Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio clinico dimostra l'efficace alternativa alla mastetomia per cancro al seno ricorrente

La mastetomia ha storicamente stato il trattamento standard per i pazienti di cancro al seno che avvertono la ricorrenza dopo una radiazione iniziale del intero-petto e di lumpectomy. Ora, un test clinico di fase 2 piombo da Douglas W. Arthur, M.D., la presidenza e professore nel dipartimento dell'oncologia di radiazione al centro del Cancro di VCU Massey ed alla scuola di medicina di VCU, ha dimostrato un'efficace alternativa.

Gli studi nazionali, intrapresi dai ricercatori da 15 istituzioni, hanno indicato che un secondo lumpectomy seguito dal reirradiation parziale del petto è stato associato con controllo a lungo termine del cancro, in basso effetti secondari e tassi alti tossici di conservazione del petto. I risultati dello studio sono stati pubblicati nell'emissione del novembre 2019 dell'oncologia di JAMA.

Ciò stanno eccitando i dati per le donne che avvertono una ricorrenza del in-petto dopo un lumpectomy iniziale e l'intero irradiamento del petto che desiderano continuare a conservare il loro petto. Queste donne ora possono avere una scelta diconservazione del trattamento che è un'alternativa fattibile alla mastetomia.

Arthur, che egualmente è Firenze e il Hyman Meyers ha dotato la presidenza in oncologia di radiazione, il direttore associato per gli affari clinici ed il membro del programma inerente allo sviluppo di terapeutica a Massey

Le tariffe della ricorrenza del cancro al seno sono di meno di cinque - dieci per cento fra i pazienti curati con lumpectomy e radiazione del intero-petto. La mastetomia è stata generalmente la sola opzione offerta a queste persone. Tuttavia, c'è stato interesse rinnovato nell'identificazione del trattamento di salvataggio per le donne con un desiderio di conservare il petto.

La prova ha verificato l'efficacia e gli effetti contrari 3D del reirradiation parziale conforme della radioterapia (3D-CRT), che mira alla radiazione direttamente sull'area dove il tumore del petto è individuato ed evita esporre il tessuto circostante.

I ricercatori hanno studiato 58 pazienti di cancro al seno che avvertono la ricorrenza un anno o più dopo la terapia diconservazione iniziale. I pazienti hanno ricevuto i lumpectomies seguiti dai trattamenti parziali di reirradiation del petto 3D-CRT consegnati due volte al giorno durante i 15 giorni lavorativi consecutivi.

I pazienti sono stati valutati per gli eventi avversi settimanalmente durante il trattamento e negli intervalli regolari nel corso di cinque anni. Egualmente sono stati valutati per l'incidenza di mastetomia, la sopravvivenza senza metastasi distante, la sopravvivenza globale e l'incidenza di circolazione delle cellule del tumore.

I risultati hanno indicato che il preventivo quinquennale della ri-ricorrenza era cinque per cento. Gli eventi avversi in relazione con il trattamento recenti sono stati riferiti in sette per cento dei pazienti e c'era una tariffa di conversazione del petto di 90 per cento.

Questi risultati offrono la prova che il trattamento diconservazione è fattibile ed efficace con un secondo lumpectomy e un reirradiation parziale del petto 3D-CRT, fornenti un sostituto possibile per la mastetomia.

Source:
Journal reference:

Arthur, D. W. et al. (2019) Effectiveness of Breast-Conserving Surgery and 3-Dimensional Conformal Partial Breast Reirradiation for Recurrence of Breast Cancer in the Ipsilateral Breast: The NRG Oncology/RTOG 1014 Phase 2 Clinical Trial. JAMA Oncology. doi.org/10.1001/jamaoncol.2019.4320