L'inibizione di singolo enzima può diminuire dalla la trompocitopenia indotta da eparina

L'eparina è ampiamente usata come anticoagulante, ma evoca in alcuni pazienti uno stato potenzialmente pericoloso chiamato COLPO. Gli scienziati clinici a Ludwig-Maximilians-Universitae' (LMU)a Monaco di Baviera ora hanno indicato che l'inibizione di singolo enzima può contrassegnato diminuire questo rischio.

L'eparina è impiegata frequentemente per attenuare il rischio di formazione del grumo nei filoni del cosciotto dopo chirurgia, per trattare le trombosi venose e per impedire le occlusioni trombotiche delle arterie in pazienti a rischio degli attacchi di cuore. Tuttavia, l'agente può anche piombo ad una riduzione dei numeri dei trombociti (altrimenti conosciuto come piastrine) nella circolazione sanguigna - un effetto conosciuto come dalla la trompocitopenia indotta da eparina (HIT).

Fino a 3% dei pazienti che sono curati con l'eparina sviluppano un sottotipo immunologicamente avviato del COLPO (tipo chiamato II COLPITO), che sorprendente è associato con un aumento nell'incidenza delle trombosi (grumi) nei vasi sanguigni che sono potenzialmente pericolosi. L'incorporazione delle piastrine nei coaguli di sangue spiega l'avvenimento della trompocitopenia.

Un nuovo studio diretto da Wolfgang Siess, professore di Pathobiochemistry cardiovascolare all'istituto di LMU per la profilassi ed all'epidemiologia delle malattie cardiovascolari (IPEK), ora ha dimostrato che questo effetto collaterale pericoloso può efficacemente essere impedito in vitro tramite l'inibizione di enzima specifico. La scoperta fornisce una nuova opzione per il trattamento di tipo II COLPITO. Lo studio è stato effettuato in collaborazione con i gruppi di ricerca piombo dal professor Michael Spannagl (dipartimento della medicina di trasfusione, della terapeutica e di Hemostaseology delle cellule, del centro medico di LMU),

Il professor Christian Weber e Dott. Philipp von Hundelshausen (entrambi i IPEK). I nuovi risultati compaiono negli avanzamenti di sangue del giornale.

L'eparina è un grande, negativamente - polisaccaride lineare fatto pagare composto di varie unità di ripetizione. Il tipo II COLPITO è causato dalla formazione di anticorpi che sono diretti contro un complesso molecolare specifico composto dell'eparina e una proteina chiamata PF4, che è secernuto dalle piastrine. Il cosiddetto dominio di Fc degli anticorpi lega al ricevitore corrispondente di Fc trovato sulla superficie della piastrina, che provoca l'attivazione delle celle. Le piastrine attivate formano i cumuli e secernono le proteine che mediano l'associazione delle piastrine (trombociti) alla superficie interna dei vasi sanguigni (endotelio) ed a determinati tipi di globuli bianchi (monociti e neutrofili). Ciò piombo alla formazione di trombina e di fibrina ed insieme alla piastrina l'attivazione avvia la formazione del grumo. - Quindi l'eparina realmente provoca l'effetto che è inteso per inibire. “La patogenesi complessa di tipo II COLPITO è capita abbastanza buona, ma la terapia standard del disordine è suboptimale,„ dice Siess.

Uno studio precedente aveva indicato che l'attivazione del ricevitore di Fc sulla membrana del trombocita induce l'attivazione di un enzima conosciuto come la chinasi della tirosina di Bruton (Btk).

Quindi abbiamo chiesto se gli inibitori di Btk potrebbero potere diminuire l'attivazione a valle dei trombociti avviati da stimolo del ricevitore di Fc. Abbiamo trovato che ciascuno dei sei inibitori che di Btk abbiamo provato potevamo effettivamente non solo diminuire ma completamente al Fc-ricevitore del blocco ha indotto l'aggregazione e la secrezione della piastrina nel sangue. Inoltre, interamente hanno bloccato l'interazione dei trombociti con i neutrofili - così impedendo la formazione di trombosi potenzialmente nocive. Ciò era una sorpresa molto piacevole per noi, poichè le indagini più iniziali avevano indicato che gli inibitori di Btk potrebbero parzialmente bloccare soltanto l'attivazione della piastrina indotta da stimolo di un ricevitore differente.„

Wolfgang Siess, il professor di Pathobiochemistry cardiovascolare all'istituto di LMU per profilassi ed all'epidemiologia delle malattie cardiovascolari

Gli inibitori di Btk quindi offrono una nuova opzione terapeutica di promessa per tipo II COLPITO, poichè mirano ad un in anticipo e ad un punto cruciale nel trattamento che provoca il disordine. Gli inibitori impiegati nello studio presentano il vantaggio supplementare che sono stati approvati per il trattamento di altre malattie, o con successo sono stati provati nei test clinici.

Source:
Journal reference:

Goldmann, L., et al. (2019) Oral Bruton tyrosine kinase inhibitors block activation of the platelet Fc receptor CD32a (FcγRIIA): a new option in HIT?. Blood Advances. doi.org/10.1182/bloodadvances.2019000617.