Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I tempi di seduta maggiori si sono collegati all'più alto rischio della malattia di cuore fra le donne post-della menopausa

I tempi di seduta maggiori sono stati associati con i livelli elevati del rischio della malattia di cuore fra le donne post-della menopausa di peso eccessivo ed obese globalmente, secondo la nuova ricerca pubblicata oggi nel giornale dell'associazione americana del cuore, il giornale di accesso aperto dell'associazione americana del cuore.

In questo studio d'osservazione, i ricercatori hanno misurato le abitudini di seduta delle donne più anziane (dopo menopausa; anni di età ≥55) e chi erano di peso eccessivo o obesi. I dati dai partecipanti di studio sono stati analizzati mentre un singolo gruppo e da due gruppi etnici - donne ispane o donne del non Latino-americano - per determinare se i periodi di seduta ininterrotti medii di seduta totali e/o di tempo possono avere un impatto sui fattori di rischio della malattia di cuore e se queste relazioni hanno variato da origine etnica.

A partire da questi dati, dal tempo di seduta totale medio al giorno e dal tempo medio che i partecipanti spesi nei periodi di seduta ininterrotta sono stati calcolati. le donne ispane Post-della menopausa si sono sedute, in media, quasi un'ora più di meno al giorno che le donne del non Latino-americano dello stesso gruppo d'età. Egualmente hanno passato significativamente meno tempo nella seduta ininterrotta. Tuttavia, ogni aumento minuto 15 supplementari nella seduta ininterrotta è stato collegato con circa una glicemia a digiuno più alta 5% in donne ispane, confrontate ad un aumento meno di di 1% nelle donne del non Latino-americano.

Lo studio ha incluso complessivamente 518 donne con un'età media di 63 anni e di un indice di massa corporea medio (BMI) di 31 kg/m2 (la definizione clinica dell'obesità è un BMI ≥30). I partecipanti di studio hanno indossato gli accelerometri sul loro cinorrodo giusto per i fino a 14 giorni, eliminante le unità per dormire, inondare o nuotare soltanto. Gli accelerometri sono stati utilizzati per tenere la carreggiata e registrare la seduta e l'attività fisica dei partecipanti di studio durante tutta la giornata. Una singola analisi del sangue, concorrenti con usura dell'accelerometro, lo zucchero di sangue misurato e l'insulino-resistenza.

“Siamo stati sorpresi osservare così forte collegamento negativo fra il lasso di tempo di seduta e insulino-resistenza spesi e che questa associazione era ancora forte dopo che abbiamo rappresentato l'esercizio e l'obesità,„ ha detto lo studio l'autore Dorothy D. Sears, il Ph.D., professore del cavo di nutrizione all'istituto universitario di Arizona State University delle soluzioni di salubrità a Phoenix. L'insulino-resistenza è un forte fattore di rischio per sia la malattia cardiovascolare che il diabete di tipo 2.

L'analisi dei dati ha rivelato quanto segue:

  • le donne ispane Post-della menopausa si sono sedute una media di circa 8-1/2 ore al giorno, confrontata a più di 9 ore al giorno fra le donne del non Latino-americano;
  • Ogni ora supplementare di tempo di seduta al giorno è stata collegata con un'più alta insulina di digiuno più di di 6% e un aumento più di di 7% nell'insulino-resistenza; e
  • Ogni i 15 minuti supplementari nel periodo di seduta medio sono stati associati con un'più alta insulina di digiuno più maggior di di 7% e un aumento di quasi 9% nell'insulino-resistenza.

Le analisi erano regolato per l'età, formazione, stato civile, funzionamento fisico ed origine etnica.

I risultati di questa configurazione di studio sopra ricerca più iniziale compreso il nostri propri, che hanno mostrato, fra le donne più anziane, che troppo tempo nei comportamenti sedentari è stato associato con l'elevato rischio per il diabete e la malattia di cuore. La diminuzione del tempo di seduta migliora il controllo ed il flusso sanguigno del glucosio ed impegnandosi nelle attività fisiche, anche le attività di vita quotidiana dell'luminoso intensità come la cottura e la compera, mostrano le associazioni favorevoli con il rischio della mortalità e la prevenzione diminuiti di malattia di cuore e di colpo.

Inoltre, i latino-americani sono una popolazione che understudied riguardo ai rischi sanitari. Le donne ispane possono avere differenze genetiche che possono aumentare gli effetti negativi che la seduta ha sullo zucchero di sangue. I fornitori di cure mediche dovrebbero incoraggiare i pazienti, compreso gli adulti più anziani, a diminuire il loro tempo di seduta, la presa irrompe il loro tempo di seduta e sostituisce la seduta con i brevi periodi stare o di attività fisica leggera.„

Dorothy D. Sears, Ph.D., autore di studio del cavo