Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La rete bavarese della ricerca mira a sviluppare i nuovi approcci contro gli agenti patogeni multi-resistenti

Sviluppare nuovi gli approcci fondamentali contro gli agenti patogeni multi-resistenti è lo scopo di nuova rete bavarese della ricerca chiamata New Strategies contro gli agenti patogeni Multi-Resistenti per mezzo di rete di Digital - bayresq.net. Uno scienziato da FAU egualmente sta conducendo la ricerca in un sottoprogetto interdisciplinare nella rete, che lo stato della Baviera sta costituendo un fondo per cinque anni con complessivamente quasi 10 milione euro.

Miglioramento della nostra comprensione del sistema immunitario

Nella lotta contro i batteri multi-resistenti, prof. il Dott. Diana Dudziak, professore di biologia cellulare dentritica al dipartimento della dermatologia a Universitätsklinikum Erlangen e coordinatore del progetto, sta conducendo la ricerca sul sistema immunitario della nostra interfaccia con i microbiologi dall'università di Regensburg. La nostra interfaccia è normalmente a casa ai batteri che sono importanti per la sua funzione. Tuttavia, in determinate circostanze, questi cosiddetti batteri commensali possono sviluppare la resistenza agli antibiotici. Questi batteri possono esistere sulla superficie dell'interfaccia per parecchi anni senza alcuni effetti. Se forniscono l'organismo da qualche altra parte con le ferite o l'uso dei tubi in un respiratore durante l'operazione, può piombo alle infezioni pericolose.

“Vogliamo capire più circa perché il nostro sistema immunitario tollera i batteri commensali quale l'epidermide dello stafilococco e non avvia una risposta immunitaria,„ spieghiamo prof. Dudziak. Per agire in tal modo, i ricercatori stanno studiando i cosiddetti controlli che il sistema immunitario usa per identificare i batteri. “Lo scopo del progetto è di attraversare questa tolleranza immunitaria in un modo mirato a per facilitare le efficaci risposte immunitarie agli agenti patogeni multi-resistenti,„ spiega prof. Dudziak.

Una nuova rete di ricerca

Come nuova rete della ricerca, bayresq.net dovrebbe dare un contributo importante ad eliminare un considerevole divario nella ricerca e nell'eliminazione di questi agenti patogeni a lungo termine.„

Ministro bavarese Bernd Siebler di scienza

Le università partecipanti nei sei progetti interdisciplinari stanno usando il potenziale dei metodi digitali, per esempio, di mirare ai nuovi tipi di antibiotici per combattere gli agenti patogeni sicuri. Questo adattamento deve essere automatizzatoe facendo uso degli approcci e dell'apprendimento automatico di alto-capacità di lavorazione. Facendo uso di grandi dati egualmente permette i nuovi approcci, quali le previsioni circa la resistenza a antibiotici e la virulenza dei batteri con l'analisi del genoma. Ciò può facilitare le terapie mirate a. Ciascuno dei sei progetti ha ricevuto 1,3 milione euro del finanziamento per la sua ricerca dallo stato della Baviera.