Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il fattore innato novello di immunità inibisce l'infezione HIV mirando alle zattere del lipido, ritrovamenti di studio

La proteina obbligatoria di A-I del apolipoprotein umano della proteina (AIBP) inibisce la replica del HIV mirando alle zattere del lipido e diminuendo la fusione della virus-cella, secondo un nuovo studio pubblicato nella società americana prima per il mBio del giornale di microbiologia dai ricercatori dall'università di George Washington. Questi risultati forniscono la prima prova che suggerisce che AIBP sia un fattore innato di immunità che limita la replica del HIV modificando le zattere del lipido sulle celle mirate a dal HIV.

AIBP è compreso nel regolamento delle zattere del lipido e del deflusso del colesterolo. È stato suggerito per funzionare come fattore protettivo in parecchie circostanze connesse con un'abbondanza aumentata di zattere del lipido, compreso aterosclerosi e la lesione di polmone acuta.

Gli studi precedenti hanno suggerito un ruolo protettivo e possibilmente terapeutico di AIBP nelle malattie umane connesse con infiammazione e danno del metabolismo del colesterolo, specialmente aterosclerosi. Che cosa abbiamo trovato nel nostro studio è che AIBP egualmente esercita l'attività anti-HIV.„

Michael Bukrinsky, MD, PhD, professore di microbiologia, immunologia e medicina tropicale alle scienze della scuola di medicina e di salubrità di GW ed autore senior sullo studio

Zattere del lipido della cellula ospite -- sottodomini della membrana di plasma che contengono le alte concentrazioni di colesterolo e di glycosphingolipids -- sono estremamente importante per la biologia del HIV e sono compresi in montaggio di HIV-1 e germogliare e l'infezione delle cellule bersaglio. Dato il HIV di dipendenza ha sulle zattere del lipido e la capacità di AIBP di diminuirle, i ricercatori ha supposto che AIBP potrebbe inibire la replica del HIV.

I risultati dello studio indicano che AIBP esogenicamente aggiunto ha diminuito l'abbondanza di zattere del lipido ed ha inibito la replica del HIV in vitro e in vivo, mentre il colpo del nativo di AIBP alle celle ha aumentato la replica del HIV. Con questi risultati, gli autori suggeriscono che i nuovi approcci terapeutici abbiano puntato sull'inibizione di infezione HIV ed i comorbidities HIV-associati via stimolo di produzione di AIBP possono essere preveduti.

“Con questo studio, abbiamo identificato un fattore innato novello di immunità che inibisce l'infezione HIV mirando alle zattere del lipido,„ Bukrinsky abbiamo detto. “Più ulteriormente gli studi potrebbero possibilmente mostrare che AIBP può anche proteggere dall'infezione da altri virus e microbi.„

Source:
Journal reference:

Dubrovsky, L., et al. (2020) Inhibition of HIV Replication by Apolipoprotein A-I Binding Protein Targeting the Lipid Rafts. mBio. doi.org/10.1128/mBio.02956-19.