Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio dimostra la fattibilità di dare l'intero corso di radiazione in di meno che un secondo

I malati di cancro possono l'un giorno potere ottenere il loro intero corso della radioterapia in di meno che un secondo piuttosto che entrando per il trattamento nel corso di parecchie settimane ed i ricercatori nel centro del Cancro di Abramson dell'università della Pennsylvania hanno intrapreso i primi punti verso rendergli una realtà. In un nuovo rapporto ha pubblicato oggi nel giornale internazionale dell'oncologia di radiazione, biologia e la fisica, ricercatori dettaglia come hanno usato la radiazione del protone per generare il dosaggio stato necessario teoricamente per dare ad un malato di cancro il loro intero corso della radioterapia in un trattamento rapido. Ha conosciuto come radioterapia ISTANTANEA ed è un paradigma sperimentale che potrebbe rappresentare una profonda trasformazione per il mondo dell'oncologia in futuro. In questo studio, i ricercatori egualmente hanno trovato che il FLASH ha dimostrato lo stesso effetto sui tumori della radiazione tradizionale del fotone mentre risparmiava il tessuto sano dovuto il tempo di esposizione di scarsità.

Ciò è la prima volta chiunque ha pubblicato i risultati che dimostrano la fattibilità di usando i protoni - piuttosto che gli elettroni - per generare le dosi ISTANTANEE, con un acceleratore corrente usato per i trattamenti clinici.„

James M. Metz, MD, l'autore co-senior dello studio, Direttore del centro di terapia di Roberts Proton e della presidenza di oncologia di radiazione

Gli autori co-senior sullo studio sono Constantinos Koumenis, PhD, il Richard H. Chamberlain professore dell'oncologia della ricerca e Keith A. Cengel, il MD, il PhD, un professore associato dell'oncologia di radiazione, entrambe a scuola di medicina del Perelman di Penn.

Metz ha notato che altri gruppi di ricerca hanno generato le simili dosi facendo uso degli elettroni, che non penetrano abbastanza in profondità nell'organismo per essere clinicamente utili come trattamento del cancro per i tumori interni. Altri gruppi hanno provato l'approccio con i fotoni convenzionali, ma le unità attualmente disponibili del trattamento non hanno la capacità di generare il dosaggio necessario. Questo studio mostra, quello con le modifiche tecniche, gli acceleratori attualmente disponibili per i protoni può raggiungere oggi le dosi ISTANTANEE con gli effetti biologici.

Il tasto per il gruppo di Penn era la capacità di generare la dose con i protoni e perfino in quella regolazione, i ricercatori hanno dovuto sviluppare specialmente gli strumenti stati necessari efficacemente e misurare esattamente le dosi di radiazioni, poiché i rivelatori standard erano rapidamente saturato dovuto gli alti livelli di radiazione. Il centro di terapia di Roberts Proton comprende una stanza dedicata della ricerca eseguire gli esperimenti come questi, permettendo che i ricercatori usino parallelamente i piedi di radiazione del protone e del fotone appena dalla clinica. È uno dei pochi impianti nel mondo con quelle funzionalità uniche e Metz ha detto che questa infrastruttura è che cosa gli esperimenti ISTANTANEI di Penn fatto possibili.

“Abbiamo potuti mettere a punto i sistemi specializzati nella stanza della ricerca generare le dosi ISTANTANEE, dimostriamo che possiamo gestire il raggio del protone ed eseguiamo tantissimi esperimenti per aiutarci a capire le implicazioni di radiazione ISTANTANEA che non potremmo fare semplicemente con un'impostazione più tradizionale della ricerca,„ Metz abbiamo detto.

I ricercatori hanno detto che già stanno cominciando ad ottimizzare come avrebbero usato questo per scolarsi la strada per i test clinici, compreso intraprendere le azione necessarie per tradurre l'abilità dalla stanza della ricerca ad uno spazio clinico come pure la progettazione del delivery system per il FLASH in esseri umani.