Gli scienziati scoprono la piccola molecola che può rallentare o fermare la progressione di Parkinson

Una collaborazione fra gli scienziati alla Rutgers University ed il The Scripps Research Institute piombo alla scoperta di piccola molecola che può rallentare o ferma la progressione della malattia del Parkinson.

Parkinson, che pregiudica 1 milione di persone negli Stati Uniti ed oltre 10 milioni universalmente secondo le fondamenta del Parkinson, è un disordine neurodegenerative senza la maturazione. I sintomi si sviluppano lentamente col passare del tempo e possono essere debilitanti ai pazienti, che il più riconoscibile sviluppano il tremito, i movimenti lenti e un'andatura di mescolanza.

Una caratteristica fondamentale della malattia del Parkinson è una proteina nominata α-synuclein, che si accumula in un modulo anormale in cellule cerebrali che le inducono a degenerare e morire. Tuttavia, è stato difficile da mirare al α-synuclein perché non ha una struttura fissa e non continua cambiare la sua forma, rendente la molto difficile affinchè le droghe miri a. Poiché i livelli elevati della proteina nel cervello accelerano la formazione di sui moduli tossici, gli scienziati stanno cercando i modi fare diminuire la produzione della proteina come modulo del trattamento.

Nel 2014, l'esperto nella malattia del Parkinson e lo scienziato M. Maral Mouradian, il MD, professore di William il Dow Lovett della neurologia e Direttore dell'istituto della facoltà di medicina di Rutgers Robert Wood Johnson per terapeutica neurologica, Matthew contattato D. Disney, il PhD, professore di chimica a Scripps in Florida, esplorare un'idea novella per il trattamento della malattia del Parkinson facendo uso di una nuova tecnologia si sono sviluppati dal Dott. Disney.

Il metodo del Dott. Disney abbina la struttura del RNA, piuttosto che le proteine, con le piccole molecole o i composti del tipo di droga. I due collaboratori hanno creduto che questa tecnologia innovatrice potrebbe essere usata per trovare una droga che mira al RNA messaggero quel codici per α-synuclein per diminuire la produzione della proteina nei cervelli dei pazienti di Parkinson. Poiché la proteina stessa è undruggable, il RNA potrebbe essere un obiettivo più robusto e più affidabile.

Erano giusti. Allo lo studio fondato NIH, che è stato pubblicato negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze il 3 gennaio, ha indicato che mirando al RNA messaggero, il gruppo ha trovato un composto che impedisce la proteina del Parkinson nocivo essere fatta. Questo nuovo composto, nominato Synucleozid, diminuisce specificamente i livelli del α-synuclein, così, aventi il potenziale di impedire la progressione di malattia.

Dice il Dott. Mouradian:

Corrente, non c'è maturazione per la malattia del Parkinson ed è vero una malattia devastante. Per la prima volta, abbiamo scoperto un composto del tipo di droga che ha il potenziale di rallentare la malattia prima che avanzasse con un assolutamente nuovo approccio.„

Spiega che un tal trattamento sarebbe più efficace per la gente che è nelle fasi iniziali della malattia con i sintomi minimi.

“Parecchie altre droghe sperimentali corrente che sono provate a malattia del Parkinson sono anticorpi che mirano ad una fase molto recente dei cumuli della proteina del α-synuclein. Vogliamo impedire questi mucchi della proteina formarci in primo luogo prima che danneggino.„