La depressione prenatale sull'aumento in paesi bassi e con reddito medio, studio mostra

Le donne in paesi bassi ed a reddito medio lottano con molte emissioni di salubrità nella gravidanza e nel parto, ma poca attenzione è prestata alla depressione prenatale - che è sull'aumento in molti paesi in via di sviluppo, nuovo documento di PLOS UNO mostra.

Uno studio dai ricercatori di salute pubblica di Flinders University ha trovato i livelli aumentanti di depressione prenatale riferita in questi paesi e raccomanda più servizi urgentemente è necessario - specialmente nelle economie a basso reddito.

“La depressione durante la gravidanza è creduta spesso per essere un'emissione dei paesi sviluppati,„ dice il biostatistician Abel Fekadu Dadi, che piombo l'esame e l'analisi sistematici dei livelli prenatali della depressione in paesi bassi e con reddito medio.

“Dallo studio, abbiamo trovato che 34% e 22,7% delle donne incinte in paesi bassi e con reddito medio hanno avuti rispettivamente sintomi della depressione durante la gravidanza,„ dice il sig. Dadi, che è egualmente affiliato con l'istituto della salute pubblica all'università di Gondar, Etiopia.

“Inoltre, confrontato alle donne incinte non depresse, ha depresso le donne ha avuto rispettive tariffe di 2,41 volte e dell'elevato rischio di 66% della nascita e del basso peso alla nascita prematuri.

“Abbiamo trovato che la depressione prenatale è altamente prevalente ed aumentiamo sopra la durata della gravidanza. Egualmente abbiamo notato gli aumenti nella prevalenza durante gli ultimi 10 anni.„

La depressione prenatale ha effetti nocivi sul fisico, psicologico, mentale ed il benessere globale delle madri e dei neonati, dice, sollecitanti più deve essere fatto per sollevare la consapevolezza con i professionisti ed i responsabili della politica di salubrità nelle economie di sviluppo.

Per questi governi è vitale affrontare le emissioni della salute mentale delle donne prima e durante la gravidanza per migliorare i risultati di salubrità per entrambi i madri e bambini e contribuisce agli scopi socioeconomici di sviluppo sostenibile e dello sviluppo.„

Lillian Mwanri, co-author, professore associato dall'istituto universitario del Flinders di medicina e salute pubblica

I risultati chiave includono:

  • Uno in tre (34%) ed in uno in cinque (22,7%) donne incinte dentro basso e in paesi con reddito medio, ha avuto rispettivamente depressione.
  • Avere depressione durante la gravidanza ha aumentato il rischio di basso peso alla nascita e di nascite premature. La depressione severa è conosciuta direttamente per piombo al suicidio in donne durante la gravidanza o dopo la nascita - ed a neonatale, all'infante ed alla mortalità infantile.
  • Una cronologia ostetrica difficile, gli episodi precedenti dei disturbi mentali comuni, un supporto sociale difficile, le difficoltà finanziarie, una cronologia dell'esposizione alla violenza (durante la gravidanza o più presto) e le relazioni insoddisfacenti erano fattori che hanno aumentato le probabilità della depressione.
  • Gli interventi a basso costo quali i servizi di psicoterapia alle maternità - ed alla relazione ed al consiglio di sostegno del partner - sono fra gli interventi di sistema di salubrità e del sociale stati necessari male in questi paesi.
Source:
Journal reference:

Dadi, A. F., et al. (2020) Antenatal depression and its association with adverse birth outcomes in low and middle-income countries: A systematic review and meta-analysis. PLOS ONE. doi.org/10.1371/journal.pone.0227323.