Il pesce erbivoro marino ha potuto essere la nuova fonte di proteine per gli esseri umani

Un segreto alla sopravvivenza in mezzo delle temperature globali crescenti ha potuto abitare nei tidepools della costa ovest degli Stati Uniti. I risultati dall'università di California, biologi di Irvine che studiano il genoma di un pesce insolito che risiede in quelle possibilità di offerta delle acque nuove affinchè gli esseri umani ottengano la proteina dietetica come mutamento climatico mette in pericolo le sorgenti tradizionali. Il loro documento compare negli atti della società reale B.

Il pesce, violaceus di Cebidichthys, colloquialmente è conosciuto come il prickleback del monkeyface. Con uno stomaco acido e piccolo e gli intestini crassi, ha un apparato digerente simile a quello degli esseri umani. Il prickleback del monkeyface è fra appena cinque per cento delle 30 mila specie del pesce che sono vegetariano, nutrentesi soltanto con le alghe specializzate nei tidepools in cui vivono.

Questa caratteristica ha catturato l'attenzione del tedesco di Donovan, il professore associato dell'ecologia & della biologia evolutiva, il ricercatore Joseph Heras ed i colleghi. Hanno voluto capire come il prickleback del monkeyface sopravvive a su una sorgente dell'alimento che contiene un a basso livello dei lipidi, che sono essenziali per tutti gli esseri viventi. Ordinando e montando un genoma di alta qualità per il pesce, il gruppo ha scoperto il segreto.

Abbiamo trovato che l'apparato digerente dei prickleback del monkeyface è eccellente a ripartire l'amido, che abbiamo anticipato. Ma egualmente abbiamo imparato che si è adattato per essere molto efficiente a ripartire i lipidi, anche se i lipidi comprendono appena cinque per cento della composizione delle alghe. È un esempio coercitivo di cui chiamiamo “specializzazione digestiva„ nel genoma.„

Tedesco di Donovan, professore associato di ecologia & biologia evolutiva, università di California, Irvine

Con mutamento climatico che rende il sollevamento del bestiame meno sostenibile, la promessa delle tenute di scoperta per sviluppare le nuove fonti di proteine per consumo umano. In particolare, potrebbe essere importante per acquicoltura, che è un'alternativa possibile ma sta contendendosi con l'emissione di cui alimentare il pesce che è sollevato.

“Facendo uso degli ingredienti di alimento impianti impianto diminuisce l'inquinamento e costi più di meno,„ ha detto Heras, il primo autore del documento. “Tuttavia, la maggior parte del pesce di acquicoltura è carnivori e non può trattare i lipidi dell'impianto. L'ordinamento del questo genoma ci ha fornito una migliore comprensione di che tipo di geni sono necessari per la suddivisione della materia vegetale. Se scandiamo i genoma supplementari del pesce, possiamo trovare il pesce onnivoro con i geni giusti che potrebbero fornire ai nuovi candidati per acquicoltura sostenibile.„

Il prickleback del monkeyface diventa fino a tre libbre di lunghezza e sei dei piedi nel peso. Può vivere su sbarco per fino a 37 ore diritte, grazie alla capacità di respirare al disopra della superficie come pure sotto. Negli ultimi dieci anni, si è trasformato in in una squisitezza culinaria, comparente sulle lastre grosse in una serie di ristoranti di qualità superiore. Il suo sapore altera il suo aspetto imponente.

“Il gusto è realmente delicato e delicato,„ ha detto il tedesco.

Source:
Journal reference:

Heras, J., et al. (2020) Genomic and biochemical evidence of dietary adaptation in a marine herbivorous fish. Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences. doi.org/10.1098/rspb.2019.2327.