Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La gente più anziana può migliorare la loro visione cambiando la potenza dei vetri

In generale, lo svedese la vista di 70 anni è buono, ma molti potrebbero vedere ancora migliore. Sei in dieci può migliorare la loro visione ottenendo gli occhiali o cambiando la potenza dei vetri che già hanno, secondo un nuovo studio dall'università di Gothenburg.

Siamo realmente in buona salute ed abbiamo buona vista in Svezia ed essere 70 non deve significare la vostra visione è povero. È facile da ottenere ha controllato da un ottico, che può offrire i vetri giusti o farvi riferimento ad un oftalmologo se necessario.

Studente di Lena Havstam Johansson, di PhD all'accademia di Sahlgrenska, università di Gothenburg ed infermiere oftalmico all'ospedale universitario di Sahlgrenska

Nello studio, la grande maggioranza del 70enni era contenta con la loro vista, ma molte hanno sopravvalutato come possono realmente vedere. Più di capaci provato di metà (61,5 per cento) di vedere considerevolmente migliore ottenendo i vetri o cambiando la potenza di quelle già hanno avuti.

“Il danno visivo può salire su voi, rendendola difficile notare che i vostri occhi stanno peggiorando. Così è una buona idea visualizzare regolarmente un ottico quando ottenete più vecchio, anche se non ritenete la vostra vista sta deteriorandosi,„ Havstam Johansson dice.

Lo studio indica che come la gente percepisce il loro la propria vista corrisponde male alla realtà. Di quelli di cui la visione si era deteriorata, la maggioranza ciò nonostante ha considerato la loro vista buona.

Soprattutto, era la sensibilità diminuita di contrasto che ha incitato la gente a pensare la loro vista era povera. I difetti del campo visivo o dell'acuità visiva alterata hanno avuti di meno di un impatto su come hanno percepito la loro propria vista.

Madeleine Zetterberg, professore di oftalmologia all'università di accademia del Sahlgrenska di Gothenburg e di co-author dello studio

Lo studio copre 1.200 residenti di Gothenburg che tutti avevano risposto “un auto speciale? il questionario oculare riferito della morbosità„ come hanno percepito la loro vista ed hanno pensato sulle loro vite di tutti i giorni stava influenzando dai problemi della visione.

In collaborazione con un collega, Lena Havstam Johansson egualmente ha studiato la vista quasi della metà (560) di questo 70enni, in parecchi modi. Hanno esaminato la visione centrale dei partecipanti di studio (la parte usiamo quando guardiamo la TV o esaminiamo una pittura, per esempio), la loro visione periferica (la parte che ci permette di prendere che cosa sta andando fuori del nostro campo del fuoco) e la loro capacità percepire i contrasti (sensibilità di contrasto). Inoltre, la lente di ogni partecipante di studio e la retina sono state fotografate per individuare la malattia dell'occhio, se ce n'è.

Avere vetri di potenza sbagliata era ugualmente comune negli uomini ed in donne nello studio ma, gli uomini hanno avuti generalmente leggermente migliorano la vista che le donne. Ciò può essere spiegata parzialmente generalmente dall'più alta prevalenza della cataratta fra le donne. Ciò è stata confermata nello studio presente: Appena al disopra 27 per cento delle donne ha avuto cataratta, ma soltanto appena al disopra 19 per cento degli uomini. Molti dichiaranti che sono risultato avere cataratta erano già informati che hanno avuti questa malattia dell'occhio, mentre altri imparati di quando hanno fatti i loro provare occhi. La malattia dell'occhio più comune fra i partecipanti di studio esaminati era cataratta (23,4%), seguita da degenerazione maculare senile relativa all'età (AMD, 4,7%) e dal glaucoma (4,3%), mentre 1,4% hanno avuti retinopatia diabetica (cambiamenti retinici dovuto diabete).

Questi ed altri risultati dello studio presente erano recentemente accettati per la pubblicazione nell'acta Ophthalmologica del giornale scientifico. Lo studio fa parte dello studio basato sulla popolazione H70 su invecchiamento e sulle sue malattie che è stato in corso all'università di Gothenburg dall'inizio degli anni 70. Questo studio H70 fornisce una maschera delle tendenze di vita e di salubrità fra il 70enni ordinario ed anche la portata per il paragone dei che cosa ottenere più vecchio è stato come per le generazioni differenti.

Source:
Journal reference:

Johansson, L. H. et al. (2020) Vision‐related quality of life and visual function in a 70‐year‐old Swedish population. Acta Ophthalmologica. doi.org/10.1111/aos.14341