I diversi giudizi clinici hanno avuto bisogno di per l'aspirina di prescrizione nella prevenzione primaria

Le linee guida più recenti per la prevenzione primaria raccomandano l'uso dell'aspirina per le età delle persone 40 - 70 anni che sono all'elevato rischio di un primo evento cardiovascolare, ma non per quelle oltre 70. Tuttavia, la gente oltre 70 è agli elevati rischi sempre più degli eventi cardiovascolari che quelli sotto 70. C'è stato considerevole confusione dai risultati recentemente riferiti di tre prove ripartite con scelta casuale su grande scala dell'aspirina negli oggetti primari ad alto rischio di prevenzione, uno di cui ha mostrato un risultato significativo, ma gli altri due, basato possibilmente su aderenza difficile e su seguito, non hanno fatto. Di conseguenza, i fornitori di cure mediche sono confusi naturalmente circa indipendentemente da fatto che prescrivere l'aspirina per la prevenzione primaria degli attacchi di cuore o dei colpi ed in caso affermativo, a cui.

In un commento pubblicato online davanti alla stampa nella rivista di medicina americana, ricercatori dall'istituto universitario di Schmidt dell'università atlantica di Florida di medicina e collaboratori dall'università di scuola di medicina e salute pubblica di Wisconsin e la facoltà di medicina di Harvard e il Brigham e l'ospedale delle donne, fornisca l'orientamento ai fornitori di cure mediche ed ai loro pazienti. Invitano quello per fare il migliore per la maggior parte dei pazienti nel pronto intervento, fornitori di cure mediche dovrebbero fare i diversi giudizi clinici circa l'aspirina di prescrizione caso per caso.

Tutti i pazienti che soffrono da un attacco di cuore acuto dovrebbero ricevere subito 325 mg di aspirina regolare ed il quotidiano da allora in poi, per diminuire il loro tasso di mortalità come pure rischi successivi di attacchi di cuore e di colpi. Inoltre, fra i superstiti a lungo termine degli attacchi di cuore priori o i colpi occlusivi, l'aspirina dovrebbe essere lungo termine prescritto a meno che ci sia una controindicazione specifica. Nella prevenzione primaria, tuttavia, il bilanciamento dei vantaggi assoluti, che sono più bassi di nei pazienti secondari di prevenzione e dei rischi di aspirina, che sono gli stessi di nella prevenzione secondaria, è molto chiaro.„

Charles H. Hennekens, M.D., Dr.P.H., autore senior, il primo sir Richard Doll professore e Consigliere accademico senior nell'istituto universitario di Schmidt di FAU di medicina

I ricercatori sottolineano che, in base alla totalità corrente di prova, tutti i giudizi circa la prescrizione della terapia a lungo termine dell'aspirina per le persone apparentemente in buona salute dovrebbero essere basati sui diversi giudizi clinici fra il fornitore di cure mediche e ciascuno dei suoi pazienti che pesi il vantaggio assoluto sulla coagulazione contro il rischio assoluto di spurgo.

Il carico aumentante della malattia cardiovascolare in sviluppato in e paesi in via di sviluppo sottolinea l'esigenza dei cambiamenti terapeutici più diffusi di stile di vita come pure l'uso aggiuntiva delle terapie farmacologiche del vantaggio netto provato nella prevenzione primaria degli attacchi di cuore e dei colpi. I cambiamenti terapeutici di stile di vita dovrebbero comprendere l'evitare o la cessazione di fumo, di perdita di peso e di attività fisica quotidiana aumentata e le droghe dovrebbero comprendere gli statins per modifica del lipido e le classi multiple di droghe probabilmente per essere necessarie da raggiungere il controllo di ipertensione.

“Quando le grandezze dei vantaggi e dei rischi assoluti sono simili, la preferenza paziente assume importanza aumentante,„ ha detto Hennekens. “Questo può comprendere la considerazione di se la prevenzione di un primo attacco di cuore o colpo è una considerazione più importante ad un paziente che il loro rischio di immagine al vivo gastrointestinale.„

I diversi giudizi clinici dai fornitori di cure mediche circa l'aspirina di prescrizione nella prevenzione primaria possono pregiudicare una percentuale relativamente grande di loro pazienti. Per esempio, pazienti primari di prevenzione con la sindrome metabolica, una costellazione di peso eccessivo e di obesità, un'ipertensione, ricco in colesterolo e insulino-resistenza, un precursore al diabete mellito, influenze circa 40 per cento degli Americani sopra l'età 40. Gli loro elevati rischi di un primi attacco di cuore e colpo possono avvicinarsi a quelli in superstiti di un evento priore.

“Gli orientamenti per l'aspirina nella prevenzione primaria non sembrano essere giustificati,„ ha detto Hennekens. “Come è generalmente il caso, il fornitore di pronto intervento ha le informazioni più complete sui vantaggi e sui rischi per ciascuno dei suoi pazienti.„

Secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti, più di 859.000 Americani muoiono degli attacchi di cuore o segnano ogni anno, che rappresentano più di 1 in 3 di tutte le morti degli Stati Uniti. Queste malattie comuni e serie catturano un tributo economico molto grande, costante $213,8 miliardo all'anno al sistema sanitario e $137,4 miliardo nella produttività persa dalla morte prematura da solo.

I collaboratori in questo commento sono Alexander Gitin, B.S., primo autore, un laureato di onori di FAU e uno studente di medicina del primo anno all'università di istituto universitario di Florida di medicina; David L. DeMets, Ph.D., il primo professore massimo e presidenza di Halperin emeritus di biostatistica e di informatica all'università di scuola di medicina e di salute pubblica di Wisconsin; e Marc A. Pfeffer, M.D., Ph.D., il primo professore di Dzau di medicina alla facoltà di medicina di Harvard.

Hennekens era il primo per scoprire che l'aspirina impedisce un primo attacco di cuore negli uomini e nel colpo in donne ed ha vantaggi di salvataggio una volta dato durante l'attacco di cuore come pure fra gli eventi priori dei superstiti a lungo termine. L'orologio di scienza lo ha allineato mentre il terzo il più ampiamente ha citato il ricercatore medico nel mondo dal 1995 al 2005 e cinque dei 20 principali erano i suoi ex apprendisti e/o colleghi. Gli eroi di scienza egualmente hanno allineato no. 81 di Hennekens in cronologia del mondo per salvare più di 1,1 milione vite e via l'accademia lo quota come il ricercatore medico vivente della cima di no. 14 nel mondo.

Ha accettato un invito a presentare questi risultati all'accademia internazionale della cardiologia che si incontra a luglio a Boston.

Source:
Journal reference:

Gitin, A, et al. (2020) Aspirin In Primary Prevention: Needs Individual Judgments. American Journal of Medicine. doi.org/10.1016/j.amjmed.2020.01.006.