La nuova medicina può rivoluzionare il trattamento delle malattie infiammatorie e del cancro

Una medicina sta sviluppanda aFriedrich-Alexander-Universität Erlangen-Nürnberg (FAU) che gestisce la concentrazione di radicali dell'ossigeno in celle immuni e potrebbe rivoluzionare il trattamento delle malattie infiammatorie o persino del cancro.

Il progetto “NeutroCure„ ha ricevuto il finanziamento di circa tre milione euro dall'Unione Europea come componente del programma di orizzonte 2020.

Le specie reattive dell'ossigeno (ROS), conosciute più comunemente come i radicali dell'ossigeno, sono sia una benedizione che una maledizione: in un organismo che sano regolamentano la crescita delle cellule, che moduli i trattamenti e la guida infiammatori per catturare ed eliminare gli agenti patogeni.

Nelle alte concentrazioni, tuttavia, il tessuto di danno di ROS, causa l'infiammazione incontrollata ed è compreso nell'avviamento il cancro e delle malattie autoimmuni.

, Tuttavia, i radicali amplianti dell'ossigeno possono effettivamente piombo paradossalmente ad una maturazione. Per trarre giovamento da questo effetto nelle applicazioni cliniche, una nuova medicina innovatrice sta sviluppanda a FAU.

Aumenta deliberatamente la concentrazione di ROS in neutrofili, celle speciali nel sistema immunitario congenito. Ciò può risolvere l'infiammazione o amplificare la formazione di sangue, quindi combattente la distruzione delle cellule staminali nel midollo osseo.

Il progetto sta coordinando da prof. il Dott. Andriy Mokhir (presidenza di chimica organica II). Dipartimento di medicina 3 - la reumatologia e l'immunologia a Universitätsklinikum Erlangen (Dott. Markus Hoffmann del palladio, prof. Dott. Martin Herrmann e prof. Dott. Georg Schett) ed ai centri di ricerca in Gran Bretagna, in Francia, in Svezia, in Spagna ed in Ucraina egualmente sono comprese.