenuto i loro paletti di MP vero abbiano riflesso il loro umore quando erano depressi e molti di loro hanno detto che hanno inviato spesso di meno quando il loro umore era basso. Così, gli strumenti premonitori che provano ad identificare la depressione non possono essere molto accurati.„

Per i gruppi che mirano a sviluppare questo genere di tecnologia, il Dott. Ford ha chiaro consiglio:

Il nostro punto di vista è quello con tutto lo sviluppo tecnologico concernente la salubrità della gente, ricercatori ed i rivelatori dovrebbero funzionare con gli utilizzatori finali come consegnatari chiave, aiutandoli a progettare e risolvere la traiettoria del loro progetto. Poichè i risultati indicano un a basso livello della fiducia in piattaforme sociali di media, i rivelatori dovrebbero controllare con gli utenti di MP in tutte le fasi dello sviluppo prima di applicare questo genere di strumento.„

Source:
Journal reference:

Ford, E., et al. (2019) Public Opinions on Using Social Media Content to Identify Users With Depression and Target Mental Health Care Advertising: Mixed Methods Survey. JMIR Mental Health. doi.org/10.2196/12942.