Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il rischio di spostamento genetico specifico è più alto in pazienti dell'ascendenza africana, manifestazioni studia

Il mieloma multiplo è un cancro delle cellule di plasma che è più comune in pazienti della discesa afroamericana che di origine americana europea.

La ricerca genetica ha indicato che i pazienti dell'ascendenza africana più di di 80% sono più probabili avere un sottotipo specifico del mieloma che caratterizza uno spostamento genetico, che è uno scambio di materiale genetico fra i cromosomi.

I ricercatori della clinica di Mayo hanno condotto l'analisi genotyping del DNA di 898 pazienti che hanno avuti prova di un disordine delle cellule di plasma ed avevano confermato che il rischio di spostamento genetico particolare -; lo spostamento più comune si è collegato al mieloma -; è più alto in pazienti dell'ascendenza africana.

Lo studio ha funzionato con che cosa è creduto per essere il più grande gruppo di gente afroamericana con un clone anormale delle cellule di plasma con informazioni costante raccolte, compreso i dati dell'ascendenza e genotyping.

Sebbene il nostro studio di associazione non spieghi il meccanismo specifico che provochi lo spostamento, è almeno un punto più vicino a guida che noi capiamo perché gli afroamericani sono più probabili sviluppare il mieloma, rispetto agli Americani europei.

Il forse un giorno possiamo completamente capire tutti i fattori di rischio per lo sviluppo di mieloma e potremo predire chi otterrà questa malignità devastante.„

Linda Baughn, Ph.D., primo autore e un patologo della clinica di Mayo

Lo studio identifica le misure più precise di valutazione per i pazienti recentemente diagnosticati con la leucemia linfocitaria cronica

La leucemia linfocitaria cronica è un tipo di cancro del sangue e la linfocitosi monoclonale del linfocita B è un precursore alla leucemia linfocitaria cronica. La pratica in vigore è di usare l'indice analitico prognostico internazionale cronico di leucemia linfocitaria per valutare recentemente ha diagnosticato i pazienti e li definisce a quattro gruppi di rischio prognostici.

I ricercatori della clinica di Mayo hanno valutato due trattamenti di segnatura genetici affinchè il loro potenziale migliorino sull'indice analitico prognostico internazionale cronico di leucemia linfocitaria. Uno è il punteggio poligenico ereditato di rischio e l'altro è il caricamento mutational del tumore. Lo studio ha trovato che i due punteggi genetici offrono una valutazione prognostica più precisa.

“Siamo stati sorpresi che i due punteggi genetici potevano stratificare il rischio oltre l'indice analitico prognostico internazionale con più poco di 200 casi esaminati,„ diciamo primo l'autore Geffen Kleinstern, il Ph.D., un ricercatore nel dipartimento della clinica di Mayo della ricerca di scienze di salubrità. “Questo supporta la nostra ipotesi che i punteggi sono preannunciatori significativi per la prognosi di CLL.„

I ricercatori mettono a punto il metodo per valutare l'efficacia della terapia cellulare di Cancro-Combattimento

La terapia chimerica del ricevitore dell'antigene (terapia cellulare del CARRELLO) usa le proprie celle immuni di un paziente al cancro dell'ossequio. La terapia cellulare del CARRELLO è stata approvata da Food and Drug Administration per i pazienti con la leucemia acuta ed il linfoma.

I test clinici sono in corso studiare il trattamento di altri tipi di cancri, compreso i tumori solidi. Ma le celle del CARRELLO non possono raggiungere il sito del tumore e non riuscire sempre ad uccidere le cellule tumorali. E ci può essere un effetto secondario severo chiamato sindrome della versione di citochina.

I ricercatori della clinica di Mayo hanno messo a punto un metodo che permette alla tomografia a emissione di positroni (PET) di mostrare la distribuzione delle cellule del CARRELLO nell'organismo. Affinchè le celle del CARRELLO siano visibili su una scansione dell'ANIMALE DOMESTICO, i ricercatori hanno costruito le celle per esprimere una proteina, symporter dello ioduro di sodio.

Quando i mouse con la leucemia hanno ricevuto queste celle costruite, i ricercatori potevano osservare e tenere la carreggiata chiaramente le celle del CARRELLO con tomografia.

“La capacità di tenere la carreggiata le celle del CARRELLO in pazienti e di vedere dove vanno rivoluzionerebbe il campo,„ dice primo l'autore Reona Sakemura, M.D., il Ph.D., un ricercatore nel laboratorio a cellula T dell'assistenza tecnica della clinica di Mayo. “Abbiamo sviluppato questa tecnologia per tenere la carreggiata le celle del CARRELLO e per vedere se realmente raggiungono i siti del tumore. Con questo studio, potevamo indicare che la nostra tecnologia è efficiente nell'effettuazione del quello.„

Il trattamento anche può contribuire a predire la tossicità severa derivando dalla terapia del CARRELLO, il Dott. Sakemura dice.