Comprensione in anticipo di studio della relazione fra il contatto di intergruppo ed il cambiamento sociale

Per più di 50 anni, i sociologi ed i professionisti hanno suggerito che avere membri dei gruppi differenti interattivi a vicenda potesse essere un efficace strumento per la diminuzione del pregiudizio. Ma i punti emergenti della ricerca ad una comprensione più complessa e più sfumata degli effetti del contatto fra i gruppi, dicono Linda Tropp all'università di Massachusetts Amherst e a Tabea Hässler, guida di un gruppo di ricerca multinazionale basato all'università di Zurigo, Svizzera.

Come Tropp spiega, gli studi a partire dai 10 - 15 anni ultimi suggeriscono che gli effetti positivi del contatto di intergruppo tendano ad essere più deboli fra i membri dei gruppi storicamente favoriti, quali la gente bianca e gli eterosessuali, confrontati agli effetti osservati tipicamente fra i membri dei gruppi storicamente svantaggiati quali la persona di colore e le minoranze sessuali. Egualmente sta coltivando la preoccupazione che il contatto può efficacemente diminuire il pregiudizio fra i gruppi ma fare piccolo per cambiare le diseguaglianze sociali esistenti, lei aggiunge.

Con la nostra ricerca, abbiamo voluto esaminare se e come il contatto fra i gruppi potrebbe contribuire a promuovere il contributo a cambiamento sociale, all'inseguimento di maggior uguaglianza sociale, mentre però provando se gli effetti del contatto potrebbero variare secondo le relazioni di stato fra i gruppi e come le variabili pertinenti sono state misurate. Così, abbiamo intrapreso questo studio multinazionale, che ha incluso i ricercatori da più di venti paesi intorno al mondo, che ha riunito le risposte di indagine da 12.997 persone attraverso 69 paesi.„

Linda Tropp, università di Massachusetts Amherst

Gli autori evidenziano che questo studio completo “fa gli avanzamenti sostanziali nella nostra comprensione della relazione fra il contatto di intergruppo ed il cambiamento sociale.„ I dettagli compaiono nel comportamento umano della natura.

I ricercatori hanno trovato la prova robusta, Tropp dice, che quando i membri dei gruppi storicamente favoriti si impegnano in contatto con i gruppi svantaggiati, sono più probabili supportare il cambiamento sociale per promuovere l'uguaglianza. Al contrario, quando i membri dei gruppi storicamente svantaggiati hanno contatto con i gruppi favoriti, sono generalmente meno probabili supportare il cambiamento sociale per promuovere l'uguaglianza.

Tuttavia, i ricercatori egualmente precisano un'eccezione importante: “Fra sia i gruppi favoriti che svantaggiati, contatto ha predetto la maggior volontà di lavorare nella solidarietà per raggiungere la maggior uguaglianza sociale. Quindi, questa ricerca può offrire un nuovo itinerario per raggiungere la coesione sociale ed il cambiamento sociale, tale che l'armonia sociale non verrebbe a scapito di giustizia sociale.„

Tropp, Hässler ed i loro colleghi dicono le loro domande e direzioni importanti dell'aumento due di risultati per la ricerca futura. In primo luogo, chiedono, “come possono il positivo ed il contatto intimo fra i gruppi accadere senza diminuire il contributo dei membri del gruppo svantaggiato a cambiamento sociale?„ In secondo luogo, “come può contributo a cambiamento sociale è aumentato fra i membri del gruppo svantaggiato senza richiedere le esperienze negative del contatto?„

Suggeriscono, “le risposte possibili ad entrambe le domande possono essere che i membri favoriti del gruppo che si impegnano in contatto dovrebbero riconoscere apertamente le diseguaglianze strutturali ed esprimere l'appoggio per gli sforzi dai membri del gruppo svantaggiato per diminuire queste diseguaglianze,„ essi concludono.

Source:
Journal reference:

Hässler, T., et al. (2020) A large-scale test of the link between intergroup contact and support for social change. Nature Human Behaviour. doi.org/10.1038/s41562-019-0815-z.