Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I livelli ad alto tenore di carbonio del diossido dovuto le malattie respiratorie possono aggravare il cancro del pancreas

La malattia polmonare ostruttiva cronica o COPD è associata con le più alte tariffe di molti cancri, compreso il polmone, l'esofago, il colon, la vescica ed il cancro al seno. Spesso un risultato di molti anni di fumo, la malattia lo rende duro respirare, lasciando i pazienti con i livelli più bassi di ossigeno ed i livelli elevati dell'anidride carbonica nel loro sangue. L'ossigeno basso, chiamato ipossia, è una funzionalità conosciuta del microenvironment del cancro del pancreas e di un contributore ad aggressività ed alla resistenza del tumore alla terapia. Tuttavia, l'impatto dei livelli elevati2 di CO su cancro del pancreas considerevolmente più di meno è stato studiato.

Il lavoro recente dalla divisione della ricerca chirurgica nel pancreas di Jefferson, biliare e dal centro relativo del Cancro dimostra che il CO2 determina sia l'aggressività delle celle pancreatiche del tumore che la loro resistenza al trattamento. I risultati della ricerca sono stati pubblicati come “un articolo in stampa„ sul sito Web del giornale dell'istituto universitario americano dei chirurghi il 29 gennaio, davanti alla stampa ed offerte la possibilità di correzione dei questi livelli prima del trattamento.

I pazienti con queste malattie respiratorie cominciano solitamente accumulare l'eccesso CO2 nei loro organismi prima che sviluppino la mancanza sintomatica di ossigeno. Se l'anidride carbonica effettivamente contribuisce alla progressione di malattia, possiamo avere un'opportunità di migliorare la risposta del trattamento non solo mettendo a fuoco sull'ossigeno, ma normalizzandosi l'anidride carbonica livella in pazienti pure.„

Avinoam Nevler, MD, primo autore, ricercatore con il centro del Cancro di Sidney Kimmel (SKCC) - salubrità di Jefferson ed al dipartimento di chirurgia

Il Dott. Nevler, insieme al candidato Samantha marrone ed anziano di PhD crea Jonathan Brody, PhD, co-dirigenti del programma del Cancro di GI di SKCC e Charles Yeo, MD, presidenza del dipartimento di chirurgia ed altre sia linee cellulari pancreatiche guardate del tumore in laboratorio che dati pazienti storici per le associazioni fra le malattie polmonari ostruttive ed il cancro del pancreas.

La ricerca più iniziale aveva indicato che i porti pancreatici del microenvironment del tumore hanno aumentato i livelli di CO2. Qui, il gruppo ha mostrato che quello aumentare il CO2 nelle colture cellulari ai livelli osservati in pazienti polmonari era abbastanza per aumentare la loro crescita ed aggressività. Quando queste2 celle alto-CO-coltivate poi sono state curate con gli agenti chemioterapeutici comuni e la radioterapia, hanno mostrato la resistenza aumentata confrontata alle celle coltivate negli stati normali2 di CO.

I ricercatori egualmente hanno esaminato se potrebbero vedere la stessa relazione nella gente. Il Dott. Nevler e colleghi ha interrogato le registrazioni chirurgiche del paziente di cancro del pancreas per coloro che egualmente ha avuto una diagnosi di asma o di COPD. Sebbene sia impossible da separare il contributo del CO2 e dei livelli dell'ossigeno in questi pazienti, i ricercatori hanno veduto che dei 578 pazienti che hanno esaminato, casi con i pazienti cronici di affezione polmonare hanno avuti un rischio aumentato 60% di ricorrenza del cancro.

“Sebbene ci sia più lavoro da fare per solidificare l'associazione che stiamo vedendo,„ dice il Dott. Nevler, “che cosa è realmente emozionante è che i livelli dell'anidride carbonica possono essere diminuiti in pazienti con cessazione di fumo, facendo uso di un esercizio adattato e di un regime respiratorio di terapia e perfino di un cambiamento della dieta. Siamo corrente nel corso della progettazione del test clinico per verificare queste modalità ed eventualmente prolungare le vite dei pazienti normalizzando i livelli2 di CO e ri-sensibilizzando i cancri fino chemioterapia pancreatica standard,„ dice il Dott. Nevler.