Studio: La segnalazione del calcio può contribuire ad indirizzare la farmacoresistenza a linfoma non Hodgkin

Il delineamento di espressione genica ed altre analisi condotti dall'istituto del Cancro di Rutgers dei ricercatori e dei colleghi del New Jersey che esaminano la farmacoresistenza ad una terapia comune dell'anticorpo per linfoma non Hodgkin hanno identificato la segnalazione del calcio come obiettivo novello ed utilizzabile nel superare questo ostacolo del trattamento.

I risultati del lavoro stanno presentandi più tardi durante questa settimana alla società americana della riunione annuale dell'ematologia a Orlando.

Il ricercatore senior Andrew M. Evens, FA, MSc, FACP, direttore associato per i servizi clinici e Direttore del programma di linfoma all'istituto del Cancro di Rutgers e Direttore medico dei servizi a salubrità di RWJBarnabas, azioni dell'oncologia di più circa il lavoro.

Q: Perché è questo argomento importante da esplorare?

A: La proteina CD20 trovata sulla superficie dei linfociti B maturi è compresa nel regolamento di differenziazione di linfocita B ed è un obiettivo affermato per la terapia anti-CD20 nel trattamento delle malignità del linfocita B.

La farmacoresistenza a questi anticorpi, compreso rituximab e obinutuzumab, rimane una sfida in corso nel trattamento di linfoma non Hodgkin.

Molti pazienti diventeranno resistenti a questi anticorpi comunemente usati. Tuttavia, i meccanismi responsabili di questa resistenza sono poco chiari. Era il nostro scopo per definire il paesaggio immuno-biologico connesso con questa resistenza.

Q: Dicaci circa il lavoro e che cosa voi ed i vostri colleghi hanno trovato.

A: Abbiamo intrapreso le analisi dettagliate di biologia di sistemi e gli studi funzionali immuni nelle linee cellulari rituximab-resistenti e obinutuzumab-resistenti nei modelli di linfoma non Hodgkin. Abbiamo trovato che le celle sono state associate con il downregulation delle vie immuni di segnalazione, il hyposecretion di citochina e il upregulation della segnalazione del ricevitore del linfocita B.

I cambiamenti biologici hanno indicato che la perdita di CD20 è stata associata con la segnalazione in diminuzione del calcio, che è stata accompagnata dalla membrana depolarizzata e dall'attivazione persistente della via di segnalazione di BTK come meccanismi possibili per la resistenza anti-CD20.

Ancora, l'uso concomitante dell'inibitore di BTK e degli agenti hyperpolarizing ha provocato il ripristino della segnalazione del calcio e contrassegnato ha aumentato la morte delle cellule in celle resistenti CD20 sia in in vitro che in vivo nei modelli dello xenotrapianto del tumore.

Q: Perché sono questi risultati significativi?

A: Questi dati delineano che la segnalazione diminuita del calcio è una via importante nella resistenza anti-CD20 ed è responsabile della depolarizzazione delle membrane cellulari alterando l'attività elettrica e “accendendo„ le vie dipendenti di sopravvivenza di BTK.

Inoltre, questi meccanismi possono servire da obiettivo altamente novello per il trattamento dei linfomi non Hodgkin resistenti CD20.