L'ottimizzazione delle celle di T regolarici ha potuto amplificare gli effetti di immunoterapia del cancro

Uno studio di ricerca sul cancro di Ludwig ha identificato un meccanismo da cui le celle di T regolarici, che sopprimono le risposte immunitarie, adattano il loro metabolismo per prosperare nel microenvironment duro del tumore. Questo meccanismo, lo studio trova, esclusivamente è impegnato dalle celle di T regolarici (t)regs che risiedono in tumori e potrebbero essere interrotte per mirare selettivamente a tale Tregs e per amplificare gli effetti di immunoterapia del cancro.

“Lungamente è stato conosciuto che Tregs trovato in tumori protegge le cellule tumorali dall'attacco immune, in modo da ricambiare Tregs sarebbe una strategia importante per immunoterapia del cancro,„ dice il Ping-Chih uff, membro associato del ramo di Losanna dell'istituto di Ludwig per ricerca sul cancro, che piombo lo studio. “Ma una transenna importante a tali interventi è che la soppressione sistematica di attivitàreg di T può causare le reazioni autoimmuni severe. Abbiamo scoperto un approccio potenziale a superare quel problema, uno che mira selettivamente a Tregs in tumori e potrebbe quindi impedire tali effetti contrari.„

Giocoregs di T un ruolo critico in tessuti sani, in cui impediscono la malattia autoimmune ed aiutano ferita-curativo. Ma, una volta reclutato nei tumori, Tregs egualmente contrasta le risposte immunitarie anticancro; ed immunoterapia. Lo studio corrente, pubblicato in immunologia della natura, identifica una proteina che determina gli adattamenti metabolici del T. intratumoral.regs I ricercatori mostrano in un modello del mouse del melanoma che mirare a quella proteina con un anticorpo significativamente amplifica l'efficacia di immunoterapia senza causare gli effetti secondari autoimmuni.

Le memorie dei tumori sono spesso acide ed affamate di ossigeno e delle sostanze nutrienti vitali, che forza le celle residenti adattare il loro metabolismo per sopravvivere a. Uff e dottorando Haiping Wang ha sospettato che quegli adattamenti potrebbero anche rivelare le vulnerabilità uniche al T. intratumoral.regs Per trovare quelle vulnerabilità, hanno analizzato un gruppo di dati di espressione genicareg di T nei tumori del petto ed il sangue ha compilato alcuni anni fa dal laboratorio di Direttore Alexander Rudensky di Ludwig MSK.

Hanno trovato che quelli ed altri alti livelli espressiregs T intratumoral dei geni coinvolgere nell'assorbimento del lipido e nel metabolismo specialmente CD36, un ricevitore coinvolgere in inclusione del lipido. Un'analisi di Tregs dai pazienti umani del melanoma condotti dai ricercatori commemorativi Taha Merghoub (MSK) e Jedd Wolchok di Ludwig Sloan Kettering ha dato risultati simili.

Per esplorare il ruolo di CD36 in T intratumoralregs, i ricercatori hanno generato i mouse che mancavano del gene CD36 soltanto in loro cellereg di T e engrafted loro con il melanoma. “Abbiamo trovato che il carico del tumore è stato diminuito in mouse di CD36-deficient,„ diciamo Wang, “ed il numero e la funzionalità di Tregs in diminuzione soltanto all'interno dei tumori, non nell'altro, tessuti sani dei mouse.„

La carenza CD36 ha indotto in T intratumoralregs un modulo del suicidio delle cellule conosciuto come il apoptosis che è stato determinato da un declino nella salubrità e nel numero dei mitocondri; i generatori di corrente delle celle. Avanzi lo studio ha rivelato che CD36 rifornisce l'attività di combustibile di PPARβ, una proteina essenziale alla genesi ed alla funzione dei mitocondri.

Trattando i mouse che sopportano i tumori del melanoma con un anticorpo a CD36 ha provocato un declino di T intratumoralregs che non è stato veduto in mouse geneticamente identici di controllo. Quando questo anticorpo si è combinato con un'immunoterapia conosciuta come il blocco PD-1, che stimola un attacco a cellula T alle cellule tumorali, la crescita del tumore ha rallentato significativamente, prolungando la sopravvivenza dei mouse.

Mirando a CD36 con un anticorpo, non criamo appena la difficoltà per T intratumoralregs, egualmente criamo la difficoltà affinchè la capacità del tumore manteniamo un microenvironment immunosopressivo e di ostacolare l'immunoterapia.„

Ping-Chih uff, membro associato del ramo di Losanna dell'istituto di Ludwig per ricerca sul cancro

Ho il laboratorio ora sta funzionando per tradurre questi risultati in terapia potenziale del cancro mentre esplorava come CD36-targeting potrebbe combinarsi più estesamente con altri interventi al disable Tregs selettivamente all'interno dei tumori. Egualmente stanno esplorando che altri tipi di tumori solidi harbor Tregs che dipendono da CD36 per la sopravvivenza.