Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le celle immuni potrebbero contribuire ad uccidere le cellule tumorali, studio dei ritrovamenti

In un nuovo studio, i ricercatori dall'istituto del Cancro di UCL hanno trovato che un sottoinsieme delle celle immuni è capace delle cellule tumorali di uccisione quando sono attivati. Ciò ha potuto stendere la prima pietra per le efficaci terapie anticancro crede i ricercatori.

celle immuni e cancroCredito di immagine: Christoph Burgstedt/Shutterstock.com

Lo studio nominato, “celle di T regolarici reprime l'interleuchina 2 e l'acquisizione di Blimp-1-Dependent della funzione citotossica dalle celle di T di CD4+„ è stata pubblicata nell'ultima emissione dell'immunità del giornale sul settima del gennaio 2020.

Attivazione delle celle immuni sopra immunoterapia

Questo studio piombo dai professor Sergio Quezada e Karl Peggs, che aveva condotto la ricerca precedente sulla stessa teoria, ha trovato che quando il sistema immunitario è sottoposto ad immunoterapia, alcune delle celle sono attivate.

Queste celle di T attivate di CD4+ erano inizialmente probabilmente celle di assistente e regolamentano le celle immuni. Una volta attivate, queste celle sono state trovate per diventare celle dell'uccisore e direttamente per uccidere le cellule tumorali. Ciò è stata provata negli studi sugli animali sui mouse del laboratorio, gli autori ha scritto.

Risultati di studio

Lo studio costituito un fondo per tramite la ricerca sul cancro Regno Unito era un'analisi approfondita di che cosa è accaduto al livello cellulare, per vedere che cosa le celle immuni fanno alle cellule tumorali. I meccanismi cellulari di queste attività sono stati descritti in questa ricerca.

I risultati hanno rivelato che nelle celle di T, un fattore di crescita chiamato interleuchina 2 (IL-2) era il fattore principale dietro le attività delle cellule o citotossiche di uccisione. Ciò si è aiutata “dal fattore di trascrizione„ Blimp-1. Entrambi fattori sono responsabili dell'iniziare le attività dell'uccisore delle celle di T di CD4+ all'interno dei cancri.

Abbiamo saputo che queste celle immuni hanno avute la capacità dinamico di uccidere le cellule tumorali con la potenza incredibile, ma massimizzare il loro potenziale, abbiamo dovuto sapere questo meccanismo è stato attivato. La nostra scoperta fornisce la prova e la spiegazione razionale per l'utilizzazione del Blimp-1 per massimizzare l'attività antitumorale delle celle di T di CD4+. Il lavoro ora è in corso nel nostro laboratorio sviluppare le nuove terapie cellulari personali dove l'attività di Blimp-1 può essere maxed fino a controllo potente del tumore dell'unità.„

Il professor Sergio Quezada, istituto del Cancro di UCL

Il gruppo ha spiegato che i linfociti T tipi sono generalmente le celle dell'attaccante del sistema immunitario, mortali le celle infettate intorno all'organismo. Queste celle, tuttavia, sono normalmente incapaci delle cellule tumorali di uccisione perché le cellule tumorali si compongono delle proprie celle dell'organismo. Quando queste celle di T sono attivate facendo uso di immunoterapia, sono modificate in moda da poterle attaccare essi le cellule tumorali. La sfida reale di immunoterapia si trova così nell'attivazione delle celle di T, spiegate i ricercatori.

Modelli del mouse di cancro

Il gruppo ha usato transplantable ed i modelli autoctoni del mouse di cancro, hanno scritto i ricercatori. Hanno spiegato, “gioco delle cellule di T di CD4+ un ruolo chiave nel regolamento delle risposte immunitarie all'auto ed antigeni non Xeros, differenziantesi nei vari sottoinsiemi dell'assistente e delle celle di T regolarici ed istruente la funzione delle celle di T di CD8+, delle celle di NK e dei macrofagi.

Ciò nonostante, piccolo è ancora sa circa la biologia delle celle di T tumore-reattive di CD4+ durante la progressione del tumore e l'immunoterapia del cancro. Per di più, recentemente abbiamo dimostrato che le celle di T tumore-reattive di CD4+ possono anche acquistare l'attività citotossica granzyme-dipendente e direttamente mirare ed uccidere alle celle del tumore in vivo.„ Questo studio è stato intrapreso così per vedere come le funzioni di queste celle di T tumore-reattive CD4 potrebbero essere controllate ed hanno modificato.

Il gruppo ha concluso che l'tumore-infiltrazione CD4 + celle di T dimostra l'assistente di T e le funzionalità citotossiche. Ulteriori celle di Treg (celle regolarici di T) diminuiscono la disponibilità di IL-2, che è essenziale per le funzionalità citotossiche delle celle di T.

Scrivono che la T-scommessa è richiesta per l'espressione di gamma dell'interferone (IFN-γ) all'interno delle celle di CD4+. Da un lato, Blimp-1 è richiesto per GzmB (espressione di granzyme B) nelle celle di T una volta stimolato da IL2, ma la T-scommessa non è necessario per l'espressione di GzmB.

Applicando questi risultati alle terapie

Il professor Karl Peggs ha detto nella sua istruzione, “le terapie cellulari recentemente hanno fornito soltanto la corrente principale in termini di applicazione clinica. Molto rimane sconosciuto considerando quanto il più bene ottimizzare queste terapie, per permettere specialmente alla migliore attività nei cancri solidi dell'organo. I nostri risultati estendono la nostra comprensione dei regolatori di differenziazione a cellula T, illuminare i nuovi elementi che potrebbero essere mirati a per migliorare l'efficacia terapeutica.„

Da ricerca sul cancro Regno Unito, il Dott. Emily Farthing, gestore di informazioni della ricerca ha detto nella sua istruzione, “la ricerca come questa aiuta meglio gli scienziati a capire le difficoltà del nostro sistema immunitario e come può essere utilizzata per uccidere le cellule tumorali. Questo lavoro in laboratorio aggiunge a prova crescente per il potenziale di immunoterapia ed eventualmente piombo allo sviluppo di trattamenti più efficaci per la gente influenzata da cancro.„

Journal reference:

Śledzińska, A. et al. (2020). Regulatory T Cells Restrain Interleukin-2- and Blimp-1-Dependent Acquisition of Cytotoxic Function by CD4+ T Cells. Immunity. DOI: https://doi.org/10.1016/j.immuni.2019.12.007

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2020, January 08). Le celle immuni potrebbero contribuire ad uccidere le cellule tumorali, studio dei ritrovamenti. News-Medical. Retrieved on November 25, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200108/Immune-cells-could-help-kill-cancer-cells-finds-study.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Le celle immuni potrebbero contribuire ad uccidere le cellule tumorali, studio dei ritrovamenti". News-Medical. 25 November 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200108/Immune-cells-could-help-kill-cancer-cells-finds-study.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Le celle immuni potrebbero contribuire ad uccidere le cellule tumorali, studio dei ritrovamenti". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200108/Immune-cells-could-help-kill-cancer-cells-finds-study.aspx. (accessed November 25, 2020).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2020. Le celle immuni potrebbero contribuire ad uccidere le cellule tumorali, studio dei ritrovamenti. News-Medical, viewed 25 November 2020, https://www.news-medical.net/news/20200108/Immune-cells-could-help-kill-cancer-cells-finds-study.aspx.