Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il programma del Texas efficacemente diminuisce l'uso degli antipsicotici in figli in affidamento preadottivo

I ricercatori di Rutgers hanno trovato che una strategia del Texas per diminuire il farmaco antipsicotico per i bambini può servire da modello per altri programmi di Medicaid dello stato.

Lo studio è stato pubblicato nel giornale dell'accademia americana del bambino & della psichiatria adolescente.

La gioventù nel sistema di affidamento di minore degli Stati Uniti è circa cinque volte più probabilmente catturare i farmaci antipsicotici, classe A di farmaci per gestire la loro salubrità mentale e comportamentistica, che i bambini nel grande pubblico.„

Thomas Mackie, assistente universitario al banco di Rutgers della salute pubblica

Nella risposta, oltre 31 programma di Medicaid dello stato nazionalmente stanno sperimentando con differenti approcci per assicurare l'uso sicuro e giudizioso dei farmaci antipsicotici. Questi programmi di Medicaid sono sfidati per indirizzare queste preoccupazioni mentre però assicurando l'accesso ai farmaci antipsicotici è mantenuto per la gioventù che sono clinicamente ottimali, particolarmente quelli con psicosi, autismo e l'altro alimento degli Stati Uniti e per drogare le indicazioni cliniche Amministrazione-approvate.

La strategia del Texas comprende quattro elementi: una selezione di salute mentale amministrata presso 72 ore del bambino che è eliminato dal badante originale; un passaporto di salubrità che attinge ai i dati basati a reclami; una riga psichiatrica di consultazione per il personale, i badante ed i giudici di benessere dell'infanzia; e un esame retrospettivo di se i farmaci psicotropici prescritti hanno incontrato i parametri di best practice dello stato dopo il farmaco antipsicotico è stato prescritto e dispensato stato.

Lo studio ha cercato di esaminare se questo programma era efficace nella diminuzione del numero della gioventù nell'affidamento di minore ha prescritto i farmaci antipsicotici privi di marca per gestire i sintomi dei termini quali i disordini di comportamento o i disordini dell'iperattività dell'attenzione, mentre non faceva diminuire l'uso per i disordini con le indicazioni di FDA, quali i disordini di spettro di autismo o di disordine bipolare.

Dopo che la strategia ha cominciato, i ricercatori di Rutgers hanno trovato che il programma ha provocato approssimativamente i 5 per cento - 8 per cento di riduzione dell'uso antipsicotico per privo di marca trattato la gioventù per i termini come i disordini dell'iperattività dell'attenzione o di comportamento, mentre nessun cambiamento significativo è stato trovato per la gioventù trattata per i termini FDA-indicati.

Questi risultati indicano che il programma del Texas efficacemente ha diminuito l'uso dei farmaci antipsicotici per le circostanze prive di marca dove le preoccupazioni cliniche sono più grandi mentre non diminuiscono i farmaci antipsicotici per le circostanze FDA-indicate dove la prova più ben fondata esiste per uso antipsicotico fra la gioventù.

“Sebbene il modello del Texas iscriva soltanto le gioventù all'affidamento di minore, le simili innovazioni sempre più stanno estendere alla popolazione in genere della gioventù degli Medicaid-Assicurati,„ Mackie ha detto. “Questo studio fornisce la nuova prova importante che suggerisce che gli stati continuino a comprendere o rinnovare l'inclusione di questi servizi sanitari comportamentistici supplementari nelle disposizioni Medicaid-gestite di cura.„

Source:
Journal reference:

Mackie, T. I., et al. (2020) Antipsychotic Use Among Youth in Foster Care Enrolled in a Specialized Managed Care Organization Intervention. Journal of the American Academy of Child & Adolescent Psychiatry. doi.org/10.1016/j.jaac.2019.04.022.