Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli esperti in UMSOM richiedono le vaccinazioni di influenza per impedire gli scoppi nei centri di detenzione del confine degli Stati Uniti

L'anno scorso, almeno sette bambini sono morto dalle malattie compreso influenza mentre sono detenuto dal dipartimento degli Stati Uniti delle dogane dell'obbligazione di patria e dell'agenzia della protezione del confine (CBP). Gli esperti nella malattia infettiva alla scuola di medicina dell'università del Maryland (UMSOM) hanno richiesto le protezioni come le vaccinazioni di influenza per impedire gli scoppi seri.

“I centri di detenzione hanno polveriere diventate per gli scoppi della malattia infettiva,„ segno avvertito Travassos, MD, assistente universitario di pediatria a UMSOM e uno specialista pediatrico della malattia infettiva nel centro di UMSOM per sviluppo del vaccino e salubrità globale (CVD). In un commento pubblicato in New England Journal di medicina, il Dott. Travassos e residente Pediatria-Interno Carlo Foppiano Palacios, MD della medicina di UMSOM, hanno detto che non è una sorpresa che migliaia di migranti e di richiedenti di asilo detenuti quarantined a causa degli scoppi di influenza, di parotite epidemica e della varicella.

“I bambini e gli adulti stanno tenendi nelle circostanze ammucchiate senza risanamento o assistenza medica adeguato,„ hanno scritto, aggiungendo che lo sforzo ed il trauma fisici ed emozionali che l'esperienza dei richiedenti di asilo e dei migranti può anche indebolire i loro sistemi immunitari, quindi aumentanti il loro rischio di infezione sistematica.

L'aumento degli scoppi e delle morti nel punto di questi centri di detenzione al bisogno urgente per immunizzazione obbligatoria di influenza per i bambini emigranti e una polizza vaccino di opzione di non partecipazione per gli adulti nei centri di detenzione di CBP, il Dott. Travassos ed il Dott. Foppiano Palacios ha avvertito.

“La logistica dell'amministrazione vaccino è relativamente diretta. Il vaccino antiinfluenzale è semplice amministrare e porta un a basso rischio degli effetti contrari. Nel caso in cui un detenuto precedentemente sia stato immunizzato, non c'è svantaggio a ricevere le vaccinazioni multiple,„ hanno detto.

Egualmente hanno raccomandato che gli impiegati a questi centri di detenzione fossero tenuti ai simili standard della vaccinazione come i lavoratori di sanità agli ospedali degli Stati Uniti durante l'influenza condiscono, citando i centri per controllo di malattie ed il comitato consultivo della prevenzione sulla raccomandazione delle pratiche di immunizzazione che tutta la gente che lavora nelle strutture ospedaliere riceve i vaccini antiinfluenzali annuali. “L'immunizzazione obbligatoria di questi lavoratori è critica a limitare la diffusione delle malattie quale influenza,„ essi ha asserito.

Gli specialisti della malattia infettiva al CVD evidenziano l'importanza del vaccino antiinfluenzale stagionale.

Sappiamo che l'influenza si sparge facilmente, specialmente fra i bambini e nelle circostanze ammucchiate e sappiamo che i vaccini sono uno strumento importante per impedire gli scoppi.„

Kathleen Neuzil, MD, MPH, il Myron M. Levine il professor in vaccinologia, il professor di medicina e di pediatria e Direttore del CVD

Per più di quattro decadi, gli esperti nel CVD sono stati mettenti a punto e sperimentanti i vaccini per proteggere dalle malattie infettive come influenza stagionale come pure gli sforzi emergenti di questo virus. gli Medico-scienziati egualmente stanno ricercando i modi sviluppare un vaccino antiinfluenzale stagionale più duraturo.

La nostra ricerca della malattia infettiva alla scuola di medicina dell'università del Maryland ha servito da strumento critico nella protezione anche le popolazioni più vulnerabili, gli anziani e dei quelli con i sistemi immunitari indeboliti, dalle malattie complesse ed emergenti. I vaccini sono uno strumento importante nell'impedire le malattie serie quale influenza, il morbillo, parotite epidemica e la varicella.„

Decano E. Albert Reece, MD, PhD, MBA, vice presidente esecutivo di UMSOM per gli affari medici, UM Baltimora ed il John Z. ed il professor di Akiko K. Bowers Distinguished, scuola di medicina dell'università del Maryland