Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori sviluppano la tecnologia non invadente radicale per diagnosticare le affezioni polmonari respiratorie

I ricercatori di Monash University in Australia hanno sviluppato la tecnologia non invadente radicale che può essere usata per diagnosticare le affezioni polmonari respiratorie, quali fibrosi cistica ed il cancro polmonare ed i trattamenti potenzialmente abbreviati per i pazienti.

I ricercatori per la prima volta hanno catturato la tecnologia limitata solitamente agli impianti alta tecnologia del sincrotrone in una regolazione comune del laboratorio ed hanno applicato la nuova rappresentazione quadridimensionale di velocità dei raggi x (XV tecnologia) per fornire le immagini in tempo reale ad alta definizione e sensibili del flusso d'aria tramite i polmoni negli organismi vivi.

Lo studio, piombo dal Dott. Rhiannon Murrie dal dipartimento di assistenza tecnica meccanica ed aerospaziale alla Monash University, mostra che l'impatto probabile questa tecnologia ha nella rilevazione di malattia respiratoria, video e trattamento con i mezzi non invadenti e non ultimi.

La tecnologia egualmente ha il potenziale di vedere se i trattamenti per le malattie respiratorie stanno funzionando molto più presto.

La tecnologia da allora è stata commercializzata alla dalla società basata a australiana 4Dx di med-tecnologia limitata, piombo dal CEO e dall'ex professor Andreas Fouras del ricercatore di Monash University. La tecnologia upscaled per i test clinici umani che hanno luogo in U.S.A., con la fase che già ho completato con successo.

Lo studio è stato pubblicato nei rapporti scientifici della ricerca di fama internazionale della natura nel gennaio 2020.

La diagnosi precoce ed il video in corso delle affezioni polmonari genetiche e croniche, quale fibrosi cistica, asma e cancro polmonare, corrente è ostacolata dall'incapacità di catturare la distribuzione spaziale della funzione polmonare in un polmone respirante.

Poiché le analisi funzionali polmonari sono misurate alla bocca, queste prove non possono localizzare dove nel polmone tutto il cambiamento nella funzione nasce. Ulteriormente, scansioni di CT, mentre forniscono le immagini di qualità 3D, non possa immagine il polmone mentre sta respirando, che significa che il flusso d'aria attraverso le gallerie di ventilazione e nel tessuto polmonare non può essere misurato.„

Dott. Rhiannon Murrie, dipartimento di assistenza tecnica meccanica ed aerospaziale alla Monash University

La ricerca dal Dott. Murrie e la collaborazione pluridisciplinare dei fisici, degli ingegneri, dei biologi e dei clinici sta cambiando questo approccio alla diagnosi ed al trattamento delle affezioni polmonari, determinando il movimento ed il flusso d'aria funzionali del polmone in mouse in tensione, acquistati con la tecnologia dei raggi x a 30 fotogrammi al secondo.

Un confronto di un modello del mouse di fibrosi cistica contro un mouse sano di controllo ha permesso che i ricercatori osservassero una riduzione drammatica dell'aerazione del polmone nel polmone sinistro del mouse malato in gran parte dovuto un percorso ostruito della galleria di ventilazione.

I ricercatori potevano segnare le posizioni con esattezza esatte dove le carenze del polmone erano presente e la posizione dell'ostruzione che causa il flusso d'aria limitato.

La riuscita prova apre i viali affinchè le malattie respiratorie sia diagnosticata presto, trattato e gestito la tecnologia corrente permette e ad una dose di radiazioni più bassa che scansione corrente di CT.

“La capacità di eseguire questa tecnica in laboratorio effettua gli studi longitudinali sulla progressione di malattia e sviluppo di trattamento fattibile agli impianti prontamente accessibili attraverso il mondo,„ il Dott. Murrie ha detto.

“Questo che trova è un punto emozionante nell'avanzamento della comprensione delle affezioni polmonari e dei trattamenti che pregiudicano milioni di persone globalmente e specialmente per quelli con fibrosi cistica, che pregiudica più di 70,000 persone universalmente.„

Il professor Fouras ha detto:

Sono soddisfatto di vedere questa tecnologia, originalmente sono sviluppato alla Monash University ed ora sono commercializzato per massimizzare l'impatto clinico, anche permettente alla ricerca medica di avanguardia come questo.„

Source:
Journal reference:

Murrie, R.P., et al. (2020) Real-time in vivo imaging of regional lung function in a mouse model of cystic fibrosis on a laboratory X-ray source. Scientific Reports. doi.org/10.1038/s41598-019-57376-w.