Le fluttuazioni della temperatura hanno potuto dare le indicazioni iniziali della malattia del trapianto contro l'ospite

Dal video la temperatura corporea dei mouse che avevano subito il midollo osseo trapianta continuamente, ricercatori poteva individuare i segni di allarme immediato della malattia del trapianto contro l'ospite -; una risposta pericolosa e a volte micidiale del sistema immunitario trapiantato -; in un modo semplice e non invadente.

Se i simili reticoli della temperatura possono essere individuati in pazienti umani, i ricercatori all'università del Michigan sono ottimisti che i videi portabili della temperatura potrebbero offrire un metodo pratico e a basso costo per rapidamente identificare i pazienti che stanno sviluppando la complicazione -; e contribuisca così ad accelerare gli interventi e diminuire la mortalità.

Il nostro studio era un proof of concept per l'ipotesi che le fluttuazioni della temperatura potrebbero darci le indicazioni iniziali della risposta immunitaria che precipitante a cascata quella piombo a GVHD. Abbiamo veduto i cambiamenti nei dati della temperatura nella prima settimana dopo trapianto, che è più in anticipo di che cosa è corrente possibile per rilevazione non invadente di GVHD in mouse o in esseri umani.„

Muneesh Tewari, M.D., Ph.D., studia l'autore senior, ricercatore, centro del Cancro di U-M Rogel

I risultati del gruppo sul usando il controllo della temperatura per diagnosticare la malattia del trapianto contro l'ospite per comparire nel sangue del giornale avanza. La ricerca piombo dai colleghi Kuang lui, Ph.D. e Hideaki Fujiwara, M.D., Ph.D. ed ha compreso una collaborazione vicina fra i gruppi di ricerca della facoltà di Tewari, Zhenke Wu, Ph.D. del banco di U-M della salute pubblica e Choi estratto cantato, M.D. e Pavan Reddy, M.D., della facoltà di medicina.

I trapianti del midollo osseo sono un trattamento comune per i cancri compreso la leucemia, linfoma e mieloma. GVHD accade quando il sistema immunitario dal donatore del trapianto vede le celle del destinatario come invasori e li attacca. Fino alla metà dei destinatari del trapianto svilupperà GVHD acuto, di cui un terzo sarà casi severi, uno studio recente trovato.

I biomarcatori per la malattia del trapianto contro l'ospite sono stati sviluppati, ma l'inizio di GVHD di predizione in diversi pazienti rimane impreciso, nota Tewari, un professore di medicina interna alla facoltà di medicina di U-M e di assistenza tecnica biomedica, di un dipartimento unito della facoltà di medicina e della facoltà di ingegneria.

L'apprendimento automatico usato del gruppo di ricerca per individuare i reticoli sottili nei dati della temperatura prima delle tendenze ovvie sarebbe evidente agli osservatori umani.

Hanno analizzato le letture della temperatura e, poiché i mouse sono notturni, le differenze orare della temperatura di giorno-notte. Entrambe le misure potevano distinguere le differenze fra i mouse a GVHD incline nei primi quattro - sei giorni dopo trapianto.

Per estendere la ricerca agli esseri umani, ulteriore studio è necessario valuta i reticoli della temperatura in pazienti umani e capire meglio i fattori di complicazione potenziali quali le variazioni nella temperatura ambiente, nella presenza di infezione o nell'uso dei farmaci che possono alterare la temperatura corporea.

Source:
Journal reference:

He, K., et al. (2019) Computational analysis of continuous body temperature provides early discrimination of graft-versus-host disease in mice. Blood Advances. doi.org/10.1182/bloodadvances.2019000613.