Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La piccola, maglia metallica sottile ha caricato con i tumori degli strizzacervelli delle cellule di T nei modelli del cancro ovarico

Che cosa se un metallo che già è usato per riparare le ossa tagliate, per raddrizzare i denti e tenere arterie dall'ostruzione potesse anche essere usato per fermare il vostro cancro dalla diffusione?

I risultati nuovi hanno pubblicato per la prima volta il 9 dicembre nell'assistenza tecnica biomedica della natura dagli scienziati alla manifestazione del centro di ricerca sul cancro di Fred Hutchinson che un pezzo di piccola, maglia metallica sottile caricata con le celle immuni di Cancro-combattimento restringe i tumori nei modelli preclinici di cancro ovarico.

Le terapie cellulari per combattere il cancro hanno avute grande successo nei cancri di sangue ma da non lavorare bene con i tumori solidi. I nostri risultati intraprendono un'azione significativa verso rendere le terapie cellulari efficaci contro i tumori solidi indicando che una maglia metallica sottile caricata con le celle di T costruite al cancro ovarico di lotta ha rimosso i tumori in 70% dei mouse trattati.

Dott. Matthias Stephan, un docente dell'autore principale nella divisione di ricerca clinica della conigliera di Fred

I tumori solidi, compreso i cancri del petto, ovaia e pancreas, hanno varie tattiche da nascondersi da e combattere indietro contro le celle immuni di Cancro-uccisione come le celle di T dell'AUTOMOBILE (ricevitore chimerico dell'antigene). Semplicemente iniettare le celle anticancro non ha funzionato; non raggiungono il tumore o se raggiungono le celle cancerogene, si stancano fuori nella prova di ucciderle e poi sono sparse dall'organismo.

Stephan progetta i materiali che sono sicuri nell'organismo e possono portare le celle di Cancro-combattimento ai tumori. “Oltre a minimizzare gli effetti secondari in pazienti, il nostro scopo finale è di rendere le terapie a cellula T più veloci e più economiche fare e più facile consegnare ai pazienti.„ ha detto.

Ad un punto verso quello scopo, l'ultimo studio di Stephan ha caricato le celle di T dell'AUTOMOBILE che mirano al cancro ovarico su un a film metallico poroso e del tipo di maglia ed allora collocato la pellicola sui tumori.

“Questa non è appena un'unità passiva della consegna,„ Stephan ha detto. “È una piattaforma della versione che avvia un'espansione delle celle di T dell'AUTOMOBILE che possono sormontare le difese che i tumori fanno contro le celle immuni.„

I ricercatori hanno usato leggermente, pellicole quasi traslucide del metallo fatte dalle scienze biologiche del monarca (MonarchBio), che hanno aiutato il fondo il progetto. Le pellicole sono 10 micrometri spessi, che è 1 milionesimo di un metro, o circa sette volte più sottili della larghezza media dei capelli umani. Fatto del titanio del nichel, la pellicola può essere impiantata sicuro all'interno dell'organismo ed è utilizzata in altri apparecchi medici.

Osservato sotto un microscopio potente, la pellicola ha spazi minuscoli che possono essere configurati nei reticoli differenti. Gli spazi possono essere riempiti di droghe o di altri liquidi e poi essere impiantati nell'organismo, in cui i liquidi stillano fuori e trovano i loro obiettivi.

Stephan ed i suoi colleghi hanno voluto vedere se le pellicole potessero tenere le celle di T e consegnare le celle di Cancro-combattimento ai tumori.

“Abbiamo dovuto trovare un reticolo della pellicola che avrebbe funzionato bene per le celle di T,„ Stephan abbiamo detto. “Il reticolo stato necessario per essere abbastanza piccole dove le celle non cadrebbero fra le crepe e non troppo piccolo in modo che le celle di T ritengano troppo ristrette e non possano muoversi.„

Hanno trovato che un reticolo con le linee rette che somigliano ad una visualizzazione dall'alto in basso di un labirinto ha funzionato il più bene con le celle di T. Hanno ricoperto l'a film metallico di combinazione di materiali che permettono che le celle di T dell'AUTOMOBILE si sviluppino ed espandersi una volta sono nell'organismo.

Il gruppo della conigliera di Fred ha caricato la pellicola con le celle di T dell'AUTOMOBILE programmate cercare un indicatore per le cellule tumorali ovariche, chiamato ROR1. Le celle costruite sono state collocate da entrambi i lati della pellicola e poi sono state assorbite nel mezzo del materiale.

“È come un pezzo di pane spanto con marmellata d'arance da entrambi i lati,„ Stephan ha detto. “L'a film metallico è il pane e poi mettiamo le celle di T dell'AUTOMOBILE da entrambi i lati di e poi si inzuppano nel mezzo anche.„

Facendo uso dei modelli del laboratorio di cancro ovarico, i ricercatori hanno impiantato le pellicole caricate con le celle di T dell'AUTOMOBILE sui tumori. Le celle di T si sono mosse dalla pellicola ed hanno gravitato vicino al tumore. Nei 10 giorni, i tumori sono scomparso in tutti i mouse. Nei 20 giorni, 70% dei mouse è rimanere senza tumore.

L'approccio -- se confermato da più studi e test clinici -- potrebbe finalmente essere usato per trattare le malattie quale cancro pancreatico ed ovarico, in cui la crescita del tumore potrebbe essere tenuta nell'assegno impiantando la pellicola sopra.

In un altro esperimento riferito nello stesso documento, i ricercatori della conigliera di Fred hanno trovato che una versione del tipo di metropolitana della pellicola inzuppareata nelle celle di T dell'AUTOMOBILE ha tenuto i tumori dalla crescita nel tubo. Questo approccio potrebbe essere utilizzato nei cancri che causano l'ostruzione delle gallerie di ventilazione o dell'apparato digerente, quali il cancro polmonare o il cancro del pancreas, o nel cancro esofageo, in cui gli stents sono usati per reprimere i tumori dall'interferenza con inghiottire.

“Abbiamo messo a fuoco sulle celle di T dell'AUTOMOBILE nell'esperimento corrente, ma potrei vedere questo approccio lavorare con le terapie di recettore delle cellule t, celle di uccisore naturali ed altri tipi di celle immuni che mirano al cancro,„ Stephan ha detto.

Source:
Journal reference:

Coon, M. E. et al. (2019) Nitinol thin films functionalized with CAR-T cells for the treatment of solid tumours. Nature Biomedical Engineering. doi.org/10.1038/s41551-019-0486-0