Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'aspirina può essere considerata un'efficace ed opzione sicura trattare le emicranie acute

Secondo un nuovo rapporto nella rivista di medicina americana, pubblicata da Elsevier, l'aspirina può essere considerata un'efficace ed opzione sicura altra, ai farmaci più costosi trattare le emicranie acute come pure impedire gli attacchi ricorrenti. Un esame di prova ripartita con scelta casuale suggerisce l'efficacia e la sicurezza dell'aspirina della dose elevata nelle dosi da 900 a 1.300 milligrammi catturati all'inizio dei sintomi acuti. I dati egualmente supportano una dose più bassa di 81 - 325 milligrammi come opzione preventiva possibile.

“L'aspirina fornisce un'opzione clinica possibile affinchè i fornitori di cure mediche primari allevii i sintomi debilitanti delle emicranie acute e per impedire gli attacchi ricorrenti. Il profilo dell'effetto secondario dell'aspirina ed il basso costo possono anche favorire il suo uso,„ ha notato l'autore Charles senior H. Hennekens, MD, DrPH, il primo sir Richard Doll professore & il Consigliere accademico senior al decano del Charles E. Schmidt College di medicina alla Florida Atlantic University, Boca Raton, FL, U.S.A. I ricercatori hanno esaminato la prova ripartita con scelta casuale per l'aspirina della dose elevata nel trattamento e l'aspirina bassa della dose nella prevenzione delle emicranie.

L'emicrania è il terzo la maggior parte della malattia comune nel mondo che pregiudica circa uno in sette genti. Più prevalente del diabete, dell'epilessia e dell'asma combinata, emicranie sia fra i disordini più comuni e potenzialmente più debilitanti incontrati dai fornitori di cure mediche primari. Le emicranie egualmente sono associate con un rischio aumentato di colpo. Ci sono efficaci farmaci di prescrizione disponibili trattare le emicranie acute come pure impedire gli attacchi ricorrenti. Ciò nonostante, negli Stati Uniti molti pazienti non sono curati adeguatamente per le ragioni per cui include ad accesso limitato ai fornitori di cure mediche, mancanza di assicurazione sanitaria, o su co-paga, che rendono i farmaci costosi del vantaggio provato insostituibili. Le tariffe di non assicurato (o di underinsured) sono state valutate 8,5 per cento nazionali e 13 di per cento in Florida. Ancora, per tutti i pazienti, i farmaci da vendere su ricetta medica possono essere tollerati o controindicati male.

Il professor Hennekens ha meditato quello,

Se l'aspirina fosse soltanto mezza come efficace, 10 volte più costose e disponibili dalla prescrizione, quindi forse dai pazienti e, possibilmente alcuni dei loro fornitori di cure mediche, la catturerebbero più seriamente. Malgrado il fatto che l'aspirina sia un medicinale in libera vendita, come è l'argomento per tutto il lungo termine usato droga, dovrebbe essere prescritto da un fornitore di cure mediche.„

Joseph S. Alpert, MD, il redattore capo della rivista di medicina americana e professore di medicina, servizio di università dell'Arizona di medicina, Tucson, AZ, U.S.A., ha commentato in un editoriale accompagnante,

Il mio messaggio netto da questo esame premuroso e con attenzione ricercato è che i medici dovrebbero provare sempre il regime semplice ed economico dell'aspirina della dose elevata come il tentativo terapeutico iniziale per controllo di emicrania. Se l'aspirina funziona per abortire o migliorare le emicranie, quindi dovrebbe essere provata come misura profilattica per vedere se può impedire l'avvenimento di queste emicranie debilitanti. Eventualmente, questo piombo a meno inabilità e perdita di tempo di occupazione per questi pazienti che sono così comuni negli Stati Uniti e nel mondo intero.„

Source:
Journal reference:

Biglione, B., et al. (2019) Aspirin in the Treatment and Prevention of Migraine Headaches: Possible Additional Clinical Options for Primary Healthcare Providers. American Journal of Medicine. doi.org/10.1016/j.amjmed.2019.10.023.