Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova scoperta può portare a scienziati un punto più vicino ai trattamenti di sviluppo di perdita dell'udito

Una nuova scoperta da un gruppo piombo dai ricercatori dell'occhio e dell'orecchio di Massachusetts può portare a scienziati un punto più vicino ai trattamenti di sviluppo che ricrescono le celle perse che causano la perdita dell'udito.

In un nuovo studio, pubblicato il 4 dicembre 2019 online, nelle comunicazioni della natura, gli scienziati riferiscono l'identificazione di nuova via collegata a divisione cellulare nell'orecchio. Con questa via, potevano riprogrammare le celle dell'orecchio interno per proliferare e rigenerare le celle del tipo di cella dei capelli nei modelli adulti del mouse. Questo primo de suo gentile, studio del proof of concept può fornire agli scienziati una via verso rigenerazione delle cellule ciliate sensoriali e l'altra cella importante dell'orecchio interno digita dentro la gente con perdita dell'udito.

Questo documento è il primo per mostrare quello riprogrammando, le celle mammifere mature dell'orecchio interno possono essere incitate a dividersi e diventare cellule ciliate, che sono necessarie per sentire. Questi risultati di proliferazione rinnovata e della generazione efficiente della cellula ciliata in un orecchio interno completamente maturo gettano la base per l'applicazione riprogrammare e di rigenerazione della cellula ciliata.„

Zheng-Yi Chen, DPhil, autore senior di studio, scienziato del socio ai laboratori di Eaton-Peabody all'occhio ed all'orecchio del Massachusetts e un professore associato della chirurgia del collo e della otorinolaringoiatria-Testa alla facoltà di medicina di Harvard

La perdita dell'udito è uno dei moduli più comuni dei deficit sensitivi nella gente, pregiudicanti circa 37 milione Americani, secondo le statistiche federali. Le celle dell'orecchio interno degli esseri umani e di altri mammiferi mancano della capacità di dividere o rigenerarsi; quindi, il danneggiamento dell'orecchio interno, in particolare alle cellule ciliate, piombo alla morte irreversibile delle cellule ed alla perdita dell'udito permanente finale. Le cellule ciliate sono le celle specializzate dell'interno-orecchio che trasformano le vibrazioni meccaniche delle onde sonore nei segnali elettrici che il cervello può interpretare e la gente con i moduli genetici di perdita dell'udito può soffrire da una mutazione che distrugge queste celle.

Non ci sono corrente i trattamenti farmaceutici disponibili per perdita dell'udito.

Riprogrammare le celle dell'orecchio interno per dividersi facendo uso dei fattori di trascrizione

La ricerca precedente durante i parecchi decenni ha indicato che nell'orecchio interno del mouse neonato, le celle possono essere incitate a dividere e rigenerare le cellule ciliate. Tuttavia, in orecchi interni del mouse completamente maturo, questa capacità per divisione cellulare è persa e la rigenerazione della cellula ciliata è alterata. In esseri umani, tuttavia, anche un orecchio interno neonato è completamente maturo. Quindi, il Dott. Chen e colleghi ha detto che per sviluppare il nuovo trattamento per perdita dell'udito umana, “è essenziale per dimostrare che la divisione cellulare e la rigenerazione della cellula ciliata possono essere raggiunte in orecchio interno mammifero maturo.„

Nel nuovo studio, il laboratorio del Dott. Chen ha utilizzato un approccio riprogrammante attivando due fattori di trascrizione, Myc e tacca, nell'orecchio interno del mouse adulto. Hanno trovato che le celle completamente mature dell'orecchio interno possono essere incitate a dividersi ed avanzare, celle riprogrammate di quell'molte orecchio interno possono essere indotti per rigenerare efficientemente le cellule ciliate in vivo, o in un organismo vivente. D'importanza, le nuove cellule ciliate hanno avute caratteristiche delle cellule ciliate uditive specializzate, con la presenza di canali di trasduzione e potevano formare le connessioni con i neuroni uditivi.

La perdita dell'udito può essere causata dalla perdita di molti tipi delle cellule dell'orecchio interno. La capacità affinchè le celle restanti si divida a repopulate è un modo raggiungere la rigenerazione, in grado di piombo al ripristino di udito.

“Il nostro lavoro ha rivelato che riprogrammare è raggiunto dalla riattivazione dei geni inerenti allo sviluppo in anticipo dell'orecchio interno in modo che l'orecchio interno maturo riacquistasse i beni di giovane orecchio interno, che permette loro ri-disaccordo ed organismo rigenerato,„ il Dott. Chen ha spiegato.

La ricerca futura guarda verso gli obiettivi per i trattamenti farmaceutici

Questo lavoro sviluppa del 2014 lo studio da questo gruppo di ricerca che identifica il ruolo della tacca nella proliferazione della cellula ciliata. In quello studio, il gruppo del Dott. Chen ha indicato che la tacca è compresa nella proliferazione e nella rigenerazione delle cellule ciliate in orecchio interno del mouse neonatale. “L'aspetto più significativo dello studio corrente è il fatto che l'orecchio interno mammifero completamente maturo ancora conserva la capacità di dividersi e rigenerare se sufficientemente sta riprogrammanda, che rimuove una barriera fondamentale che ha impedito la rigenerazione dell'orecchio interno necessaria per essere diventato per riparare l'audizione,„ il Dott. Chen più ulteriormente ha elaborato.

Il laboratorio del Dott. Chen sta lavorando alla scoperta delle molecole del tipo di droga per raggiungere la divisione cellulare e la rigenerazione della cellula ciliata in orecchio interno maturo e nei grandi modelli animali, compreso i maiali.

“Speriamo che la nostra ricerca possa servire da modello per rigenerazione di altri tessuti con i simili beni che non possono ricrescere le celle, quale nella retina ed il sistema nervoso centrale,„ ha aggiunto.