Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori giapponesi identificano le variazioni genetiche relative alle abitudini dietetiche specifiche

I ricercatori al RIKEN concentrano per le scienze mediche integranti (IMS) nel Giappone ed i colleghi all'università di Osaka hanno trovato le variazioni genetiche in esseri umani relativi alle abitudini dietetiche specifiche. Pubblicato nel comportamento umano della natura, lo studio genoma di ampiezza di associazione ha trovato 9 posizioni del gene connesse con gli alimenti mangianti e beventi come carne, il tofu, il formaggio, il tè ed il caffè. Fra loro, tre egualmente sono stati collegati con avere malattie particolari quali cancro o il diabete.

gli studi Genoma di ampiezza di associazione sono effettuati solitamente quando gli scienziati vogliono sapere se una malattia è collegata con una variazione genetica specifica. Per fare questo, raggruppano le centinaia di migliaia di gente secondo indipendentemente da fatto che hanno la malattia e confrontano i genoma attraverso i gruppi. Scandiscono l'intero genoma che esamina le variazioni nei singoli polimorfismi del nucleotide chiamati DNA (SNPs). Se trovano uno SNP che è associato coerente con il gruppo di malattia, possono dire che quella gente con quella variazione genetica potrebbe essere a rischio della malattia.

Piuttosto che in primo luogo esaminando le malattie, il gruppo di RIKEN ha esaminato le abitudini dietetiche. Hanno voluto scoprire se ci sono delle variazioni genetiche specifiche che fanno la gente “al rischio„ per abituale il cibo di alimenti determinati. “Sappiamo che che cosa mangiamo definisce che cosa siamo, ma abbiamo trovato che che cosa siamo egualmente definisce che cosa mangiamo,„ dice Yukinori Okada, ricercatori ospiti senior all'IMS di RIKEN e professore all'università di Osaka.

Facendo uso dei dati genetici oltre da 160.000 popoli giapponesi che aveva compilato un questionario di alimento-frequenza, hanno trovato 9 luoghi genetici--posizioni sui cromosomi--quello è stato associato con caffè, tè, l'alcool, il yogurt, il formaggio, il natto (fagioli fermentati della soia), il tofu, il pesce, le verdure, o la carne di consumo. Le associazioni iniziali del dieta-genoma hanno indicato che gli ingredienti hanno importato. Per esempio, hanno trovato le correlazioni genetiche positive fra il cibo del formaggio ed il cibo del yogurt.

In generale, lo studio ha trovato 10 associazioni del dieta-genoma che non sono state riferite mai prima; quattro si sono riferiti a caffè e tre si sono riferiti all'alcool. Uno SNP già conosciuto per essere associato con caffè e l'alcool è stato trovato per essere collegato con quasi tutti punti dietetici che sono stati esaminati.

Abbiamo trovato che questa variazione particolare in un singolo nucleotide del DNA al gene ALDH2 è stata collegata con il consumo il meno alcool, natto, tofu e pesce ed allo stesso tempo, relativo a consumare più caffè, tè verde, latte e yogurt.„

Yukinori Okada, ricercatori ospiti senior all'IMS di RIKEN e professore all'università di Osaka

Appena mentre il genoma comprende tutto il materiale genetico un organismo, il phenome comprende tutti i tratti osservabili possibili, conosciuti come i fenotipi. Per determinare se c'è ne dello SNPs connesso con la dieta egualmente sono stati collegati con le malattie, i ricercatori hanno svolto uno studio phenome di ampiezza di associazione. I risultati hanno indicato che sei dello SNPs sono stati collegati con almeno un fenotipo di malattia, compreso parecchi tipi di cancro come pure di diabete di tipo 2.

Come con l'associazione genoma di ampiezza studia per le malattie, i risultati attuali può società di mutuo soccorso a lungo termine. Mentre Okada spiega, “stimando le diverse differenze nelle abitudini dietetiche dalla genetica, particolarmente “il rischio„ di essere un bevitore dell'alcool, possiamo contribuire a creare una società più sana.„

Source:
Journal reference:

Matoba, N., et al. (2020) GWAS of 165,084 Japanese individuals identified nine loci associated with dietary habits. Nature Human Behaviour. doi.org/10.1038/s41562-019-0805-1.