I ricercatori mettono a punto il nuovo metodo isolato di infusione dell'arto per il trattamento del melanoma

Universalmente, le tariffe di incidenza del cancro di interfaccia, come altri tipi di cancri, sta aumentando. La gente in Europa ed in paesi nordici è, confrontato ad altre aree del mondo, ad un elevato rischio di sviluppare il cancro di interfaccia dovuto il loro al tipo principalmente leggero e Sun sensibile dell'interfaccia. Il numero dei nuovi casi di cancro in Estonia e paesi nordici ha raggiunto lo stesso livello di in Australia, in Nuova Zelanda e Florida soleggiate. La tendenza aumentare fra Estonians viaggiare alle contee del sud è egualmente probabile svolgere un ruolo in questa.

Di tutti i tipi di cancri di interfaccia (per esempio basalioma compreso e carcinoma spinocellulare), il melanoma ha la prognosi peggiore. Il melanoma è considerato di avere il più alto potenziale metastatico, cioè si sparge il più aggressivamente dal suo sito originale nell'interfaccia ad altre parti del corpo.

Il professore associato al dipartimento di TalTech di chimica e di biotecnologia, Sirje Rüütel-Boudinot ha detto:

Al giorno d'oggi, i metodi immunomodulatory più avanzati e più cosiddetti, applicati nel trattamento del cancro comprendono l'attivazione o la riattivazione delle celle immuni che distruggono le celle del melanoma. Inoltre, ci sono metodi che bloccano le vie immune-inibitorie. Questi sono gli efficaci ma trattamenti molto costosi che non sono a disposizione purtroppo di tutti i pazienti. Questi trattamenti hanno egualmente effetti secondari seri, che stanno esaurendo particolarmente ai pazienti anziani. La chemioterapia ha offerto le alternative finora meno costose ma purtroppo queste sono difficili affinchè l'organismo del paziente tollerassero e, che cosa è il più importante, efficace soltanto in un piccolo numero di pazienti.

Per attenuare gli effetti globali severi della chemioterapia, i ricercatori in collaborazione con medici hanno messo a punto un nuovo metodo conosciuto come l'infusione isolata dell'arto (ILI). “Questo significa che i pazienti con le metastasi del melanoma limitate ad un'estremità possono essere curati, invece della chemioterapia sistematica dell'intero-organismo, da una chemioterapia meno dilagante mirata a all'infusione isolata commovente concreta dell'arto dell'arto cioè (ILI). ILI è stato presentato negli anni 90 da uno dei membri del nostro Dott. John F. Thompson del gruppo di ricerca in Australia al principe reale Alfred Hospital di Sydney,„ il professore associato Rüütel-Boudinot ha detto.

L'infusione isolata dell'arto come chemioterapia anticancro è un'efficace opzione del trattamento per il melanoma metastatico in transito. Il capo del centro per l'oncologia e la chirurgia generale chirurgiche del centro medico del nord dell'Estonia, il dottore Jüri Teras ha detto, “il termine “metastasi in transito del melanoma„ è usato per denotare un tipo di metastasi in cui il cancro si sparge tramite un vaso linfatico e comincia a svilupparsi più di 2 cm a partire dal tumore primario ma prima che raggiunga il linfonodo più vicino. Finora, ILI è stato utilizzato raramente in Europa, ma è già disponibile nei centri importanti di trattamento del cancro in Australia e U.S.A. Il centro medico del nord dell'Estonia è il solo centro nella regione baltica dove i pazienti sono curati con questo metodo.„

Primo orientale dell'articolo “- esperienza europea nell'infusione isolata dell'arto per il melanoma metastatico in transito limitato all'arto: È ancora un'efficace opzione del trattamento nell'era moderna?„ descrive la procedura di ILI come segue: “I cateteri arteriosi e venosi speciali sono stati inseriti nell'arto influenzato con il melanoma. Una droga heated della chemioterapia (una combinazione di actinomicina-d 7.5mg/L melphalan e 75ug/L) è stata infusa nell'arto oltre 5-10 min. tramite catetere. Il infusate poi è stato distribuito manualmente per 20-25 min. L'intera procedura ha richiesto solitamente circa un'ora. Postoperatorio, i pazienti sono stati riflessi affinchè tre mesi valutino il dolore dell'arto e la tossicità del muscolo dell'arto di potenziale ed il tasso di sopravvivenza globale nel periodo di seguito di fino a 70 mesi sono stati analizzati.„

Il dottore Jüri Teras ha detto:

In questo studio, abbiamo analizzato i dati di 21 paziente dall'Estonia, che ha subito il trattamento con la combinazione della droga di melphalan e di actinomicina-d. I tempi di circolazione della droga erano 20-30 min. a 38-39°C. Sebbene tutti i pazienti esaminati, che hanno subito un trattamento di ILI, abbiano una prognosi difficile (melanoma primario spesso, ulcerazione, alta tariffa mitotica), il tasso di risposta globale era 76% e la tariffa a lungo termine globale di salvataggio dell'arto era 90%.

“Questo studio dimostra che i risultati raggiunti nel trattamento di ILI in Europa Orientale sono comparabili a quelli riferiti dai centri in grande quantità in U.S.A. e l'Australia e questo metodo è ancora un'opzione importante del trattamento nell'immunoterapia,„ Rüütel-Boudinot ha detto.

I risultati dello studio effettuato nella cooperazione fra il gruppo di ricerca delle fondamenta estoni del nord del centro medico, medici australiani (dal principe reale Alfred Hospital di Sydney; l'ospedale reale di Adelaide) ed immunologi di TalTech è riassunto primo orientale nell'articolo “- esperienza europea nell'infusione isolata dell'arto per il melanoma metastatico in transito limitato all'arto: È ancora un'efficace opzione del trattamento nell'era moderna?„ pubblicato in un giornale europeo del giornale professionale ad alto impatto di oncologia chirurgica.

Source:
Journal reference:

Teras, J. et al. (2019) First Eastern European experience of isolated limb infusion for in-transit metastatic melanoma confined to the limb: Is it still an effective treatment option in the modern era?. European Journal of Surgical Oncology. doi.org/10.1016/j.ejso.2019.10.039