Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'assunzione moderata dell'uovo non aumenta il rischio di malattia cardiovascolare

La controversia circa se le uova sono buone o cattivo per la vostra salubrità del cuore può essere risolto e circa una un il giorno è benissimo.

Un gruppo dei ricercatori dall'istituto di ricerca di salubrità della popolazione (PHRI) della McMaster University e delle scienze di salubrità di Hamilton ha trovato la risposta analizzando i dati da tre grandi, studi a lungo termine della multinazionale.

I risultati indicano che non c'è danno dalle uova di consumo. Poichè la maggior parte delle persone nello studio ha consumato un'o meno uovo al giorno, sarebbe sicuro consumare questo livello.

L'assunzione moderata dell'uovo, che è circa un uovo al giorno nella maggior parte della gente, non aumenta il rischio di malattia cardiovascolare o la mortalità anche se la gente ha una cronologia della malattia cardiovascolare o del diabete.

Inoltre, nessun'associazione è stata trovata fra l'assunzione dell'uovo e colesterolo di sangue, le sue componenti o altri fattori di rischio. Questi risultati sono robusti ed ampiamente applicabile ad entrambe le persone in buona salute e quelli con la malattia vascolare.„

Mahshid Dehghan, primo autore e un ricercatore di PHRI

I dettagli sono pubblicati nel giornale americano di nutrizione clinica.

Sebbene le uova siano una sorgente economica delle sostanze nutrienti essenziali, alcune linee guida hanno raccomandato di limitare il consumo a più poco di tre uova un la settimana dovuto le preoccupazioni che aumentano il rischio di malattia cardiovascolare.

Gli studi precedenti sul consumo dell'uovo e le malattie sono stati contraddittori, hanno detto Salim Yusuf, ricercatore principale dello studio e Direttore di PHRI.

“Questo è perché la maggior parte di questi studi erano relativamente piccoli o moderati nella dimensione e non hanno incluso le persone da tantissimi paesi,„ lui ha detto.

I ricercatori hanno analizzato tre studi internazionali intrapresi dal PHRI. Un consumo dell'uovo di 146.011 persona da 21 paese è stato registrato nello studio PURO ed in 31.544 pazienti con la malattia vascolare dal ONTARGET e dagli studi di TRANSEND.

I dati da queste popolazioni interessate tre studi da 50 paesi che misurano sei continenti ai livelli di reddito differenti, in modo dai risultati sono ampiamente applicabili, hanno detto Yusuf.

Source:
Journal reference:

Dehghan, M., et al. (2020) Association of egg intake with blood lipids, cardiovascular disease, and mortality in 177,000 people in 50 countries. The American Journal of Clinical Nutrition. doi.org/10.1093/ajcn/nqz348.