I ricercatori sviluppano il nuovo modo riflettere le dosi di radiazioni per i malati di cancro

Più della metà di tutti i malati di cancro subiscono la radioterapia e la dose è critica. Troppo ed il tessuto circostante si rovinano, troppo poco e le cellule tumorali sopravvivono a. Subhadeep Dutta e Karthik Pushpavanam, dottorandi che lavorano nel laboratorio di Kaushal Rege, professore all'Arizona State University a Tempe e collaboratori a Banner-M.D. Anderson in Gilbert, Arizona, hanno sviluppato un nuovo modo riflettere le dosi di radiazioni che è redditizio e facile da leggere. Dutta presenterà la loro ricerca martedì 18 febbraio alla riunione annualeth 64 della società biofisica a San Diego, la California.

La radioterapia dirige i raggi di alta energia per distruggere il materiale genetico dentro le celle e per impedire loro di crescere. Tipicamente, un gruppo di radioterapia decide la dose totale di radiazione e poi dei disaccordi quella dose totale sopra parecchie sessioni. I commputer ed i calcoli in questione sono solitamente esatti fino ai dosaggi, ma a volte alle variazioni, forse dovuto movimento paziente come respirazione, o nelle istanze rare dovuto le emissioni con il commputer o il software, possono essere le cause per l'errore. Il video della dose è critico come sia overdosing che underdosing possono compromettere la sicurezza paziente; troppo tessuto sano o troppo poco tumore può distruggersi nel trattamento.

Dutta, Pushpavanam, Rege ed i colleghi hanno fatto un idrogel che può applicarsi direttamente all'interfaccia di un paziente per misurare facilmente le dosi di radiazioni. Misti nell'idrogel sono i sali dell'oro ed alcuni amminoacidi. Senza radiazione, il gel è incolore, ma poichè è esposto a radiazione diventa rosa. L'intensità del colore direttamente è correlata alla quantità di radiazione. Alla conclusione di un trattamento, indolore è pelato l'interfaccia ed il colore è misurato con un terreno comunale e uno strumento relativamente economico del laboratorio, uno spettrometro di assorbimento.

Alcuni videi della dose sono attualmente disponibili per i pazienti.

Uno assomiglia ad un foglio di carta (pellicole di Radiochromic), ma è sensibile accendersi ed il calore, in modo da deve essere trattato con attenzione e richiede i molti tempi di lavorazione. Un altro è un sensore minuscolo (NanoDot®), che è costoso e richiede le schiere multiple di riguardare un'area dell'interfaccia. Nostri possono essere usati direttamente sull'interfaccia e sono relativamente economici.„

Subhadeep Dutta, dottorando

Il gel ha eseguito bene in prova ed era recentemente utilizzato sui malati di cancro canini che subiscono la radioterapia. “La nostra pianificazione seguente è di convertirla in sistema app basato, in cui potete catturare una maschera di un gel e quello può predire la dose basata sulla programmazione nel app. Sta misurando appena il colore, che è facile da fare,„ dice Dutta. Il gruppo è promettente che gli studi futuri piombo alla traduzione di questa tecnologia per uso con i pazienti umani nella clinica.