Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati scoprono i neuroni che svolgono un ruolo importante nel movimento di occhio durante il sonno di rem

Rem - Movimento di occhio rapido - è non solo il nome di riuscita banda rock americana, ma anche e specialmente un movimento di occhio caratteristico nel sonno paradossale, in modo da nella fase con alta attività di sogno. Questa fase di sonno ha una caratteristica: Sebbene il tono di muscolo della persona addormentata completamente rilassata, gli occhi si muova improvvisamente avanti e indietro. Il nome “sonno paradossale„ è meritato bene. La caratteristica di questi è segni di sonno profondo (atonia del muscolo) nell'ambito di un'attività di cervello, che è molto simile a quelle nello stato del risveglio e dei movimenti di occhio. Questa fase di sonno è stata scoperta negli anni 50 dai ricercatori francesi ed americani e sonno conseguentemente chiamato del movimento di occhio rapido (sonno) di rem, cioè sonno con i movimenti di occhio rapido. Perché può questo fenomeno sconosciuto essere utile? Per 70 anni, gli scienziati stanno sognando di ottenere al fondo del mistero. Grazie alla cooperazione produttiva fra le università di Berna e Friburgo, questo sogno hanno potuto ora avverarsi.

Le ali della farfalla hanno sistemato i neuroni

Per parecchi anni, il gruppo piombo da Franck Girard e Marco Celio all'università di Friburgo ha studiato i neuroni sotto il microscopio, che si presentano nel tronco encefalico e formano una struttura che è rievocativa delle ali della farfalla, che è perché era papilio batezzato del nucleo.

Questi neuroni sono associati con i centri nervosi multipli, particolarmente quelli responsabili del movimento di occhio e quelli in questione nel controllo di sonno. Di conseguenza, ci siamo fatto la seguente domanda: può il gioco dei neuroni di papilio del nucleo un ruolo nel controllo dei movimenti di occhio durante il sonno?„

Franck Girard, università di Friburgo

Più forte insieme

Per verificare questa ipotesi, i ricercatori di Friburgo si sono girati verso il gruppo di ricerca intestato dal Dott. C. Gutiérrez Herrera e prof. A. Adamantidis al dipartimento della neurologia al Inselspital, all'ospedale universitario Berna ed al dipartimento per la ricerca biomedica dell'università di Berna, che stanno studiando il sonno in mouse. “Con la nostra sorpresa, abbiamo trovato che questi neuroni sono particolarmente attivi nella fase di sonno paradossale,„ riferiamo il Dott. Carolina Gutierrez. I ricercatori da Berna hanno riunito più molto attentamente il ciclo intorno ai neuroni di papilio del nucleo e potevano dimostrare con l'aiuto dei metodi optogenetic (tecniche ottiche e genetiche combinate) che la loro attivazione artificiale causa a movimento di occhio rapido, particolarmente durante questa fase di sonno. Per contro, l'inibizione o l'eliminazione di questi stessi neuroni blocca il movimento degli occhi.

Dopo “come„ “perché„!

Ora che è chiaro che i neuroni di papilio del nucleo svolgono un ruolo importante nel movimento di occhio durante il sonno di rem, è importante scoprire che funzione questo fenomeno ha. È dovuto l'esperienza visiva nei sogni? Importa nella conservazione delle memorie? “Ora che possiamo specificamente attivare il papilio del nucleo “a richiesta„ in mouse con i metodi optogenetic, possiamo potere trovare le risposte a queste domande,„ dice Antoine Adamantidis. Il punto seguente, tuttavia, sarà di confermare l'attivazione dei neuroni di papilio del nucleo durante il sonno di rem in esseri umani. I ricercatori ancora non hanno trovato il tasto ai loro sogni, ma sono venuto un modo lungo.

Una migliore comprensione dei circuiti neurali in questione nel sonno paradossale è quindi un requisito indispensabile per la comprensione per esempio come questi neuroni sono a cambiamenti degeneranti inclini nelle malattie quale Parkinson.

Source:
Journal reference:

Gutierrez Herrera, C., et al. (2019) Neurons in the Nucleus papilio contribute to the control of eye movements during REM sleep. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-019-13217-y.