Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli esseri umani moderni in anticipo in Africa del Sud hanno cucinato gli impianti amidacei 170 mila anni fa

“Gli abitanti del confine franano le montagne di Lebombo sul confine eSwatini/di Kwazulu Natal stavano cucinando gli impianti amidacei 170 mila anni fa,„ dice il professor Lyn Wadley, uno scienziato dall'istituto evolutivo di studi di spiriti all'università del Witwatersrand, Sudafrica (spiriti ESI). “Questa scoperta è molto più vecchia di più presto riferisce per la cottura degli impianti simili e fornisce una comprensione affascinante nelle pratiche comportamentistiche degli esseri umani moderni in anticipo in Africa del Sud. Egualmente implica che abbiano diviso l'alimento ed abbiano utilizzato i bastoni di legno per estrarre gli impianti dalla terra.„

“È straordinario che tale resti fragile dell'impianto è sopravvissuto a per tanto tempo,„ dice il Dott. Christine Sievers, uno scienziato dall'università del Witwatersrand, che ha ultimato i lavori archaeobotanical con Wadley. Le piante alimentari in sotterraneo sono state scoperte durante gli scavi al confine franano le montagne di Lebombo (sul confine della provincia, del Sudafrica e del eSwatini di Kwazulu Natal [precedentemente Swaziland]), dove il gruppo sta scavando dal 2015. Durante lo scavo, Wadley e Sievers hanno riconosciuto i piccoli, cilindri carbonizzati come rizome. Tutti sembrano appartenere alle stesse specie e 55 carbonizzati, intere rizome sono stati identificati come Hypoxis, comunemente chiamato il fiore giallo della stella.

Il più probabile delle specie che crescono in Kwazulu Natal oggi è il angustifolia snello-coperto di foglie del Hypoxis che è favorito come alimento. Ha piccole rizome con carne bianca che è più gradevole al palato della carne amara e arancio delle rizome dalle specie medicinali meglio conosciute del Hypoxis (in modo errato chiamate African Potato).„

Dott. Christine Sievers, scienziato, università del Witwatersrand

Le identificazioni di impianto della caverna del confine sono state fatte sulla dimensione e sulla forma delle rizome e sulla struttura vascolare esaminata sotto un microscopio elettronico a scansione. Le rizome moderne del Hypoxis e le loro controparti antiche hanno le simili strutture cellulari e stesse le inclusioni dei gruppi di cristallo microscopici, chiamate rafidio. Le funzionalità sono ancora riconoscibili anche negli esemplari carbonizzati. Su un periodo quadriennale, Wadley e Sievers hanno fatto una collezione delle rizome e dei geophytes moderni dall'area di Lebombo. “Abbiamo confrontato le funzionalità botaniche dei geophytes moderni e gli esemplari carbonizzati antichi, per identificarli,„ spiega Sievers.

Le rizome del Hypoxis sono nutrienti e ricche in carboidrati con un valore di energia di circa 500 KJ/100g. Mentre sono crudo commestibile, le rizome sono fibrose ed hanno alta resistenza di frattura fino a cucinarle essi. Le rizome sono ricche in amido e sarebbero state un alimento vegetale ideale della graffetta. “Cucinare delle le rizome ricche di fibra le avrebbe rese più facili staccare e digerire in modo da più di loro potrebbero essere consumati ed i vantaggi nutrizionali sarebbero maggiori,„ dice Wadley.

Bastoni di scavatura di legno utilizzati per estrarre gli impianti dalla terra

“La scoperta egualmente implica l'uso dei bastoni di scavatura di legno estrarre le rizome dalla terra. Uno di questi strumenti è stato trovato alla caverna del confine ed è direttamente datato circa a 40.000 anni fa,„ dice il co-author del documento e del co-direttore dello scavo, d'Errico del professor Francesco, (Centre National de la Recherche Scientifique (il CNRS), Université de Bordeaux, la Francia ed università di Bergen, di Norvegia). Il Dott. Lucinda Backwell (Instituto Superior de Estudios Sociales, ISES-CONICET, San Miguel de Tucumán, Argentina) egualmente co-ha creato il documento ed era un co-direttore dello scavo.

Gli impianti sono stati cucinati e diviso stati

Le rizome del Hypoxis principalmente sono recuperato state dai camini e la cenere scarica piuttosto che da sedimento circostante. “Gli abitanti della caverna del confine avrebbero scavato le rizome del Hypoxis dal pendio di collina vicino alla caverna e portato loro di nuovo alla caverna per cucinarle nelle ceneri dei camini,„ dice Wadley. “Il fatto che sono stati portati di nuovo alla caverna piuttosto di quanto cucinati nel campo suggerisce che l'alimento sia stato diviso alla casa base. Ciò suggerisce che le rizome siano state arrostite in ceneri e che, nel trattamento, alcuni sono stati persi. Mentre la prova per la cottura è circostanziale, ciò nonostante sta costringendo.„

Scoperte alla caverna del confine

Questa nuova scoperta aggiunge alla lista lunga dei ritrovamenti importanti alla caverna del confine. Il sito è stato scavato ripetutamente da quando il dardo di Raymond in primo luogo ha funzionato nel 1934 là. Fra le scoperte più iniziali era la sepoltura di un bambino con una conchiglia del cono a 74.000 anni fa, a vari strumenti dell'osso, ad un'unità di conteggio antica, alle perle del guscio d'uovo dello struzzo, alla resina ed al veleno che può essere usato una volta sulle armi di caccia.

Il sito di eredità della caverna del confine

La caverna del confine è un sito di eredità con un piccolo museo del sito. Caverna e museo sono aperti al pubblico, sebbene le prenotazioni siano essenziali [Olga Vilane (+27) (la 0) 72 180 4332]. Wadley ed i suoi colleghi sperano che la scoperta della caverna del confine sottolini l'importanza del sito come risorsa culturale insostituibile per il Sudafrica ed il resto del mondo.

Circa il angustifolia del Hypoxis

Il angustifolia del Hypoxis è sempreverde, in modo da ha visibilità annuale, a differenza delle specie decidue più comuni del Hypoxis. Prospera in vari habitat moderni ed è così probabile avere ampia distribuzione nel passato come fa oggi. Si presenta in Africa Subsahariana, Sudan del sud, alcune isole dell'Oceano Indiano e molto lontano quanto l'Yemen. La sua presenza nell'Yemen può implicare ancora il più ampia distribuzione di questo impianto del Hypoxis durante gli stati umidi precedenti. Le rizome di angustifolia del Hypoxis si sviluppano in mucchi che tanti possono essere raccolti immediatamente. “Gli attributi di tutta rizoma implicano che potrebbe fornire una sorgente affidabile e esperta dell'alimento per trekking iniziale degli esseri umani in Africa, o persino dall'Africa,„ hanno detto Lyn Wadley. I cacciatori raccoglitori tendono ad essere altamente mobili in modo dall' ampia distribuzione di un alimento vegetale potenziale della graffetta avrebbe assicurato l'obbligazione dell'alimento.