Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati usano le cellule staminali umane per fare i neuroni antidolorifici

I ricercatori all'università di Sydney hanno usato le cellule staminali umane per fare i neuroni antidolorifici che forniscono il sollievo durevole in mouse, senza effetti secondari, in un singolo trattamento.

Il punto seguente è di eseguire le estese prove della sicurezza in roditori ed in maiali e poi si muove verso i pazienti umani che soffrono il dolore cronico nei cinque anni futuri.

Se le prove riescono in esseri umani, potrebbe essere un'innovazione importante nello sviluppo di nuovo non opioide, le strategie di gestione non inducenti al vizio di dolore per i pazienti, i ricercatori hanno detto.

Già stiamo avanzando verso la prova negli esseri umani. La lesione del nervo può piombo a dolore neuropatico devastante e per la maggior parte dei pazienti non ci sono efficaci terapie. Mezzi di questa innovazione per alcuni di questi pazienti, potremmo fare i trapianti antidolorifici dalle loro proprie celle e le celle possono poi invertire la causa fondamentale di dolore.„

Greg Neely, professore associato, guida nella ricerca di dolore al centro di Charles Perkins ed il banco di vita e di scienze ambientali

Pubblicato oggi nel dolore pari-esaminato del giornale, il gruppo ha usato le cellule staminali pluripotent incitate essere umano (iPSC) derivate dal midollo osseo per fare le celle antidolorifiche in laboratorio, quindi le ha messe nel midollo spinale dei mouse con dolore neuropatico serio. Lo sviluppo di iPSC ha estratto un premio Nobel nel 2012.

“Notevolmente, i neuroni della cellula staminale hanno promosso il sollievo di dolore durevole senza effetti secondari,„ il Dott. co-senior Leslie Caron dell'autore ha detto. “Significa che terapia del trapianto potrebbe essere un efficace e trattamento duraturo per dolore neuropatico. È molto emozionante.„

John Manion, uno studente di PhD e autore principale del documento ha detto:

Poiché possiamo selezionare dove mettiamo i nostri neuroni antidolorifici, possiamo mirare soltanto alle parti del corpo che sono nel dolore. Ciò significa che il nostro approccio può avere meno effetti secondari.„

Le cellule staminali usate sono state derivate dai campioni di sangue adulti.

Il costo complessivo di dolore cronico in Australia nel 2018 è stato valutato $139,3 miliardo.

Source:
Journal reference:

Manion, J., et al. (2020) Human induced pluripotent stem cell-derived GABAergic interneuron transplants attenuate neuropathic pain. Pain. doi.org/10.1097/j.pain.0000000000001733.