La scoperta ha potuto aprire la strada per le nuove droghe di cancro al seno

Eric Prossnitz, PhD, speranze di aiutare molti del 12% delle donne americane che sono aggettate essere diagnosticate con cancro al seno nelle loro vite. Lui ed il suo gruppo recentemente hanno terminato gli studi su un composto che pensano potrebbero essere fatti per attaccare diversamente le celle di cancro al seno che le droghe correnti. Il loro lavoro è riferito nell'emissione online di novembre di biologia del prodotto chimico delle cellule.

Prossnitz capisce di prima mano il percorso lungo fra la scoperta e l'approvazione degli Stati Uniti Food and Drug Administration. Uno scienziato del cancro e di professore all'università di centro completo del Cancro del New Mexico, ha studiato il cancro al seno per i 15 anni scorsi. Uno dei composti che lui ed il suo gruppo hanno scoperto nel 2006 è stato conceduto una licenza a a terapeutica di Linneo per il trattamento del melanoma e di altri cancri. I test clinici di fase I hanno cominciato al centro completo del Cancro di UNM nel 2019.

Prossnitz rimane prudentemente ottimista che il composto lui ed il suo gruppo ora sta studiando potrebbe aiutare migliaia di donne. Secondo la sorveglianza dell'istituto nazionale contro il cancro, il programma di risultati finali e dell'epidemiologia, più di 80% delle donne con cancro al seno ha cancro al seno ricevitore-positivo dell'estrogeno (ER+).

Le droghe di cancro al seno anti-ormonali disponibili -; le droghe gradiscono il tamoxifene e fulvestrant -; lavori molto bene, ma funzionano in soltanto circa due terzi delle donne con i cancri al seno di ER+. E, alcune di queste donne inizialmente rispondono ma d'altra parte il loro cancro al seno ritorna in un modulo che resiste alla droga.

“È un gran numero delle donne,„ Prossnitz dice. Nel 2019 da solo, più di 60.000 donne potrebbero affrontare un nuovo o cancro al seno ricorrente di ER+ che non risponderà alla terapia anti-ormonale.

Prossnitz ed il suo gruppo scoperti determinati anni fa quel altro recettore cellulare risponde alle droghe anti-ormonali. Lo ha nominato GPER, dato che il G proteina-ha accoppiato il ricevitore dell'estrogeno. Mentre il ricevitore primario dell'estrogeno, ER-alfa, risiede soprattutto dentro il nucleo di una cella, GPER si siede all'interno delle membrane cellulari.

Il tamoxifene e le droghe lo gradiscono, bloccano il ricevitore dell'ER-alfa, mentre droghe fulvestrant e simili incita la cella a degradarlo. Bloccando o degradando il ricevitore dell'ER-alfa, queste droghe anti-ormonali notevolmente diminuiscono il segnale affinchè la cellula tumorale si sviluppino e riprodurrsi. Ma, poichè Prossnitz ed il suo gruppo precedentemente hanno indicato, egualmente attivano i segnali di GPER e di GPER la cella continuare crescere e riprodurrsi.

l'ER-alfa è quella [ricevitore] quella giochi un ruolo importante nel cancro al seno di ER+.„

Eric Prossnitz, scienziato del cancro e di professore all'università di Cancro completo del New Mexico concentra

La maggior parte delle celle di cancro al seno seguono il segnale dell'ER-alfa e muoiono nei termini quando l'ER-alfa è bloccata o degradata. Ma un numero molto piccolo di celle di cancro al seno possono seguire il segnale di GPER e sopravvivere a. E quelle celle possono svilupparsi nei tumori aggressivi che più non rispondono alle droghe anti-ormonali.

Prossnitz ed il suo gruppo hanno scoperto un composto determinati anni fa AB-1 chiamato che le legature all'ER-alfa ma non attiva GPER, quindi evitanti l'effetto secondario indesiderabile delle droghe anti-ormonali correnti. In loro documento chimico di biologia delle cellule, riferiscono i loro studi che descrivono l'associazione unica di AB-1 ed il comportamento di attività.

Come hanno fatto precedentemente, Prossnitz ed il suo gruppo stanno funzionando per cambiare la struttura di AB-1 per gestire più strettamente i sui beni, prima che diventino gli studi preclinici. Prossnitz ha una conoscenza di con il percorso ed ancora, spera di sviluppare una droga che avvantaggierà molte donne con cancro al seno.

Source:
Journal reference:

Revankar, C.M., et al. (2019) A Selective Ligand for Estrogen Receptor Proteins Discriminates Rapid and Genomic Signaling. Cell Chemical Biology. doi.org/10.1016/j.chembiol.2019.10.009.