L'ambulatorio della spina dorsale è sicuro nel gruppo paziente dell'avanzato-età

I chirurghi della spina dorsale da sette istituzioni a Sapporo, Hokkaido, Giappone, hanno condotto uno studio multicentrico, studio prospettivo degli ambulatori della spina dorsale eseguiti in pazienti 80 anni e più vecchi.

Sebbene la tariffa di complicazione perioperative globale sia alta-; 20%, là erano complicazioni sistematiche non importanti e nessun morti nei pazienti. I chirurghi concludono che l'ambulatorio della spina dorsale è sicuro in questo gruppo d'età.

I risultati dettagliati di questo studio possono essere trovati in un nuovo articolo, “complicazioni Perioperative della chirurgia della spina dorsale in pazienti 80 anni o più vecchi: uno studio di gruppo futuro multicentrato,„ da Takamasa Watanabe, MD e colleghi, pubblicati oggi nel giornale di neurochirurgia: Spina dorsale.

La popolazione del mondo sta sviluppandosi costantemente più vecchia. Ciò può essere veduta il più prontamente nel Giappone, in cui gli anziani (età 65 anni e più vecchi) corrente compongono un quarto della popolazione totale; quella proporzione si pensa che raggiunga un terzo da ora al 2050.

La popolazione di invecchiamento in altri paesi egualmente sta sviluppandosi. Con l'età aumentata viene vari problemi sanitari relativi all'età; le malattie degeneranti della spina dorsale costituiscono un problema sanitario comune in persone più anziane.

L'ambulatorio della spina dorsale può migliorare la qualità di vita in molti pazienti con le componenti spinali nocive o di deterioramenti. Ciò è vera per i pazienti più anziani come pure per quei più giovani. Ma che cosa circa i pazienti nell'intervallo superiore degli anziani, quegli 80 anni o più vecchio? È l'ambulatorio della spina dorsale consigliabile in questo gruppo e che rischi porta?

Gli autori di questo studio hanno intrapreso gli studi multicentrati futuri con due scopi: 1) determina che complicazioni perioperative della chirurgia della spina dorsale sono associate con i pazienti in questo gruppo dell'avanzato-età e 2) studia i fattori di rischio per le complicazioni sistematiche perioperative.

Sette centri della spina dorsale con i chirurghi quadro-certificati della spina dorsale hanno partecipato allo studio. Il gruppo paziente ha consistito di 270 pazienti, 80 anni o più vecchi, che hanno subito l'ambulatorio elettivo della spina dorsale nel 2017. (Pazienti con i tumori, l'infezione, o il trauma non erano inclusi.)

Le complicazioni Perioperative sono state definite come eventi avversi che accadono postoperatorio durante la chirurgia o nei 30 giorni. Le complicazioni sono state separate in quelle che accadono al sito chirurgico ed in quelle che erano sistematici.

La tariffa di complicazione perioperative totale nello studio era 20% (67 complicazioni in 54 pazienti). Le complicazioni al sito chirurgico si sono presentate in 22 pazienti (8,1%) e le complicazioni sistematiche secondarie (anemia, delirio, o infezione di apparato urinario) si sono presentate in 40 pazienti (14,8%).

Nessun paziente ha avvertito una complicazione sistematica importante (una che potrebbe essere potenzialmente pericolosa o piombo all'ospedalizzazione prolungata) e nessun paziente è morto. La tariffa delle operazioni ripetute era 4,1%.

Per identificare i fattori di rischio per le complicazioni perioperative, gli autori hanno esaminato i fattori chirurgici (il livello operativo, il numero di livelli spinali trattati, il tipo di chirurgia, lunghezza di chirurgia ed hanno stimato la perdita di sangue) come pure dati demografici pazienti (età, sesso e indice di massa corporea) e stato di salute preoperatorio.

Lo stato di salute preoperatorio di ogni paziente è stato determinato usando le seguenti misure: l'indice analitico di Comorbidity di Charlson (predice la sopravvivenza basata sui comorbidities); la società americana del sistema di classificazione fisico di stato degli anestesisti (usato per valutare la condizione generale del paziente); lo stato cooperativo orientale di prestazione del gruppo di oncologia (ECOG-PS) (usato per valutare la capacità dei pazienti di catturare cura se stessi); la presenza di sarcopenia (perdita di massa e di resistenza del muscolo); e l'indice analitico nutrizionale geriatrico di rischio (usato per valutare rischio nutrizionale).

Sia le analisi di più variabili monovarianti che hanno identificato la chirurgia della spina dorsale che comprende la strumentazione (per esempio, inclusione delle lastre grosse e delle viti), le operazioni che durano più di 180 minuti e il ECOG-PS (attività limitate della vita del quotidiano) come fattori di rischio significativi per le complicazioni perioperative sistematiche secondarie.

Gli autori suggeriscono che i chirurghi della spina dorsale siano informati di questi fattori di rischio quando prepari per la chirurgia in questo gruppo paziente dell'avanzato-età.

La vecchiaia stessa, la presenza di comorbidities ed essere al rischio nutrizionale non sono stati trovati per essere fattori di rischio in questo studio. Inoltre, non c'erano complicazioni severe. In base ai loro risultati, gli autori concludono che è sicuro eseguire la chirurgia della spina dorsale in pazienti dell'età avanzata.