Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I flavonoli dell'impianto diminuiscono significativamente il rischio di Alzheimer

Un nuovo studio pubblicato in neurologia del giornale nel gennaio 2020 conclude quello che aumenta l'assunzione dei flavonoli dell'impianto ripidamente diminuisce il rischio di demenza di Alzheimer (AD) fino a da una metà. Cioè l'ANNUNCIO ha potuto essere impedito semplicemente in molta gente regolarmente mangiando e bevendo più alimenti che contenente questi composti quali tè, le arance ed i broccoli.

Credito di immagine: Peangdao/Shutterstock
Credito di immagine: Peangdao/Shutterstock

Morbo di Alzheimer

L'ANNUNCIO è un disordine progressivo del cervello in cui la persona perde le abilità conoscitive, compreso la memoria e le abilità di pensiero e la capacità eseguire le mansioni semplici. È di gran lunga la causa principale di tali disordini ed influenze oltre 5 milione Americani.

Uno studio è stato effettuato sopra sopra 900 persone, che fa parte di più grande progetto di ricerca in corso a livello comunitario chiamato la memoria di attività  ed il progetto di invecchiamento (MAPPA). Questi partecipanti sono stati valutati annualmente per la loro salubrità neurologica e reticoli dietetici, per una media di 6 anni, ma alcuno per finchè 12 anni. L'età media era di 81 anno e 3 su 4 erano femminili.

I risultati

Nel primo studio, 220/921 dei partecipanti ha elaborato l'ANNUNCIO durante lo studio. Il rischio di ANNUNCIO è caduto con maggior assunzione dei flavonoli. Ciò che trova ha giudicato buon anche dopo il regolato dei ricercatori per altri fattori salubrità-associati - perché quelli con il più alta assunzione totale del flavonolo erano egualmente il più istruito, la maggior parte del attivo ed ha partecipato alle attività più conoscitive. Egualmente hanno rappresentato i fattori genetici come la presenza del gene APOE4 e per i fattori di rischio cardiovascolari che potrebbero influenzare il rischio di ANNUNCIO, quali il diabete mellito, la cronologia di attacco di cuore, o il colpo, o l'ipertensione.

Una volta classificati in cinque gruppi basati sull'assunzione diminuente del flavonolo, i partecipanti al primo gruppo (più alta assunzione) hanno consumato oltre 15 mg di flavonoli un il giorno. Confrontato a quelli nel quinti più basso (circa 5 mg un il giorno), queste persone hanno mostrato un rapporto di riproduzione di circa 50% del rischio dell'ANNUNCIO.

Concretamente, 28 di 186 pazienti nel gruppo dell'alto-assunzione hanno elaborato l'ANNUNCIO, contro 54 di 182 nel gruppo dell'basso-assunzione.

Riguardo ai diversi flavonoli, l'assunzione del kaempferol è stata collegata ad una riduzione di quasi 50% e sia miricetina che isorhamnetin da 40% ciascuno. Un quarto flavonolo, chiamato quercetina, non ha avuto effetto notevole sul rischio dell'ANNUNCIO.

I partecipanti con il più alta assunzione del flavonolo hanno bevuto circa una tazza di tè nero un il giorno. Il cavolo e circa un vetro di vino rosso ogni giorno, hanno potuto anche fornire i flavonoli.

Sorgenti dei flavonoli

Il kaempferol è pienamente presente in legumi verdi, compreso spinaci, broccoli, i fagioli, il tè ed il cavolo - ed anche in tè. di alimenti ricchi Isorhamnetin includono l'olio di oliva, il vino rosso, le pere e la salsa al pomodoro. La miricetina è trovata in tè, cavolo, arance, pomodori e vino rosso.

Il ricercatore Thomas Olanda dice, “la più ricerca è necessaria confermare questi risultati, ma queste stanno promettendo i risultati. Il cibo più frutta e verdure e bere più tè hanno potuto essere equo un economico e un modo semplice affinchè la gente contribuiscano ad evitare la demenza di Alzheimer.„

Implicazioni

Molti scienziati sono in disaccordo con l'enfasi sui flavonoli. Sebbene questi siano pensati per avere attività antiossidante nell'organismo, questa teoria è stata screditata più presto molte decadi. L'attività antiossidante cessa quando sono ingerite e sottoposte all'attività degli enzimi nell'apparato digerente.

Precisano che i flavonoli sono trovati in molte piante, frutta e verdure, che sono state associate con i buona salute per secoli. I dietisti dicono che gli effetti Annuncio-ritardanti di tali alimenti sono probabilmente dovuto altri prodotti chimici dell'impianto che sono relativamente più abbondanti. D'altra parte, catturare le pillole del flavonolo o gli estratti del tè è improbabile da produrre lo stesso effetto salutare e le dosi eccessive potrebbero essere controproduttive.

Ciò non è di dire che mangiare degli gli alimenti più ricchi di flavonolo o bere una tazza di tè nero di mattina danneggierebbe, da alcuni alimenti che contenente questi prodotti chimici egualmente conterrebbe molti altri composti salutari compreso le vitamine, i minerali e la fibra di impianto. L'Olanda fa un punto valido con la sua conclusione: “'Con la popolazione anziana che aumentano universalmente, tutta la diminuzione nel numero della gente con questa malattia devastante, o persino ritardante la per alcuni anni, ha potuto avere un vantaggio enorme sulla salute pubblica.„

Journal reference:

Dietary flavonols and risk of Alzheimer dementia Thomas M. Holland, Puja Agarwal, Yamin Wang, Sue E. Leurgans, David A. Bennett, Sarah L. Booth, Martha Clare Morris Neurology Jan 2020, 10.1212/WNL.0000000000008981; DOI: 10.1212/WNL.0000000000008981, https://n.neurology.org/content/early/2020/01/29/WNL.0000000000008981

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, February 02). I flavonoli dell'impianto diminuiscono significativamente il rischio di Alzheimer. News-Medical. Retrieved on January 22, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20200202/Plant-flavonols-significantly-reduce-Alzheimers-risk.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "I flavonoli dell'impianto diminuiscono significativamente il rischio di Alzheimer". News-Medical. 22 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20200202/Plant-flavonols-significantly-reduce-Alzheimers-risk.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "I flavonoli dell'impianto diminuiscono significativamente il rischio di Alzheimer". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200202/Plant-flavonols-significantly-reduce-Alzheimers-risk.aspx. (accessed January 22, 2022).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. I flavonoli dell'impianto diminuiscono significativamente il rischio di Alzheimer. News-Medical, viewed 22 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20200202/Plant-flavonols-significantly-reduce-Alzheimers-risk.aspx.