La variabilità rapida del tempo ha potuto aumentare il rischio di epidemia di influenza

La nuova ricerca da un gruppo degli scienziati di Florida State University indica che la variabilità rapida del tempo come conseguenza di mutamento climatico potrebbe aumentare il rischio di epidemia di influenza in alcune regioni altamente popolate verso la fine del XXI secolo. La ricerca è stata pubblicata oggi nelle lettere della ricerca ambientale del giornale.

Zhaohua Wu, un professore associato nel dipartimento di terra, oceano e scienza atmosferica e scienziato con il centro per gli studi Oceano-Atmosferici di previsione e un gruppo internazionale ha esaminato i dati storici per vedere come basculaggi asse verticali significativi del tempo nella stagione di influenza di influenza di mesi di autunno nelle regioni altamente popolate di nordico-metà di latitudini del mondo. Specificamente hanno esaminato gli Stati Uniti, Cina continentale, l'Italia e la Francia.

Facendo uso delle temperature dell'aria di superficie dal 1° gennaio 1997 al 28 febbraio 2018, i ricercatori hanno analizzato i reticoli di tempo e le temperature medie oltre i 7.729 giorni. Simultaneamente, hanno condotto l'analisi statistica sugli insiemi di dati di influenza dai quattro paesi durante lo stesso periodo di tempo.

La ricerca precedente ha suggerito che le basse temperature e l'umidità nell'inverno creassero un ambiente favorevole per la trasmissione del virus di influenza. Tuttavia, la stagione 2017-2018 di influenza era una di più calde sulla registrazione ma anche una dei più micidiali. I centri per controllo di malattie hanno riferito le 186 morti dei bambini durante la stagione 2017-2018. Il livello precedente era 171 durante la stagione 2012-2013.

Durante la stagione 2017-2018 di influenza, gli scienziati hanno trovato che le fluttuazioni estreme in tempo durante i mesi di autunno essenzialmente hanno lanciato l'influenza, costruente una popolazione paziente all'inizio della stagione che ha fatto crescere a valanga nelle aree densamente popolate date la natura contagiosa del virus. “I dati storici di influenza dalle parti differenti del mondo hanno indicato che la diffusione dell'epidemia di influenza è stata legata più molto attentamente alla variabilità rapida del tempo, implicante che il sistema immunitario umano scaduto nell'inverno causato da tempo in evoluzione rapida rendesse una persona più suscettibile del virus di influenza,„ Wu ha detto.

L'emissione che va in avanti, scienziati celebri, è che la variabilità rapida del tempo è comune nei climi di riscaldamento. Avere una migliore comprensione di quei reticoli di tempo può essere chiave a determinare la severità di tutta la minaccia futura di stagione di influenza. Se questi modelli climatici sono corretti, c'è un'anticipazione del rischio aumentato di influenza nelle aree altamente popolate. Nell'ambito di questo scenario, Europa ha potuto vedere un aumento di 50 per cento nelle morti legate ad influenza.

La variabilità rapida del tempo di autunno ed il suo cambiamento caratteristico in un clima di riscaldamento possono servire non solo da preannunciatore abile per la diffusione di influenza nella seguente stagione ma anche di buon estimatore del rischio futuro di influenza. Compreso questo fattore nei modelli di diffusione di influenza può piombo alle previsioni significativamente migliori dell'epidemia di influenza.„

Zhaohua Wu, professore associato nel dipartimento di terra, oceano e scienza atmosferica e scienziato con il centro per la previsione Oceano-Atmosferica studia

Wu ha detto che lui ed il suo gruppo stanno continuando a perseguire questa riga di ricerca con lo scopo finale di creazione del modello che incorpora entrambi gli indicatori tradizionali di influenza dal lato della medicina e di salubrità con i fattori ambientali quali i reticoli di tempo.