Università di Aarhus per aprire nuova messa a fuoco del centro di ricerca sulla tecnologia di Orecchio-elettroencefalogramma

I ricercatori al dipartimento di assistenza tecnica sono leader mondiali nella misura del cervello tramite unità speciale hanno andato d'accordo l'orecchio come una protesi acustica.

La tecnologia è chiamata orecchio-ELETTROENCEFALOGRAMMA ed ora l'università ha ricevuto una nuova concessione per assicurare ad ulteriore sviluppo di questa il metodo Danese-progettato.

L'università di Aarhus (AU) ha ricevuto appena la DKK 20 milioni (EUR 2,7 milioni) per una nuova messa a fuoco del centro di ricerca su un metodo unico di misurazione dell'attività elettrica nel cervello.

Il metodo è conosciuto come orecchio-elettroencefalogramma (orecchio-Elettroencefalografia) e misura i cambiamenti estremamente piccoli di tensione sulla superficie dell'interfaccia dentro l'orecchio causato da attività elettrica nei neuroni del cervello.

Il collocamento protetto e più discreto rende il metodo più attraente delle misure tradizionali di elettroencefalogramma, che utilizzano gli elettrodi collocati sopra la testa.

La concessione generosa è stata donata dalle famiglie dietro l'audiologia della WS e UNEEG medici e dalle fondamenta di William Demant, compreso Oticon.

Il trattamento Bioelectrical di strumentazione e del segnale del gruppo di ricerca, intestato dal professor Preben Kidmose dal dipartimento di assistenza tecnica ad AU, ha aperto la strada per molti anni all'area ed è corrente il leader mondiale.

Stiamo lavorando a questa metodologia per i dieci anni scorsi ed il nuovo centro assicurerà un'espansione significativa delle nostre attività di ricerca all'interno dell'orecchio-elettroencefalogramma. La nostra ricerca sviluppa la tecnologia di misurazione stessa ed esplora che cosa è possibile realmente per misurare.

Vediamo un potenziale enorme in orecchio-elettroencefalogramma, sia in termini di ricerca che applicazioni. Per esempio, potete usare l'orecchio-elettroencefalogramma per caratterizzare molto più precisamente la perdita dell'udito di che cosa è oggi praticabile.

L'Orecchio-elettroencefalogramma può anche essere usato per altre cose, per esempio per esplorare i reticoli di sonno umani e per contribuire a fornire una migliore comprensione di varie malattie di cervello.„

Preben Kidmose, il professor, dipartimento di assistenza tecnica, università di Aarhus

24/7 di misura del cervello apre le nuove porte

Uno di grandi vantaggi dell'orecchio-elettroencefalogramma è che il metodo permette alla misura di attività di cervello fuori del laboratorio in un modo discreto e come minimo intrusivo, su un lungo periodo di tempo (potenzialmente 24/7) e sui grandi gruppi della gente.

Il metodo ci permette di costruire le unità per misurare l'attività di cervello e per adattarla radicalmente all'utente in un modo diverso che oggi. Tra l'altro, il professor Kidmose spera che ci intraprenda un'azione più ulteriormente verso la comprensione del cervello umano.

“l'Orecchio-elettroencefalogramma fornisce un'opportunità unica di misurare il cervello nel nostro ambiente naturale. E ecco perché possiamo cominciare ad approfondire le cose che non potremmo altrimenti misurare. Per esempio, realmente non conosciamo molto circa come il nostro sonno varia col passare del tempo e come ha pregiudicato dai nostri dintorni.

E perché possiamo misurare il sonno ed i reticoli nell'elettroencefalogramma che correlano con abilità conoscitiva, speriamo di ottenere una migliore comprensione della correlazione fra sonno ed abilità conoscitiva. Questi sono appena alcuna della speranza che di cose I la tecnologia ci aiuterà con,„ dice.

Salubrità-Promozione della ricerca

L'apertura del centro è molto importante per entrambi le fondamenta di William Demant, UNEEG medici e l'audiologia della WS, che considerino il loro investimento massiccio in via di sviluppo di questa tecnologia danese naturalmente.

“Siamo fieri supportare questo centro di livello mondiale che può portare in avanti la conoscenza nuova circa come possiamo registrare gli impulsi nelle orecchie e come possiamo usare questa conoscenza per avvantaggiare la salubrità generale. Alle fondamenta di William Demant, uno dei nostri compiti principali è di supportare la ricerca e l'innovazione che possono contribuire ad alleviare la salubrità di audizione,„ dice il Lars Nørby Johansen, presidenza delle fondamenta di William Demant e le famiglie dietro l'audiologia della WS acconsentono:

“Stiamo lavorando per molti anni con il professor Preben Kidmose all'AU ed abbiamo veduto molti risultati emozionanti. Ecco perché sono molto piacevole che abbiamo potuti aiutare a stabilire una struttura più permanente per la sua ricerca. L'Orecchio-elettroencefalogramma ha il potenziale di aiutare la gente sorprendente in molte aree e sono sicuro che questo centro accelererà la realizzazione di queste opportunità a favore di ognuno,„ dico Richard Tøpholm, il CTO di UNEEG medico, una collega consociata con l'audiologia della WS.

Sostiene la strategia dell'università

La concessione è egualmente molto importante per strategia della digitalizzazione dell'università di Aarhus, che ha fuoco su ricerca sulla tecnologia di prossima generazione e sui metodi per riflettere e lavorare con il cervello umano, dice il capo della sezione per elettrico e dell'ingegneria informatica al dipartimento di assistenza tecnica, l'università di Aarhus, professore senior di organizzazione del Jens Kargaard Madsen:

“Siamo molto piacevoli quello, con questa concessione, noi possiamo ora aprire il centro di orecchio-elettroencefalogramma e rinforzare significativamente la nostra posizione in vista della continuazione come il leader mondiale in questo campo di ricerca,„ dice.