I ricercatori identificano il primo gene in mouse specifici a recupero di memoria

Non può ricordare qualcosa? Prova che aspetta fino a nel corso della giornata. I ricercatori hanno identificato un gene in mouse che sembra influenzare il richiamo di memoria ai tempi differenti del giorno ed ha tenuto la carreggiata come induce i mouse ad essere più dimentici appena prima che svegliano normalmente.

“Possiamo identificare il primo gene in mouse specifici a recupero di memoria,„ ha detto il professor Satoshi Kida dall'università di dipartimento di Tokyo della biochimica applicata.

Ogni volta che dimenticate qualcosa, potrebbe essere perché vero non lo avete imparato -- come il nome della persona siete stato presentato appena ad un minuto fa; o potrebbe essere perché non potete richiamare le informazioni da dove sono memorizzate nel vostro cervello -- come le liriche della vostra canzone preferita che frana la vostra mente.

Molti ricercatori di memoria studiano come le nuove memorie sono fatte. La biologia di dimenticare è complicata per studiare a causa delle difficoltà di distinzione fra non sapere e non richiamare.

“Abbiamo progettato una prova di memoria che può differenziarsi fra l'apprendimento contro sapere ma non potendo ricordarsi,„ ha detto Kida.

I ricercatori hanno verificato le memorie di giovane maschio adulto e dei mouse femminili. “Nell'apprendimento,„ o nella formazione, la fase delle prove di memoria, ricercatori ha permesso che i mouse esplorassero un nuovo oggetto per alcuni minuti.

Più successivamente, nella fase “di richiamo„ della prova, ricercatori osservati quanto tempo i mouse hanno toccato l'oggetto quando è stata rintrodotta. I mouse spendono meno oggetti commoventi di tempo che si ricordano vedere precedentemente. I ricercatori hanno verificato il richiamo dei mouse rintroducendo lo stesso oggetto ai tempi differenti del giorno.

Hanno fatto gli stessi esperimenti con i mouse sani ed i mouse senza BMAL1, una proteina che regolamenta l'espressione di molti altri geni. BMAL1 oscilla normalmente fra i bassi livelli appena prima svegliare e gli alti livelli prima di andare a dormire.

I mouse preparati appena prima che normalmente hanno svegliato e provato subito dopo che sono andato a dormire normalmente hanno riconosciuto l'oggetto.

Mouse preparati allo stesso tempo -- appena prima hanno svegliato normalmente -- ma provato 24 ore più successivamente non ha riconosciuto l'oggetto.

I mouse sani ed i mouse senza BMAL1 hanno avuti lo stesso reticolo dei risultati, ma i mouse senza BMAL1 erano ancor più dimentici appena prima che hanno svegliato normalmente. I ricercatori hanno veduto gli stessi risultati quando hanno collaudato i mouse sul riconoscimento dell'oggetto o sul riconoscimento deun altro mouse.

Qualcosa circa l'ora appena prima che svegliano normalmente, quando i livelli BMAL1 sono normalmente bassi, mouse di cause non richiamare qualcosa che definitivamente imparino e che sappiano.

Secondo Kida, la comunità di ricerca di memoria precedentemente ha sospettato che l'organismo interno, o circadiano, cronometra che è responsabile della regolamentazione dei cicli di sonno-risveglio egualmente pregiudica la formazione di memoria e dell'apprendimento.

“Ora abbiamo prova che gli orologi circadiani stanno regolamentando il richiamo di memoria,„ abbiamo detto Kida.

I ricercatori hanno rintracciato il ruolo di BMAL1 nel recupero di memoria ad un'area specifica del cervello chiamato l'ippocampo. Ulteriormente, i ricercatori hanno connesso BMAL1 normale all'attivazione dei ricevitori della dopamina ed alla modifica di altre piccole molecole di segnalazione nel cervello.

Se possiamo identificare i modi amplificare il recupero di memoria con questa via BMAL1, quindi possiamo pensare alle applicazioni alle malattie umane del deficit di memoria, come demenza ed il morbo di Alzheimer.„

Il professor Satoshi Kida, università di dipartimento di Tokyo di biochimica applicata

Tuttavia, lo scopo di avere abilità di richiamo di memoria che oscillano naturalmente secondo l'ora rimane un mistero.

“Realmente vogliamo conoscere che cosa è il vantaggio evolutivo naturalmente di indebolimento del richiamo di memoria in certi periodi del giorno,„ abbiamo detto Kida.

Circa la ricerca

I mouse sono naturalmente notturni. Una volta misurata nelle unità di tempo facendo uso di zeitgeber, l'indicazione ambientale di indicatore luminoso che accende, mouse è solitamente addormentata a partire da tempi 1 - 12 di Zeitgeber e si sveglia a partire da tempi 12 - 24 di Zeitgeber. Il termine “appena prima che normalmente svegliando„ si riferisce al tempo 10 di Zeitgeber, mentre il termine “subito dopo normalmente andare a dormire„ si riferisce al tempo 4. di Zeitgeber.

Source:
Journal reference:

Hasegawa, S., et al. (2019) Hippocampal clock regulates memory retrieval via Dopamine and PKA-induced GluA1 phosphorylation. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-019-13554-y.