Il sociale e le reti neurali visive non connettono in alcuni bambini con autismo

Fra i primi e sintomi più-documentati dello spettro di autismo il disordine (ASD) è l'avversione di un bambino ad interazione con altre. Specificamente, sembrano disinteressati nelle attività sociali e negli stimoli che normalmente attirerebbero un'attenzione dei bambini piccoli, come sorveglianza dell'altro gioco di bambini, canterebbero o ballerebbero.

In un nuovo studio, pubblicato il 17 dicembre 2019 online nel eLife del giornale, i ricercatori alla scuola di medicina di San Diego dell'università di California hanno combinato un programma tenente la carreggiata della visione novella con la rappresentazione di cervello per trovare che i bambini che trascurano gli stimoli sociali e preferiscono esaminare muoventesi, immagini geometriche variopinte di ASD, hanno avuti i sintomi più severi e livelli più bassi sociali di attività di cervello che connettono le reti sociali e visive del cervello dell'attenzione.

Ciò indica che in un sottotipo dei bambini di ASD con una preferenza per le immagini geometriche piuttosto che le maschere dei bambini - circa 20 per cento dei bambini con autismo - c'è una disconnessione fra le reti visive e sociali del cervello. In questi bambini di ASD, le forme mobili variopinte, piuttosto che gli stimoli sociale-emozionali di divertimento, gestiscono l'attività neurale, l'attenzione e l'apprendimento.„

Karen Pierce, PhD, autore senior e corrispondente, professore delle neuroscienze e co-direttore del centro di eccellenza di autismo di Uc San Diego con il co-author Eric Courchesne, PhD, un professore delle neuroscienze

La disconnessione quotidiana del sociale e delle reti neurali visive provoca l'attenzione, l'esperienza e l'apprendimento essere orientato verso a basso livello, ma gli stimoli visivamente salienti come le forme di filatura variopinte, hanno detto Pierce; ciò può essere una causa nei sintomi e nel danno sociale osservato nei bambini di qualche ASD. Ma i risultati, ha aggiunto, può anche fornire un nuovo viale per la diagnostica ed il trattamento del ASD in bambini ed in bambini piccoli.

“Corrente, quando un bambino riceve una diagnosi di autismo, o lei è fatto riferimento solitamente per un trattamento equo generico basato per principi di analisi di comportamento applicata. In futuro, dopo una diagnosi, i bambini potrebbero ricevere le valutazioni biologiche più approfondite che forniscono informazioni sul loro sguardo fisso dell'occhio e reticoli di attivazione della rete del cervello, in grado di indicare i trattamenti più specifici,„ lei hanno detto.

“Può anche essere possibile che la rappresentazione di cervello e tenere la carreggiata dell'occhio potrebbero essere usati insieme per determinare l'efficacia del trattamento se una seconda valutazione biologica è effettuata ad un certo punto dopo un periodo di trattamento.„

Pierce ed i colleghi stanno studiando il potenziale della tecnologia di sguardo fisso dell'occhio nella diagnostica e nel trattamento del ASD per parecchi anni. Nel 2010, per esempio, hanno riferito che, in un un occhio minuto semplice che tiene la carreggiata la prova, gli infanti giovani quanto 14 mesi che hanno preferito più spesso i film delle forme geometriche di film dei bambini che ballano e che fanno l'yoga successivamente sono stati diagnosticati come ASD facendo uso di un test diagnostico comportamentistico più lungo e d'oro standard (“le DIFFICOLTÀ„). Per contro, gli infanti ed i bambini tipicamente di sviluppo hanno preferito guardare le immagini “sociali„.

In questo nuovo studio, i ricercatori hanno combinato l'occhio che tiene la carreggiata (in cui una macchina fotografica riflette e documenta dove e ché bambino sta esaminando sopra uno schermo) con interconnessione dettagliante (fMRI) di dati funzionali di imaging a risonanza magnetica fra i circuiti differenti del cervello.

“Neuroscienza di base funzioni conoscitive e sociali ha trovato che il cervello umano ha molto cosiddetto “stato di riposo„ le reti, ciascuna in questione in sensitivo differente, di attenzione. Queste reti sono attive anche quando non siamo impegnati in alcun compito esplicito, persino durante sonno naturale,„ ha detto Courchesne.

“Una rete sociale, la rete del modo di standard o DMN, è altamente attiva quando stiamo pensando a noi stessi e ad altri. È pensato che le anomalie nel DMN possano essere centrali a perché le persone con autismo incontrano difficoltà sociali. Poiché i meccanismi esperienza-dipendenti, come cui qualcuno esamina, determina lo sviluppo del cervello, capente a che cosa qualcuno assiste visivamente -; stimoli del non sociale o sociali -; può fornire informazioni inestimabili.„

Esaminando i dati combinati per sia i bambini di ASD che i gruppi non-ASD di confronto, i ricercatori hanno trovato l'interazione neurale meno che tipica (hypoconnectivity) fra i circuiti sociali del cervello come il DMN e le reti dell'attenzione e di rappresentazione nei bambini di ASD. Maggior il hypoconnectivity, più severe le difficoltà di sociale-comunicazione, specialmente in bambini con la geometrico-preferenza ASD.

Pierce ha detto che i risultati aggiungono le nuovi informazioni e dettaglio al ritratto ancora in gran parte misterioso e complesso di ASD. “Ma riunendo le informazioni cliniche di fenotipo, quali i punteggi sulle prove di competenza sociale, con la rappresentazione di cervello e l'occhio che tengono la carreggiata come facciamo qui, stiamo sviluppando gli approcci più accurati e più iniziali alla diagnostica del ASD e ad identificare i sottotipi tenenti la carreggiata dell'cervello-occhio. Presto cominceremo gli studi pilota per sviluppare i trattamenti mirati a per questo sottotipo.„

Source:
Journal reference:

Lombardo, M.V., et al. (2019) Default mode-visual network hypoconnectivity in an autism subtype with pronounced social visual engagement difficulties. eLife. doi.org/10.7554/eLife.47427.