Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La biopsia liquida connessa indipendente con la ricaduta del melanoma, studio mostra

Uno studio al centro del Cancro di Anderson di MD dell'università del Texas ha indicato che che fa circolare il tumore le celle (CTCs), un modulo della biopsia liquida, è stato associato indipendente con la ricaduta del melanoma, suggerente che valutazione del ctc potesse essere utile nell'identificazione dei pazienti a rischio della ricaduta che potrebbe trarre giovamento dalla terapia più aggressiva che segue il trattamento primario.

I risultati dallo studio sono stati pubblicati nella ricerca sul cancro clinica, un giornale dell'Associazione per la ricerca sul cancro americana. Sebbene CTCs possa essere individuato nei pazienti del melanoma, ci sono dati limitati per quanto riguarda il loro significato nella malattia (vertice-positiva) della fase III. Questo studio prospettivo è stato basato sulla ricerca più iniziale che ha trovato CTCs in un numero significativo dei pazienti di cancro al seno, che è stato associato con la ricaduta, indipendente da altri metodi attuali per la determinazione della prognosi.

I nostri risultati sono significativi, dato che c'è una necessità per ai i biomarcatori basati a sangue di guidare il processo decisionale clinico per i pazienti del melanoma della fase III. Non ci corrente sono analisi del sangue disponibili aiutare esattamente medici a dire quali pazienti sono probabili ricadere e dovrebbero essere dati la terapia e quale sono a basso rischio e potrebbe essere osservato.„

Anthony Lucci, M.D., professore di oncologia chirurgica del petto ed oncologia chirurgica e cavo di studio

Ricercatori il CTCs valutato durante la prima visita della clinica del paziente e sopravvivenza senza ricaduta è stato confrontato fra i pazienti agli uno o più CTCs, contro quelli senza CTCs. CTCs è stato osservato in 90 su 243 pazienti iscritti allo studio.

“La nostra analisi ha dimostrato che la rilevazione del ctc è stata associata significativamente con una diminuzione nella sopravvivenza senza ricaduta a sei mesi ed è stata persistita a seguito più a lungo termine di 54 mesi,„ ha detto Lucci. “I dati da questo studio forniscono il supporto per l'inseguimento futuro delle tecniche liquide di biopsia per contribuire ad identificare i pazienti molto probabilmente per trarre giovamento dalla terapia sistematica ausiliaria.„

Lucci ha aggiunto che questo è vitale poichè non corrente c'è chiaro consenso su quando raccomandare l'immunoterapia per i pazienti vertice-positivi del melanoma. Malgrado lo sviluppo di nuove terapie mirate a ed immuni al melanoma dell'ossequio, molti pazienti non rispondono a queste terapie o non sviluppano la resistenza alla terapia entro sei - otto mesi. Poiché tali terapie anche possono avere effetti secondari, evitare il trattamento in pazienti ad a basso rischio per la ricaduta può impedire il overtreatment.