Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo radiotraccitore può fornire le comprensioni in come il cuore recupera dopo infarto miocardico

Le visioni di come il cuore recupera dopo che l'infarto miocardico (attacco di cuore) può essere ottenuto con un nuovo radiotraccitore quel mira all'attività del fibroblasto prima di che causa il danno permanente. Secondo la ricerca pubblicata nell'edizione di dicembre del giornale di medicina, di tomografia a emissione di positroni nucleari 68Ga-FAPI-04 (PET) può efficacemente l'attivazione del fibroblasto di immagine dopo infarto miocardico, identificando una finestra di tempo durante cui la fibrosi cardiaca può essere impedita ed il corso di malattia alterato.

Dopo un attacco di cuore, i fibroblasti svolgono un ruolo importante nell'intervento plastico, conservante l'integrità strutturale del cuore. Tuttavia, l'eccessiva fibrosi può piombo a rigidezza aumentata del ventricolo sinistro ed alla contrazione cardiaca in diminuzione. Poichè l'infarto rimane una sorgente importante della morbosità e della mortalità recenti dopo un attacco di cuore, gli autori di studio hanno cercato di valutare la possibilità di fibroblasti attivati la rappresentazione dopo infarto miocardico facendo uso di un inibitore della proteina di attivazione del fibroblasto del romanzo (FAP) 68Ga-labeled.

Sappiamo che la presenza temporospatial di fibroblasti attivati nel miocardio danneggiato predice la qualità di ricostruzione cardiaca dopo un attacco di cuore. Di conseguenza, la rappresentazione dei fibroblasti attivati facendo uso dell'ANIMALE DOMESTICO 68Ga-FAPI-04 può avere valore diagnostico e prognostico significativo, in grado di aiutare nella gestione clinica dei pazienti dopo infarto miocardico.„

Zohreh Varasteh, PhD, ricercatore al TUM del der di Isar del der dei rechts di Klinikum a Monaco di Baviera, Germania

Lo studio preclinico ha incluso 20 ratti sottoposti ad infarto miocardico tramite la legatura permanente dell'arteria coronaria discendente anteriore sinistra come pure quattro falsità-gestiscono i ratti che hanno subito la stessa procedura eccetto la legatura. In vivo la rappresentazione con l'ANIMALE DOMESTICO 68Ga-FAPI-04 è stata eseguita agli un, tre, sei, 14, 23 e 30 giorni dopo l'infarto miocardico e con 18F-FDG i tre giorni dopo infarto miocardico. Gli studi dinamici dell'ANIMALE DOMESTICO 68Ga-FAPI-04 e di didascalia sono stati svolti sui ratti di infarto miocardico il giorno sette. Ex vivo la rappresentazione, l'autoradiografia, gli studi istologici e la macchiatura dell'immunofluorescenza egualmente sono stati condotti per convalidare i risultati in vivo della rappresentazione.

I ricercatori hanno trovato che l'assorbimento dell'ANIMALE DOMESTICO 68Ga-FAPI-04 ha alzato i sei giorni verticalmente dopo la legatura e sono diminuito rapido al livello di sfondo entro due settimane dopo infarto. L'assorbimento si è accumulato pricipalmente alla zona del confine del miocardio colpito da infarto, con l'assorbimento ad alto contrasto e minimo in miocardio normale. L'assorbimento minimo è stato notato in ratti che hanno ricevuto una dose di didascalia di FAPI-04 non contrassegnato. La posizione esatta dell'assorbimento 68Ga-FAPI-04 è stata confermata ex vivo dalla rappresentazione come pure dai risultati istologici e di autoradiografia.

“Mentre lo sviluppo preclinico degli approcci anti-fibrotici potenziali lontano è avanzato, c'è stato poca convalida clinica dovuto la mancanza di tecnologie dell'immagine sensibili e specifiche per la valutazione la progressione o della regressione cardiaca di fibrosi. In questo senso, l'ANIMALE DOMESTICO 68Ga-FAPI-04 è emerso come uno strumento importante per la rilevazione dei trattamenti fibrotici negli sforzi per migliorare terapia dell'infarto,„ Varasteh ha detto.

Varasteh è continuato, “in futuro, questi avanzamenti nella rappresentazione può anche applicarsi ad altre circostanze connesse con l'attivazione dei fibroblasti, quali cardiomiopatie ischemiche, dilatate ed ipertrofiche di ipertensione, la cardiotossicità in relazione con la terapia del cancro, la cirrosi epatica e la fibrosi polmonare.„

Source:
Journal reference:

Varasteh, Z., et al. (2019) Molecular Imaging of Fibroblast Activity After Myocardial Infarction Using a 68Ga-Labeled Fibroblast Activation Protein Inhibitor, FAPI-04. The Journal of Nuclear Medicine. doi.org/10.2967/jnumed.119.226993.