Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Regione chiave del cervello trovata per essere più piccolo negli utenti della pillola

I ricercatori che studiano il cervello hanno trovato che le donne che catturano gli anticoncezionali orali, conosciuti comunemente come le pillole, hanno fatte il volume significativamente più piccolo dell'ipotalamo confrontare, alle donne che non catturano la pillola, secondo un nuovo studio presentato oggi alla riunione annuale della società radiologica dell'America settentrionale (RSNA).

Situato alla base del cervello sopra l'ipofisi, l'ipotalamo produce gli ormoni e le guide regolamentano le funzioni corporee essenziali compreso la temperatura corporea, l'umore, l'appetito, l'impulso sessuale, i cicli di sonno e la frequenza cardiaca.

Gli effetti strutturali delle ormoni sessuali, compreso le pillole contraccettive orali, sull'ipotalamo umano non sono stati riferiti mai, secondo i ricercatori. Ciò può essere in parte perché i metodi convalidati per analizzare quantitativamente gli esami di MRI dell'ipotalamo non sono stati disponibili.

C'è una mancanza di ricerca sugli effetti degli anticoncezionali orali su questo piccolo ma sulla parte essenziale del cervello umano vivente. Abbiamo convalidato i metodi per la valutazione del volume dell'ipotalamo e confermiamo, per la prima volta, che l'uso orale corrente della pillola contraccettiva è associato con più piccolo volume ipotalamico.„

Michael L. Lipton, M.D., Ph.D., FACR, professore di radiologia al centro di ricerca a risonanza magnetica di Gruss all'istituto universitario di Albert Einstein di medicina e Direttore medico dei servizi di MRI al centro medico di Montefiore in New York

Gli anticoncezionali orali sono fra i moduli più popolari di controllo delle nascite ed egualmente sono usati per trattare una miriade di termini, compreso la mestruazione irregolare, le grappe, l'acne, l'endometriosi e la sindrome policistica dell'ovaia. Secondo un rapporto 2018 dai centri per il centro nazionale della prevenzione e del controllo di malattie per statistica della sanità, dal 2015 al 2017 circa 47 milione donne hanno invecchiato 15-49 negli Stati Uniti hanno riferito l'uso corrente degli anticoncezionali. Di quelli, 12,6% hanno usato la pillola.

Nel suo studio, il Dott. Lipton ed i colleghi hanno reclutato un gruppo di 50 donne in buona salute, compreso 21 donna che stavano catturando gli anticoncezionali orali. Tutte e 50 le donne hanno subito la risonanza magnetica cerebrale e un approccio convalidato è stato usato per misurare il volume ipotalamico.

“Abbiamo trovato una differenza drammatica nella dimensione delle strutture del cervello fra le donne che stavano catturando gli anticoncezionali orali e coloro che non era,„ il Dott. Lipton ha detto. “Questo studio iniziale mostra una forte associazione e dovrebbe motivare l'indagine successiva negli effetti degli anticoncezionali orali sulla struttura del cervello e sul loro impatto potenziale sulla funzione del cervello.„

Altri risultati dallo studio, che il Dott. Lipton ha descritto come “preliminare,„ erano che il più piccolo volume ipotalamico egualmente è stato associato con maggior rabbia ed ha mostrato una forte correlazione con i sintomi depressivi. Tuttavia, lo studio non ha trovato correlazione significativa fra volume ipotalamico e la prestazione conoscitiva.