Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Manifestazioni di studio come i geni cancerogeni promuovono la metastasi

Cancro-promuovendo i geni MYC e TWIST1 coopti le celle di sistema immunitario per permettere alle cellule tumorali di spargersi, ma bloccare un punto chiave in questo trattamento può contribuire ad impedire la malattia svilupparsi.

Questi risultati, pubblicati oggi nel eLife, possono aiutare i clinici ad identificare i malati di cancro a rischio della metastasi, un trattamento in cui le cellule tumorali si spargono ad altre parti del corpo. Possono anche informare lo sviluppo di nuove strategie per impedire o trattare la metastasi.

La maggior parte delle morti in relazione con il Cancro sono causate dalla metastasi, ma non ci sono corrente i trattamenti disponibili fermarla. L'obiettivo principale della nostra ricerca è di capire come i geni cancerogeni permettono alla metastasi ed usano che le informazioni per identificare hanno mirato alle terapie che possono impedirla.„

Renumathy Dhanasekaran, autore principale, uno studente di PhD nella divisione di gastroenterologia e epatologia alla Stanford University, California

Dhanasekaran ed i suoi colleghi geneticamente hanno costruito i mouse per esprimere sia MYC che TWIST1 e per trovare che questi due geni dipromozione importanti piombo alle metastasi. Inoltre hanno veduto che le cellule tumorali hanno prodotto la infiammazione-promozione delle molecole Ccl2 e Il13, che attirano le celle immuni chiamate macrofagi e rendono loro più tumore-cella amichevole. Ciò lo rende più facile affinchè le cellule tumorali migri alle nuove aree dell'organismo.

Il gruppo dopo ha mostrato quello che espone i mouse con il cancro di fegato causato da MYC da solo alla metastasi di cause Ccl2 e Il13. Ma bloccare questa combinazione specifica di citochine è sembrato ostacolare il trattamento.

Per vedere se i due geni egualmente contribuissero alle metastasi in esseri umani, gli scienziati hanno analizzato 10.000 campioni dei tumori raccolti dagli esseri umani con 33 tipi differenti di cancri. Hanno trovato che i pazienti con MYC e TWIST1 erano meno probabili sopravvivere a, hanno prodotto più Ccl2 e Il13 ed hanno avuti più macrofagi nei loro tumori.

“Interessante, MYC e TWIST1 precedentemente sono stati indicati per cooperare in un modo positivo modulare l'infiammazione durante lo sviluppo embrionale,„ dice decano senior Felsher, il PhD, professore dell'autore nella divisione dell'oncologia alla Stanford University. “Questi cambiamenti del microenvironment sono necessari permettere alle celle mesodermal di migrare alla loro destinazione. Ma nei cancri umani multipli, sia MYC che TWIST1 sovra-sono espressi e suggeriamo che a loro volta causino l'invasione del tumore “dirottando„ questo programma di migrazione delle cellule embrionali.„

Per concludere, il gruppo ha riflesso i livelli Ccl2 e Il13 in 25 pazienti con il cancro di fegato e 10 pazienti di referenza con la cirrosi. Hanno trovato che soltanto i pazienti con il cancro di fegato avevano elevato i livelli delle due molecole e, di questo gruppo, quelli con i livelli elevati di Il13 erano più probabili avere tumori aggressivi.

“Questi risultati indicano che i pazienti con i cancri più aggressivi probabilmente avranno livelli elevati delle citochine Ccl2 e Il13 nel loro sangue,„ Felsher conclude. “Provare a queste molecole in futuro potrebbero contribuire ad identificare coloro che può trarre giovamento dalle terapie di combinazione che mirano loro.„

Source:
Journal reference:

Dhanasekaran,, R., et al. (2020) MYC and Twist1 cooperate to drive metastasis by eliciting crosstalk between cancer and innate immunity. eLife. doi.org/10.7554/eLife.50731.