Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Disordine di uso della cannabis più comune in adulti con dolore

Un nuovo studio ha pubblicato nel giornale che il giornale americano della psichiatria riferisce che l'uso della cannabis per le indicazioni non sanitarie è molto più comune in adulti che hanno dolore che in altri. Ciò include coloro che usa molto spesso o abbastanza molto la marijuana essere considerato di avere un problema con dipendenza.

Che cosa è marijuana?

La marijuana è il termine usato per le foglie, i fiori, i gambi ed i semi secchi della cannabis sativa o impianti indica della cannabis. Questi sono usati come psicotropi dovuto le componenti quale il tetrahydrocannabinol (THC), che hanno effetti psicologici profondi. La marijuana è corrente la droga psicotropica di numero 1 e soltanto l'alcool è usato più comunemente. Molti giovani, compreso gli studenti in High School media e, stanno usando la marijuana e sta trasformandosi in in una sostanza utilizzata in e-sigarette pure.

Credito di immagine: Lo stile di vita scopre/Shutterstock
Credito di immagine: Lo stile di vita scopre/Shutterstock

La marijuana può ora essere utilizzata per gli scopi medici o ricreativi in 34 e 11 stato di U.S.A., rispettivamente. Tuttavia, molti documenti hanno riferito che quello facendo uso di grandi dosi delle cannabis può intensificare il rischio di incidenti del veicolo, i sintomi mentali, emergenza respirante e le cannabis usano il disordine, come dipendenza. Ciò nonostante, la cannabis ancora è considerata come una droga inoffensiva e molta gente la usa senza un'indicazione medica quasi ogni giorno. In particolare, più studenti oggi dicono pensano che l'uso regolare di marijuana non sia un atto rischioso.

Effetti di marijuana

Il fumo della marijuana produce sia gli effetti a breve termine che a lungo termine. THC da fumo entra rapidamente nel sangue, raggiunge il cervello ed altri organi ed atti sui ricevitori del endocannabinoid. Questi sono ricevitori che sono destinati per reagire alle sostanze naturali che agiscono come THC e sono importanti nella crescita e sviluppo naturale del cervello. Quando la marijuana è ingerita, gli effetti sono ritardati nell'inizio, veduto generalmente dopo 30 minuti ad un'ora.

THC attiva le regioni del cervello con il più alto numero di questi ricevitori, inducente la persona per ritenere un livello come pure per avvertire le sensazioni più vive, i cambiamenti dell'umore, le difficoltà con movimento e processo conoscitivo (pensare, giudizio, memoria e logica), le allucinazioni ed i delirii. La psicosi franca, o lo squilibrio mentale, può anche accadere ed è più probabili se la persona è sui preparati altamente potenti di marijuana in maniera regolare.

Gli effetti a lungo termine comprendono lo sviluppo alterato del cervello. Se la droga è prima cominciata nell'adolescenza, il cervello di sviluppo è vulnerabile ai danni di cognizione, causanti le difficoltà con l'apprendimento, la memoria ed il pensiero. Sembra pregiudicare le connessioni di nervo che si sviluppano normalmente fra le regioni differenti del cervello che agiscono insieme per eseguire queste mansioni complesse. È ancora poco chiaro se questi cambiamenti sono transitori o persistono col passare del tempo.

Altri problemi comprendono le difficoltà respiratorie dovuto irritazione del polmone, un'più alta frequenza cardiaca, peso fetale più basso come pure un elevato rischio per il povero cervello e lo sviluppo comportamentistico se la droga è utilizzata nella gravidanza e vomito intenso.

Lo studio

Lo scopo di questo studio era di scoprire che fattori hanno determinato il rischio di dipendenza della cannabis. I ricercatori hanno ricavato i dati dalle indagini epidemiologiche nazionali sull'alcool ed hanno riferito le circostanze nel 2001-2002 e 2012-2013, relativo all'uso della cannabis. Hanno esaminato i reticoli di uso per le ragioni non sanitarie in adulti, sia coloro che ha avuto che coloro che non ha avuto dolore.

I risultati

Lo studio indica che circa 20% delle persone in qualsiasi indagine ha detto che hanno avute dolore del moderato al grado severo. L'uso di marijuana non sanitaria è andato nel 2013 su a quasi 10%, da 4% nel 2002. Gli scienziati egualmente hanno osservato che l'aumento nella frequenza è stato distorto significativamente verso i pazienti con dolore confrontato a quelli senza, a 5% contro 3,5%. Lo stesso era il caso con il rischio di dipendenza, che si è presentato dentro più di 4% in quelli con dolore ma in meno di 3% in quelli senza.

I ricercatori precisano il paradosso che la maggior parte delle meta-analisi dell'efficacia della cannabis nel trattamento di dolore mostrano a risultati misti, anche mentre 2 su 3 adulti americani credono che contribuisca significativamente a gestire il suo dolore. Tenuto conto del fatto che circa un quinto della popolazione adulta ha moderato a dolore severo, il numero degli adulti che sono a rischio di dipendenza della cannabis a causa del loro uso non sanitario della droga è molto alto. Dovrebbe essere notato che l'oggi disponibile dei preparati della marijuana sta trasformando in costantemente in più potente confrontato ai periodi più in anticipo, che è un fattore dietro il numero aumentante delle visite di pronto soccorso che seguono l'uso di questa droga. L'uso regolare della cannabis ad alta potenza egualmente aumenta il rischio che la persona si trasformerà in dipendente ed anche nel rischio di psicosi.

La soluzione

Gli autori di studio raccomandano una segnalazione equilibrata circa gli effetti di marijuana e le emissioni connesse con il suo uso. Dice il ricercatore Deborah Hasin, “il maggior bilanciamento è necessario nella segnalazione di media delle emissioni della marijuana, compreso i messaggi che trasferiscono le informazioni credibili sulla natura e sulla grandezza dei rischi sanitari da uso non sanitario della cannabis, includenti fra il grande gruppo di adulti degli Stati Uniti con dolore. Gli psichiatri ed altri professionisti di salute mentale che curano i pazienti con il dolore dovrebbero riflettere i loro pazienti per i segni ed i sintomi delle cannabis usano il disordine.„

Journal reference:

U.S. Adults With Pain, A Group Increasingly Vulnerable to Nonmedical Cannabis Use and Cannabis Use Disorder: 2001–2002 and 2012–2013 Deborah S. Hasin, Dvora Shmulewitz, Magdalena Cerdá, Katherine M. Keyes, Mark Olfson, Aaron L. Sarvet, and Melanie M. Wall American Journal of Psychiatry, https://ajp.psychiatryonline.org/doi/10.1176/appi.ajp.2019.19030284

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, January 22). Disordine di uso della cannabis più comune in adulti con dolore. News-Medical. Retrieved on January 25, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20200122/Cannabis-use-disorder-more-common-in-adults-with-pain.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Disordine di uso della cannabis più comune in adulti con dolore". News-Medical. 25 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20200122/Cannabis-use-disorder-more-common-in-adults-with-pain.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Disordine di uso della cannabis più comune in adulti con dolore". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200122/Cannabis-use-disorder-more-common-in-adults-with-pain.aspx. (accessed January 25, 2022).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. Disordine di uso della cannabis più comune in adulti con dolore. News-Medical, viewed 25 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20200122/Cannabis-use-disorder-more-common-in-adults-with-pain.aspx.