I ricercatori riescono a creare il reticolo complesso degli alveari

Gli alveari affliggono 1 in 5 persone, ma i meccanismi esatti dietro le eruzioni rosse che prude non sono ben noti.

Il gruppo di ricerca ha studiato i reticoli degli alveari in pazienti ed ha riprodotto i reticoli dell'alveare facendo uso di un modello matematico chiamato un modello della reazione-diffusione, un prototipo comune per la comprensione come i reticoli si sviluppano. Il modello dei ricercatori è un tipo di singola equazione che mai prima era stato usato per generare i reticoli complessi.

In risposta alla lesione, gli allergeni, o lo sforzo, alveari possono formarsi quando le celle chiamate mastociti nell'interfaccia rilasciano un composto chiamato istamina. Il segno gonfiato rosso (anche conosciuto come i wheals) può variare da alcuni millimetri alla dimensione di una mano o persino più grande.

Mentre la ricerca ha indicato che l'istamina stessa aiuta i mastociti a rilasciare l'istamina, questo studio considera per la prima volta che determinati meccanismi potrebbero anche inibire la versione dell'istamina e che ci possa essere continuante dietro la malattia che precedentemente ha pensato.

Il nostro modello è riuscito a creare il reticolo complesso di orticaria (alveari), che è un risultato molto sorprendente sia dai punti matematici che biologici delle visualizzazioni.

Autore principale e professore associato Sungrim Seirin-Lee

Per creare l'equazione, i ricercatori hanno dato le eruzioni ad otto volontari sani ed hanno misurato il tempo che ha catturato affinchè l'eruzione si formasse ed hanno determinato la velocità di formazione. Il gruppo poi ha esaminato 14 pazienti con orticaria e li ha misurati facendo uso dello stesso modello dei pazienti in buona salute.

Piuttosto che contando solamente sugli studi biologici per studiare gli alveari, che richiede spesso l'induzione degli alveari in pazienti, il fuoco matematico fornisce un nuovo viale per la ricerca della malattia della pelle. In futuro, il modello matematico potrebbe possibilmente essere usato poichè uno strumento per trovare le molecole che svolgono un ruolo nel trattamento di inibizione, pure.

“Trovare il meccanismo di orticaria è difficile soltanto con i metodi biologici,„ ha detto Seirin-Lee. “Così, abbiamo provato un approccio completamente differente, matematica. L'approccio facendo uso del modello matematico per orticaria è la prima prova nel mondo.„

Infine, i risultati dallo studio aiuteranno un una maschera più dettagliata di come la malattia della pelle comune si sviluppa e di come efficacemente consegnare i trattamenti.

Source:
Journal reference:

Seirin-Lee, S. et al. (2020) A single reaction-diffusion equation for the multifarious eruptions of urticaria. PLOS Computational Biology. doi.org/10.1371/journal.pcbi.1007590