Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il sistema immunitario può mirare ad altre regioni isolate del cervello per migliorare il ripristino del colpo

La nuova università di ricerca di Kentucky indica che il sistema immunitario può mirare ad altre regioni isolate del cervello per migliorare il ripristino dopo un colpo.

Lo studio in mouse, pubblicati in PNAS dai ricercatori dall'istituto universitario del Regno Unito di medicina, centro medico dell'università del Texas e università della Pennsylvania sudoccidentali rivela che dopo un colpo, i linfociti B migrano alle regioni remote del cervello che sono conosciute per generare le nuove celle di un neurone come pure per regolamentare le funzioni di motore e conoscitive.

I linfociti B sono un tipo di globulo bianco che prepara gli anticorpi. Più di meno è conosciuto e studiato, tuttavia, che i linfociti B possono produrre i neurotrophins che regolamentano lo sviluppo e la crescita dei neuroni nel cervello.

Un colpo ischemico è il tipo più comune di colpo che accade tipicamente quando un'arteria nel cervello è ostruita, da un coagulo di sangue. Dopo il colpo ischemico, è ben noto che i linfociti B viaggiano al sito del colpo come componente della risposta immunitaria. Ma questo nuovo studio indica che i linfociti B possono anche entrare nelle aree multiple del cervello - sia ferito che indenne.

Ciò è piuttosto unica perché estende la nostra idea che dobbiamo esaminare altre aree del cervello quando studia il colpo. Queste aree sono realmente critiche per il ripristino funzionale in modo da potrebbero potenzialmente essere obiettivi per lo sviluppo o le terapie della droga.„

Ann Stowe, professore associato BRITANNICO nel dipartimento di neurologia ed in autore senior dello studio

I ricercatori hanno studiato il ripristino del post-colpo dei mouse ed attraverso il intero-cervello la rappresentazione ha veduto che i linfociti B non solo hanno migrato all'infarto, o sito del colpo, ma ad altre aree che supportano il motore ed il ripristino conoscitivo. I mouse con i linfociti B vuotati hanno avvertito il ripristino diminuito in queste aree, confermanti questi risultati.

I risultati hanno potuto piombo ai nuovi viali terapeutici per i pazienti del colpo. Il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie riferisce che il colpo è una causa principale dell'inabilità adulta e della quinta causa della morte principale negli Stati Uniti. Corrente, c'è i soltanto due trattamenti approvati dalla FDA per il colpo acuto e nessuna efficace terapeutica per promuovere la riparazione a lungo termine nel cervello dopo danno del colpo.

“Questo studio suggerisce che i linfociti B potrebbero avere un ruolo più neurotrophic,„ Stowe dice. “Eventualmente da questo, possiamo capire meglio i trattamenti infiammatori dopo il colpo - ed a lungo termine, possibilmente identifichi i che sottoinsiemi delle celle immuni possono supportare il ripristino del colpo.„

Source:
Journal reference:

Ortega, S.B, et al. (2020) B cells migrate into remote brain areas and support neurogenesis and functional recovery after focal stroke in mice. PNAS. doi.org/10.1073/pnas.1913292117.